">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

60 anni di crimini di Israele

Nakba

(15 Maggio 2010) Enzo Apicella
62° anniversario della Nakba palestinese

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

LA RESISTENZA NON SI ARRESTA
LA RESISTENZA NON SI PROCESSA

(7 Luglio 2024)

manifestazione pro pal 6 luglio 2024 (seconda versione)

A Roma, si è svolto ieri il corteo in solidarietà con Anan, Ali e Mansour, imprigionati dalla giustizia italiana con l'accusa di appartenere a quella resistenza palestinese che contrasta il genocidio sionista e razzista.

Nessun provvedimento repressivo ha invece raggiunto i sionisti italiani, che in ben 2000 partecipano all'aggressione portata avanti dal governo israeliano.
Con l’arresto dei tre militanti palestinesi l'imperialismo italiano ha reso ancor più evidente la sua complicità con la barbarie in atto. Mettere sotto accusa i resistenti palestinesi è un aiuto concreto a chi intende proseguire una feroce politica di colonizzazione. Il corteo lo ha denunciato pubblicamente, segnalando la gravissima violazione del diritto alla resistenza.

Anche questo sabato 6 luglio, in tanti ci si è mobilitati per supportare chi contrasta la politica di sterminio israeliana, vergognosamente sostenuta da imperialismi come lo statunitense e l'italiano.

Ancora una volta, notevole è stata la partecipazione al corteo delle generazioni più giovani, di fatto quelle in cui la solidarietà con i palestinesi risulta più sentita.
I resistenti palestinesi devono essere immediatamente scarcerati! Simbolicamente e politicamente, sono l'immagine stessa di chi dona la propria esistenza a combattere un'infinita occupazione che dura da 76 Anni.

76 anni di invasione che devono essere avversati senza esitazioni. Ora più che mai, occorre opporsi ad una plateale ingiustizia.

La giornata di mobilitazione ha trovato la sua degna conclusione in un’assemblea pubblica. In essa, si è ribadita l’intenzione di proseguire la mobilitazione, con cortei, presidi e altre forme di lotta. Il prossimo appuntamento è in Piazza Cavour a Roma, giovedì 11 Luglio. Davanti alla Corte di Cassazione, in occasione di una nuova udienza del processo, si svolgerà un presidio.

LIBERTÀ PER ANAN, ALI E MANSOUR.
LA RESISTENZA PALESTINESE HA TUTTO IL DIRITTO A DIFENDERSI.
BASTA OPPRESSIONE E REPRESSIONE SIONISTA ED IMPERIALISTA.
PER L'INTERNAZIONALISMO PROLETARIO.

Enrico Biso

1444