il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

All’Europa dei padroni opponiamo l’Europa delle lotte proletarie

(5 Ottobre 2005)

L’Unione di Maastricht, voluta dai padroni europei, dopo aver “regalato” alle masse popolari precarietà, caro-vita e disoccupazione, continua ad introdurre nei luoghi di lavoro nuove forme di schiavitù!

Negli ultimi mesi sono entrati a far parte dell’agenda della Commissione Europea due direttive che mirano all’affossamento dei residui diritti dei lavoratori di tutta Europa:
- La direttiva “Bolkestein”, la quale intende generalizzare le peggiori condizioni di sfruttamento e i più bassi livelli salariali a tutta l’Unione;
- La direttiva sugli orari, che porta l’orario di lavoro settimanale a quarantotto ore, prevedendo inoltre “sforamenti”a totale discrezione del datore di lavoro.

Entrambi questi provvedimenti reazionari sono già in via di approvazione, il tutto a totale insaputa di milioni di proletari, ossia proprio coloro che, ancora una volta, pagheranno i costi dell’integrazione europea.

Oltre a Cisl e Uil, anche la CGIL, coerentemente con l’operato della CES (Confederazione Europea dei Sindacati), tace colpevolmente su questi ignobili attacchi ai diritti dei lavoratori, e si prepara ad un congresso nel quale, all’unanimità e senza nessuna reale voce di opposizione, verrà riesumata la pratica della concertazione, ossia il principale strumento di cui si sono serviti i padroni in questi anni per pacificare il conflitto.
Gli stessi partiti di “sinistra” tacciono, e sembrano interessati unicamente a eleggere il leader di un futuro governo antioperaio e di nuove finanziarie “lacrime e sangue” attraverso il teatrino delle primarie: una farsa che va smascherata e boicottata praticando un astensionismo attivo e militante dalle primarie!

In questo generale e colpevole clima di silenzio diventa ancor più necessario informare i lavoratori su ciò che stà accadendo, per rilanciare la lotta e il conflitto su scala locale, nazionale ed europea e avviare forme stabili di coordinamento delle singole lotte e vertenze.
Per queste ragioni, e in vista della manifestazione europea che si terra’ a roma il 15 Ottobre contro la Direttiva Bolkestein, riteniamo opportuno organizzare un confronto coi lavoratori e tra i lavoratori su queste tematiche, e invitiamo alla partecipazione attiva i movimenti di lotta, la sinistra sindacale e i soggetti dell’autorganizzazione politica e sociale.

Sabato 8 ottobre ore 17
presso i Cantieri Navali Megaride
Calata Marinella, interno Porto n° 4
DIBATTITO PUBBLICO


Promuove: Area Programmatica Progetto Comunista- Napoli

Partecipano: Collettivo Internazionalista di Napoli, Rsu Cigl Comune di Pozzuoli, Lavoratori AVIO per un sindacato confederale di classe, Collettivo “Vesuvio Zona Rossa”, Area Antagonista Campana, Interfacoltà, Ass. Iskra- La scintilla (Bacoli), Red Link, Circoli Prc di Torre Annunziata, Porto, Qualiano, S.Giuseppe e Università, Coop. Cantieri Navali Megaride, Confederazione COBAS, coord. di solidarietà “Per Pozzuoli”, FIGC- Napoli, Ass. culturale “Campi Flegrei”, Antonio D’Andrea, Vincenzo D’Ambrosio, Donato Marone, Donato Possidente, Franco Di Donato (membri direttivo circolo Prc Sata- MELFI)

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il polo imperialista europeo»

4221