il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Gli ex alunni della scuola Diaz

Gli ex alunni della scuola Diaz

(15 Novembre 2012) Enzo Apicella
La polizia carica i cortei studenteschi, a Roma e in altre città

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Sacrifici umani

(21 Dicembre 2005)

Negli Stati Uniti non c’è la pena di morte.

Se ci fosse, e fosse applicata coerentemente, avremmo assistito all’esecuzione di almeno 100.000 condanne capitali. In realtà i 1.000 omicidi amministrativi che hanno funestato gli ultimi trent’anni non erano esecuzioni, ma sacrifici umani.

Sacrifici compiuti per rassicurare una società spaventata dalla sua stessa violenza e che vuole credere di avere trovato la panacea per tutti i suoi mali: l’assassinio rituale di qualche disgraziato nullatenente.

La giustizia americana seleziona un esiguo numero di presunti colpevoli fra le migliaia che hanno commesso crimini uguali o peggiori. Alcuni sono sacrificati, ma la stragrande maggioranza riceve pene detentive a volte incredibilmente lievi.

Le ragioni per cui pochi sono uccisi, mentre migliaia non lo sono, non va cercata nella gravità del delitto, ma nel razzismo e nel classismo americano.

Inutilmente cerchereste gente ricca nel braccio della morte. Le persone da sacrificare sono scelte negli strati più bassi della società, fra quelli la cui vita vale poco e in America la vita dei bianchi vale più di quella dei neri. Metà delle vittime degli omicidi è nera, ma l’80% dei 1.000 sacrificati aveva ucciso un bianco. Duecento neri hanno pagato con la vita il crimine di avere assassinato un bianco, ma non sono più di una dozzina i bianchi sacrificati per l’assassinio di un nero e il Texas non si è mai macchiato di un simile delitto.

In tutto questo la Giustizia non c’entra nulla.

Claudio Giusti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Claudio Giusti - Forlì»

5204