il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Le chiavi del Vaticano

Le chiavi del Vaticano

(4 Luglio 2010) Enzo Apicella
L'inchiesta sugli appalti del G8 fa luce sulla spregiudicata gestione del patrimonio immobiliare di «Propaganda Fide»

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(L'oppio dei popoli)

Abbiamo fatto breccia!

(12 Febbraio 2006)

Sto tornando in treno a Capranica: da Roma. Sono felice e senza età.

Ho ritrovato quell* che non mancano mai, che ci sono anche nelle giornate piovose: Lidia Menapace, un nome per tutte.
Donne uomini, una marea di giovani donne e uomini.
Ed io che giovane non sono più, in mezzo a loro, con loro: a cantare e ballare.
C’eravamo anche noi Donne in Nero, in ordine sparso, senza striscione, io avevo una manina con su scritto “La violenza della censura è l’arma del potere-Le streghe non hanno paura” e dietro “Basta! Né pastori né pecore”, avevo attaccato le scritte sopra “Fuori la guerra dalla storia” “ Art.11 l’Italia ripudia la guerra”.

La mano parlante è stata fatale, mi sono messa a disposizione con autoironia e gioia.
Abbiamo aspettato 2 ore prima di partire, la Breccia del Sud ha tardato, c’era un sole sfacciato che non riusciva ad oscurare niente, come lo scippo dello striscione incriminato in cui si dava degli impiccioni a Ruini e Ratzinger, ma quest’ultimo è un capo di stato e si poteva urtare la suscettibilità , creando un incidente diplomatico...

C’era Hassan, un ragazzo curdo-turco che ha avuto 3 giorni fa insieme ad altri 9 l’asilo umanitario qui a Roma, era felice anche lui: 40.000 curdi con lo stesso sole hanno oggi manifestato a Strasburgo.
C’era Matteo, venuto da ReggioCalabria, mi ha fotografata a Corso Vittorio, faceva da sfondo la polizia, alla polizia faceva da sfondo una delle centinaia di bellissime chiese di Roma.
Poi Matteo mi ha voluta baciare e ha detto che metteva su Indy e poi : ma chi votiamo, votiamo?C’erano Elisa, Nicoletta, Silvia, Federico,Jane, Franca, Luisa, Dario, Vera, Milva, Viola, Marco, Marzia, Sara...tutte persone note.

I media hanno oscurato, Repubblica in testa, il Manifesto con un pezzettino concesso, Liberazione ce l’ha messa tutta ma siamo consapevoli di quanti pochi sono i suoi lettori.

Ci sono stati tra una musica e l’altra, tanti interventi sulla Bolkestein, li hanno fatti quelle delle “mutande in proprio”.
Sono riuscita a rimediare un bell’adesivo con su scritto “La precarietà anticoncezionale del futuro?”.

E per chi non sa cosa sia la Bolkestein giovedì 23 febbraio alla Facoltà di Psicologia alle 18, 30 a Via de Marsi 78 può andare a capire qualcosa...
C’erano quelle di A/matrix, del mercato TerraTerra del Forte Prenestino, le donne del collettivo di Bologna, le nuvole rosa, sto solo citando i volantini nelle mie mani...siamo arrivate a Campo dei Fiori a fare compagnia, chè non si senta mai solo, alla statua di Giordano Bruno.

Nella stessa piazza il 17 febbraio alle 16, 30 si parlerà di laicità garanzia di libertà, seguiranno parole-suoni-movimento e cito un altro volantino che trovo in borsa.. e poi il 18 febbraio la manifestazione nazionale a Roma per la Palestina, e ho finito con i pezzi di carta...

Sono arrivata al mio paese che è vicino a Viterbo: stasera è una grande sera per Capranica, sono tutti corsi a sentire Costanzo e Marrazzo, canta Zarrillo: i comitati cittadini per la salute pubblica di Capranica Vetralla e Castel S.
Elia sono anche loro in attesa davanti al comune, abbiamo un problemino di emergenza nazionale con le discariche e l’ecomafia.

Ma sui muri della stazione vicino alle scritte oscene di Forza Nuova campeggiano i manifesti per stasera e sopra le scritte che vedo per la prima volta: “Reddito per tutti, non delegare, Action, una risata vi seppellirà" Ora al pc, dico che c’era il sole, i giovani, i vecchi, quell* che non contano niente, quell* che contano qualcosa ma certo non in prima fila, quell* che fanno i lavoretti, quell* che studiano, quell* che camminano, quelle come me che dicono grazie.

Abbiamo fatto un miracolo: ABBIAMO FATTO BRECCIA!

Doriana Goracci

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «L'oppio dei popoli»

Ultime notizie dell'autore «Doriana Goracci»

5237