il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Mondi

Mondi

(24 Novembre 2010) Enzo Apicella
Crisi irlandese. La finanza specula sul debito pubblico. La politica chiede sacrifici.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Solidarietà con la lotta dei lavoratori di Feltrinelli e Ricordi

Quando anche la cultura diventa un supermarket

(27 Aprile 2006)

La stagione di lotta è già cominciata i lavoratori della Feltrinelli e Ricordi incrociano le braccia per la seconda volta in 2 settimane.

Uno dei punti di riferimento della sinistra per la prima volta in 50 anni ha deciso di entrare in mobilitazione.

Le motivazioni che hanno spinto allo sciopero sono quelle già viste in altre categorie: lotta al precariato, aumento dei salari, orari più equi e nessuna discriminazione tra i vecchi ed i neo assunti.

Si è arrivati a questa situazione in quanto, è in corso da circa 5 anni, una ristrutturazione dell’azienda che per essere competitiva sul mercato editoriale ha deciso di indossare i panni di un Megastore, abbandonando la filosofia del suo fondatore Giangiacomo Feltrinelli.

Il capitale sempre più competitivo e sempre più selvaggio colpisce anche i settori culturali trasformando i lavoratori da librai a semplici commessi.

Progetto Comunista sostiene ed appoggia le lotte dei lavoratori della Feltrinelli e Ricordi;

Sostiene che il lavoro precario non si combatte come dice il programma dell’Unione. Non si combatte con aggiustamenti o semplici revisioni di leggi antipopolari come la famigerata legge 30, magari per ritornare alle ricette liberiste di “prodiana” memoria (pacchetto Treu). Invece e’ con le lotte che si ottengono i risultati per la classe lavoratrice, come ci ha insegnato il movimento di studenti e giovani lavoratori che ha scosso la Francia negli ultimi mesi;

Per questi motivi invita la cittadinaza ad aderire alla protesta e a non effettuare acquisti il giorno della mobilitazione come sostegno alle rivendicazioni dei lavoratori.

PROGETTO COMUNISTA
sinistra del PRC, Collettivo di Bologna.
Infoline: 3886184060

6567