il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Rifugiato o clandestino?

Rifugiato o clandestino

(5 Aprile 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Le prospettive dei partiti comunisti e dei movimenti tra globalizzazione imperialista e sistema bipolare

Seminario aperto di studio

(21 Maggio 2006)

Padova domenica 21 maggio
dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14 alle ore 18.00
Sala polivalente di via s. Maria Assunta
(zona Bassanello di fronte alla multisala Astra).
organizzano: minoranze del Prc del Veneto


PROPOSTA DI DISCUSSIONE

La necessità della "governabilità", e quindi delle riforme istituzionali che hanno definito l'attuale sistema bipolare, si impone come obiettivo imprescindibile nel dibattito politico istituzionale dell'ultimo ventennio in risposta alle esigenze di fase della borghesia italiana:

- il perdurare della crisi economica e quindi della necessità di governarla negando gli interessi della classe lavoratrice e lo sviluppo di una sua autonomia politica.

- il ruolo di primo piano assunto dal complesso finzanziario-industriale italiano all'interno della globalizzazione imperialista e quindi la necessità di governare la delocalizzazione produttiva, la conquista dei nuovi mercati, il controllo delle materie prime, le guerre che si determinano in diretta conseguenza di tutto questo.

Il risultato è quello che abbiamo sotto gli occhi: una involuzione del sistema democratico borghese; una riduzione del ruolo e dell'importanza delle assemblee legislative a favore degli esecutivi; una progressiva ma inesorabile trasformazione dei partiti in comitati elettorali; sistemi elettorali sempre più artificiosi che negano, nei fatti, il principio storico "una testa un voto"; un sistema politico ingessato che non prevede il cambiamento e l'alternativa, ma solo l'alternanza senza fine fra il polo di governo e quello di opposizione.

Dal punto di vista dei lavoratori e delle lavoratrici il sistema bipolare nega una qualsivoglia prospettiva autonoma di classe e impone la subordinazione alle politiche interclassiste tra gli interessi di chi sfrutta e le ragioni di chi è sfruttato.

OBIETTIVI DEL SEMINARIO

Il seminario del 21 maggio intende essere un primo momento di confronto sulla possibilità di un'uscita dal bipolarismo a sinistra e dalla parte dei lavoratori tra chi all'interno del PRC si interroga sul futuro del Partito e i gruppi di movimento che si pongono l'obiettivo della ricostruzione di una prospettiva di liberazione dallo sfruttamento di classe e dall'oppressione imperialista.

Un confronto che riguarda i comunisti ma anche e soprattutto le avanguardie di classe, i lavoratori e le lavoratrici, chi subisce le devastazioni ambientali in nome del profitto.

ORGANIZZAZIONE DEL SEMINARIO

Il seminario sarà organizzato in due momenti.
Nella mattinata sarà dato spazio alle relazioni, di un quarto d'ora ciascuna, che andranno a sviluppare i seguenti punti:
- Globalizzazione imperialista e sistema bipolare.
- Inevitabilità del bipolarismo o opposizione di classe?
- Sinistra di alternativa o sinistra europea?
- I movimenti reali chiedono un'alternativa o si adeguano al sistema bipolare?
- Il conflitto capitale-lavoro nel sistema bipolare.
Nel pomeriggio dibattito aperto.
Durante la pausa dei lavori saranno disponibili panini e bibite a prezzo politico.

RELAZIONI IN PROGRAMMA

Marco Ferrando (Progetto Comunista - Sinistra del PRC)
Gianluigi Pegolo (Essere Comunisti - area politica del PRC)
Christian Dal Grande (Sinistra Critica - area programmatica del PRC)
Falce e Martello
Sergio Cararo (Rete dei comunisti)
Germano Monti (Forum Palestina)
Redazione della rivista Senza Censura
Circoli B. Brecht di San Donà e di Conegliano
Lucio Miotto (Essere Comunisti - Venezia)
Essere Comunisti - Vicenza
Presidio di S.Pietro di Rosà

Contributi scritti di: Confederazione Cobas - Pisa; centro di documentazione B. Brecht di Schio (VI), Marco Verruggio (Progetto Comunista - Genova); Associazione Pianeta Futuro (Pisa); Lucio Costa (Essere Comunisti - Padova); A sinistra per Savona.

I materiali del seminario saranno raccolti e pubblicati a cura dei promotori.

PER CONTATTI

380 3999961
339 2249003
pane-rose@tiscali.it

sala polivalente di via s.maria assunta

La sala polivalente di via s.maria assunta si trova a Padova sud, in zona Bassanello - Guizza.
E' raggiungibile dalla stazione ferroviaria con l'autobus n° 8; scendere alla prima fermata di via Guizza e imboccare via Venanzio, una traversa sulla destra.
In auto, provenendo dal casello di padova sud (o dalla tangenziale), imboccare l'uscita per la statale 16 - Adriatica, seguire in direzione centro fino al ponte sul canale scaricatore, quindi girare a destra per via Guizza, seguendola fino all'incrocio (sulla destra) con via Venanzio. Pochi metri dopo aver imboccato la via si trova un parcheggio adiacente alla sala polivalente

minoranze del Prc del Veneto

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Tra globalizzazione imperialista e sistema bipolare»

10856