il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Giustizia e libertà

Giustizia e libertà

(20 Febbraio 2011) Enzo Apicella
Gli USA pongono il veto per evitare una risoluzione di condanna dell'ONU contro Israele per gli insediamenti illegali nei Territori occupati

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Il 30 settembre a Roma tornano in piazza i No War

per il ritiro di tutte le truppe dai teatri di guerra e per dire no alla spedizione militare in Libano

(22 Settembre 2006)

"Via le truppe italiane da tutti i fronti di guerra", sarà questo lo striscione d'apertura della manifestazione nazionale dei No War prevista a Roma per il prossimo 30 settembre.

A convocarla è un cartello di organizzazioni che hanno deciso di confermare anche in Italia la mobilitazione europea contro la guerra convocata dal Forum Sociale di Atene nel maggio scorso. Manifestazioni analoghe si terranno infatti a Londra, Istanbul, Atene, Spagna, Germania.

La manifestazione di Roma è convocata sulla seguente piattaforma: Per il ritiro delle truppe da tutti i fronti di guerra; No alla missione militare ONU in Libano; Fine dell'occupazione della Palestina e rientro di tutti i profughi; Chiusura di tutte le basi militari NATO ed USA.; Disarmo nucleare, a partire dai paesi che hanno già le atomiche; Basta con le minacce ai paesi non sottomessi agli USA; Con la resistenza dei popoli libanese, palestinese, iracheno, afgano; No alla campagna anti-islamica; Contro il taglio della spesa sociale e il finanziamento dimissioni militari e armamenti

Sulla missione militare ONU in Libano, emersa successivamente al forum di Atene, ci sono posizioni diverse nel movimento No War italiano ed europeo.
Gli organizzatori della manifestazione del 30 settembre si oppongono infatti anche all'invio dei militari in Libano e alla missione Unifil e sostengono le resistenze popolari nei paesi occupati, posizione questa che ha innescato da tempo discussioni e divergenze.

Le organizzazioni e le reti nazionali che al momento promuovono la manifestazione del 30 settembre sono la Confederazione Cobas, la federazione delle RdB/CUB, il Forum Palestina, la Rete dei Comunisti, il Partito Comunista dei Lavoratori, l'Unione Democratica Arabo-Palestinese, i Comitati Iraq Libero, il Comitato per il ritiro dei militari italiani, il Campo Antimperialista, Red Link, Utopia Rossa. A queste si vanno aggiungendo le adesioni di numerose realtà locali e di personalità "critiche" del mondo pacifista.

Per ora:
Associazione Comunista Il Pianeta Futuro di Pisa; Associazione GiovaneTalpa; Carc; Collettivo Iqbal Masih di Lecce.; collettivo di "Vis-à-Vis; Medicina Democratica – Movimento di Lotta per la Salute; Rete Artisti contro le guerre

Maurizio Timitilli Collegio Garanzia Lazio PRC; Marco Compa – Colleferro; Sergio De Biasio - LIBERITALIA - Pordenone

Per presentare la manifestazione, gli organizzatori, danno appuntamento per una conferenza stampa, mercoledì 27 settembre alle ore 12.00 presso la Casa delle Culture (via S. Crisogono 45, Roma, Trastevere).

Info: 333 5018630 oppure 338 1347713 romanowar30settembre@libero.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Via dal Libano, subito!»

2461