">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Cantiere Italia

Cantiere Italia

(17 Novembre 2010) Enzo Apicella
Presentato il report Inail: gli omicidi sul lavoro nel 2009 sono stati 1021

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Occupata la Pirelli all'Alfa Romeo di Arese.

I cassintegrati della meccanica approvano l'accordo con la Fiat.

(28 Settembre 2006)

Questa mattina 200 cassintegrati dell'Alfa Romeo di Arese hanno occupato il capannone della Pirelli ambiente, la quale si è insediata nell'area ex Alfa Romeo dell'ABP, di proprietà degli americani di Aig/Lincoln.

Pirelli ambiente, che ha come amministratore delegato Carlo Puri Negri (amministratore anche di Pirelli Real Estate, che ha l'incarico di affittare e/o vendere le aree di Abp all'Alfa) ed è diretta da Nino Tronchetti Provera, fratello di Marco Tronchetti Provera, ha insediato un'azienda che produce filtri per autobus e camion per abbattere i fumi dei tubi di scarico.

L'insediamento di questa azienda è finanziata da soldi pubblici del ministero dell'ambiente, della Regione Lombardia e dell'Unione Europea e fu sponsorizzata da Formigoni -con la presenza dello stesso Tronchetti Provera- negli incontri fatti tempo fa in regione per dare applicazione agli accordi sul Polo della mobilità sostenibile; in questi incontri Tronchetti Provera disse che, in cambio degli ingenti finanziamenti pubblici che avrebbe ricevuto, Pirelli avrebbe assunto almeno 70 cassintegrati dell'Alfa.

Nell'area dell'Alfa di Arese si stanno anche insediando gli uffici della CAMFIN, la finanziaria di Marco Tronchetti Provera e soci che controlla Pirelli e Telecom; e si sta per insediare la CAM, sempre del gruppo Pirelli, che ha come amministratore delegato il solito fratello di Tronchetti, Nino Tronchetti Provera.

La protesta di oggi dei cassintegrati fa seguito alla recente comunicazione fatta dalla Pirelli ad Abp, con la quale la stessa Pirelli dice di non voler assumere i lavoratori dell'Alfa. Ciò contrasta anche con tutti gli accordi firmati sia con la Regione, la Provincia e i comuni di Arese, Garbagnate, Rho e Lainate, sia con i proprietari dell'area dell'Alfa Romeo.

Lo Slai Cobas e i cassintegrati, dopo un'ora di presidio, hanno chiesto un immediato incontro alla Pirelli per concordare le assunzioni. In caso contrario nei prossimi giorni la protesta aumenterà di intensità.

I cassintegrati della carrozzeria in Cigs da 4 anni sono ancora 350.

Nei giorni scorsi il vice prefetto, sollecitato fermamente dallo Slai Cobas, ha garantito un intervento della prefettura per sbloccare la situazione di Arese, a partire da un incontro tra Formigoni e tutti i firmatari degli accordi su Arese. Siamo in attesa che le istituzioni battano un colpo ed onorino gli impegni presi sull'assunzione di tutti i cassintegrati nell'area di Arese.

Prima della manifestazione di questa mattina i cassintegrati della meccanica hanno approvato all'unanimità l'accordo firmato ieri con la Fiat, accordo che prevede la riassunzione certa di tutti entro un anno e l'integrazione al reddito, a carico della Fiat, di 1.950 ?.

Arese, 28-9-2006

Slai Cobas Alfa Romeo

11142