il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Miraggio

Miraggio

(25 Marzo 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Nella Repubblica Ceca, il governo ha messo fuorilegge l’organizzazione comunista giovanile

Si risvegliano in Europa i mostri dell’anticomunismo. Solidarietà con l'Unione dei Giovani Comunisti

(17 Ottobre 2006)

Quattro giorni fa, il Ministero dell’Interno della Repubblica Ceca, ha reso operativo il decreto legge con cui veniva richiesta la messa fuorilegge dell’Unione dei Giovani Comunisti, l’organizzazione giovanile del Partito Comunista di Boemia e Moravia, che rappresenta la terza forza politica del paese. Il 16 ottobre, i rappresentanti dell’organizzazione hanno ricevuto una lettera del Ministero dell’Interno con cui se ne decreta lo scioglimento.

Una petizione che chiedeva di non procedere alla messa fuorilegge della Unione dei Giovani Comunisti, aveva raccolto migliaia di firme in tutto il paese, mentre appelli e manifestazioni contro l’illegalizzazione erano cresciuti nei mesi scorsi in molti paesi del mondo ed anche in Italia, dove a febbraio – insieme ad altre forze della sinistra – avevamo tenuto una apposita manifestazione davanti all’ambasciata della Repubblica Ceca. Tra i firmatari dell’appello vi erano il Premio Nobel italiano Dario Fo, il sub comandante Marcos e il musicista Bono.

Il governo della Repubblica Ceca ha deciso di sciogliere l’Unione dei Giovani Comunisti, perché tra i suoi riferimenti teorici ci sono le opere di Marx, Engels, Lenin e perché proclamava la necessità della rivoluzione socialista. Si tratta di una messa fuorilegge di tesi politiche che sono dentra la storia dell’umanità e delle ambizioni al progresso sociale.

La sfida si sposta adesso nei tribunali presso cui l’UGC intende presentare ricorso contro il governo.

Ma la messa fuorilegge dell’UGC indica una atmosfera molto pericolosa e un rigurgito anticomunista nella Repubblica Ceca che può minacciare l’illegalizzazione dello stesso Partito Comunista di Boemia e Moravia. La decisione del Ministero degli Interni arriva ad una settimana di distanza dalle elezioni per il Senato alle quali il PCBM partecipa con i propri candidati.

Esprimiamo la nostra piena solidarietà con l’Unione dei Giovani Comunisti della Repubblica Ceca ma lanciamo anche un serio allarme sui tentativi di mettere fuorilegge le organizzazioni e il pensiero comunista nel cuore dell’Unione Europea. E’ bene che i partiti della sinistra, anche nel nostro paese, non sottovalutino ancora a lungo il risveglio dei mostri dell’anticomunismo.

Roma, 16 ottobre

p. La Rete dei Comunisti
Mimmo Provenzano
(responsabile relazioni internazionali)

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il polo imperialista europeo»

Ultime notizie dell'autore «Contropiano / Rete dei comunisti»

6961