il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

"Incidenti"

(6 Novembre 2010) Enzo Apicella
Esplode la Eureco di Paderno Dugnano: sette operai feriti, quattro rischiano la vita. In Puglia tre morti sul lavoro nell'ultima settimana

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

I ferrovieri hanno detto basta

(5 Dicembre 2006)

Con lo sciopero appena concluso i ferrovieri hanno dato una indiscutibile manifestazione di discontinuità con il passato: questo è stato uno sciopero riuscito e partecipato, neppure i dati truccati di FS potranno negare un’evidenza tanto palese. FS prometteva 9 treni su 10: hanno circolato solo i treni a lunga percorrenza imposti per legge e non più del 20% dei rimanenti.

In alcune regioni, in particolare del Nord, la circolazione era paralizzata nonostante le comandate a cui l’azienda ha attinto a piene mani. Le altissime adesioni allo sciopero indetto dal SULT dimostrano la volontà comune a tutte le categorie di interrompere il cordone ombelicale che legava i ferrovieri con sindacati succubi ed incapaci.

Dimostra ancora che i lavoratori non vogliono più essere soggetti passivi nelle scelte strategiche di FS per poi vivere sulla propria pelle disservizi ed insicurezza, non vogliono più tacere per il rischio di essere licenziati, non vogliono accettare condizioni di lavoro sempre più penalizzanti e mal retribuite. I milioni di euro sperperati in consulenze esterne o elargiti a manager incapaci sono stati spalmati da FS sul costo del lavoro, che poi dichiara insostenibile: tutte falsità che i lavoratori denunciano da tempo.

Da oggi FS saprà che i ferrovieri non tollerano ulteriori spezzatini della propria azienda per poi rischiare il posto di lavoro, rifiutano ogni ulteriore scadimento dei livelli retributivi e normativi, pretendono un radicale cambiamento di rotta nelle strategie aziendali.

Le FS di domani devono essere economiche, efficienti, sicure ma soprattutto devono essere al centro dell’impegno dell’Esecutivo per garantire alla comunità un trasporto collettivo moderno per le persone e le cose. Rispetto a tali progetti il SULT continuerà la propria battaglia accanto ai ferrovieri ed alla cittadinanza.

Coordinamento Nazionale SULT-Attività Ferroviarie

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Diritto di sciopero»

Ultime notizie dell'autore «Sindacato Unitario Lavoratori Trasporti»

8449