il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

L'Italia tripudia la guerra

L'Italia tripudia la guerra

(5 Novembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

Buon 2007 a tutte/i

con l’augurio che la forca della Resistenza si stringa sempre di più al collo degli imperialisti!

(30 Dicembre 2006)

Festività o non, l’imperialismo non perde giornata per dimostrare la sua natura criminale. Con il barbaro omicidio di Saddam Hussein, gli “esportatori di democrazia” statunitensi e tutti i loro alleati hanno compiuto l’ennesimo crimine contro il popolo iracheno, nel vano tentativo di piegarne l’eroica guerra di liberazione.

Sappiamo che Saddam è una figura con luci e ombre, ma sappiamo anche che con il suo omicidio gli invasori vogliono punire un intero popolo determinato e fiero, intendono umiliare e annichilire la Nazione Araba e lanciano un chiaro messaggio alle masse islamiche, “se i vostri dirigenti non si vendono, questa è la loro fine!”.

Le mani sporche di sangue non sono solo quelle degli occupanti americani e dei loro tirapiedi i quali direttamente, ogni giorno, proseguono nella guerra di sterminio contro il popolo iracheno, ma anche di tutti i governi che collaborano in qualsiasi forma con i fantocci al potere a Bagdad, compresi Prodi e la sua cricca di “stampelle di sinistra” dell’imperialismo.

Ma non sarà questo omicidio a sconfiggere la Resistenza. Ogni giorno il popolo iracheno paga con numerosi martiri il prezzo del suo indomabile coraggio, ma ripaga della stessa moneta i criminali a stelle e strisce e i loro servi.

Il nostro augurio per l’anno che viene, dunque, è che la forca al collo dell’imperialismo si stringa sempre di più grazie alle guerre di liberazione combattute dai popoli oppressi in Iraq, Palestina, Afghanistan e dovunque vi siano oppressori e invasori.

I popoli vinceranno, l’imperialismo è condannato a morte dalla Storia!

I compagni e le compagne del Centro di Documentazione “Comandante Giacca” di Padova
Gruppo “Primo Maggio 1945” di Trieste

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

3186