il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Movimento    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI

SITI WEB

Archivio notizie:: Altre notizie

Vademecum Legale per Manifestanti

a cura del Genoa Legal Forum

(6 Novembre 2002)

SUGGERIMENTI GENERALI

1. Portare sempre con sé un documento di identità (l'ideale è la carta d'identità) ed esibirla sempre ad ogni richiesta dell'autorità (Polizia, Carabinieri, Finanza, Vigili Urbani ecc.).
In caso non si abbia con sé il documento è obbligatorio, se richiesti, declinare le proprie generalità corrette; l'autorità può portare in ufficio la persona senza documenti per una verifica della correttezza delle generalità e per una più completa identificazione, pertanto avere con sé un documento consente spesso di evitare notevoli fastidi.
Il rifiuto di generalità è reato punito in alternativa con pena pecuniaria o pena detentiva.
Fornire generalità false è reato punito con pena pecuniaria o pena detentiva più elevata.
Nel caso in cui la richiesta provenga da persone in borghese, si può chiedere che la persona si qualifichi.
Peraltro dopo che l'agente si è qualificato torna obbligatorio fornire documenti e generalità.

2. Cercare di evitare il dialogo diretto con le forze dell'ordine, lasciandolo eventualmente ai responsabili delle associazioni, per evitare che anche le migliori intenzioni possano venire male interpretate.

3. Cercare di essere sempre vicini a qualche conoscente o ancor meglio di rimanere aggregati per gruppi di affinità, in modo da poter essersi reciprocamente di aiuto per ogni evenienza; cercare di tenere sempre gli occhi aperti su quello che succede intorno a sé, in modo che ogni manifestante possa diventare un testimone di eventuali lesioni di diritti che si possano verificare.

POSSIBILI REATI

Fare un elenco dei reati che possono essere commessi nel corso di una manifestazione è un grande esercizio di fantasia, nel senso che ogni tipo di reato può essere commesso in occasione di una manifestazione.

In realtà però quasi tutti i reati sono facilmente comprensibili e non è necessario una particolare spiegazione per capire, ad esempio, che cosa sono le lesioni personali, il danneggiamento, il furto, la rapina e che chi commette fatti del genere approfittando della manifestazione, può essere arrestato e risponde del suo comportamento.
Teoricamente è prevista l'aggravante di aver commesso i fatti in occasione di una manifestazione, ma generalmente non viene contestata.

La maggioranza dei reati indicati sono puniti con pene non elevatissime, ma prevedono la possibilità, spesso esercitata, di arrestare la persona colta in flagranza di reato, ossia la persona che viene bloccata nel momento in cui commette il reato o comunque subito dopo.

Vi sono invece alcuni reati che sono caratteristici ed intrinseci proprio alle manifestazioni e possono essere commessi anche con comportamenti che a prima vista potrebbero sembrare legittimi.

1) Resistenza a pubblico ufficiale (artt.336-339 c.p.).

La resistenza a pubblico ufficiale è punita se commessa con violenza o con minaccia.
Per resistenza si intende il costringere un pubblico ufficiale a fare od omettere un atto del proprio ufficio o comunque impedirgli di compiere un atto del proprio ufficio.
In tal senso quando il pubblico ufficiale sta facendo una 'carica', purché sia stata comandata legittimamente (ma sarebbe poi molto difficile dimostrare l'illegittimità della carica) sta compiendo un atto del proprio ufficio.
Per violenza si intende un qualunque comportamento che comporta l'utilizzo della forza, mentre per minaccia si intende un qualunque comportamento che minaccia l'uso della forza.
In tal senso è considerata violenza anche il semplice strattone dato per liberarsi dalla str

a cura del Genoa Legal Forum

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie dell'autore «Genoa Legal Forum»

8259