il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Libero Mercato

Libero Mercato

(7 Agosto 2011) Enzo Apicella
Dopo il declassamento dei titoli di stato USA, la Cina chiede garanzie e una risoluzione "strutturale" del debito nordamericano

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Consiglio aperto, si parla di Laika

San Casciano Signorini e Mazzei invitano cittadini, sindacati e associazioni - Resa dei conti per far il punto sul futuro insediamento

(23 Gennaio 2007)

SAN CASCIANO VAL DI PESA - Il consiglio comunale torna al lavoro sulla questione Laika. Lo farà il prossimo 26 gennaio alle 16,30 presso la biblioteca comunale riunendosi in una seduta aperta al confronto con i vari esponenti del territorio. L’invito a partecipare è stato esteso alle associazioni e alle organizzazioni sindacali locali per discutere e dare modo a ciascuno di esprimere le proprie considerazioni sulla variante Laika.

Ad illustrare le motivazioni di questa convocazione il sindaco Ornella Signorini e il presidente del consiglio comunale Gianni Mazzei “Gli amministratori di un Comune - spiega in apertura il primo cittadino - sono chiamati a svolgere il non sempre facile ruolo di analizzare il territorio, esaminarne le criticità e le potenzialità per poi cogliere le opportunità più orientate a migliorarlo e ad innalzare il livello dei suoi percorsi di sviluppo. L’insediamento della Laika al Ponterotto rappresenta un’irrinunciabile opportunità per la crescita del nostro territorio.

Della strategia politica che si intende attuare per concretizzare tale scelta, utile - lo ribadisco - a tutelare gli interessi del mondo del lavoro - discuteremo, spero in modo propositivo, nel corso del prossimo consiglio comunale che sarà volutamente aperto ai contributi e agli interventi di tutti gli attori del territorio, portatori degli interessi locali. A loro la seduta del 26 gennaio, indetta con il proposito di consentire ai cittadini di contemplare non una sola voce ma i diversi punti di vista espressi da più soggetti, darà l’occasione di riportare la propria posizione in un confronto politico che conta sulla partecipazione e sulla presenza di tutte le categorie sindacali e le associazioni socio-economiche locali.

Il consiglio darà anche a noi amministratori la possibilità di esplicitare un progetto che personalmente difendo con la massima trasparenza sin dai tempi della campagna elettorale, essendo inserito nel programma della coalizione. Mi aspetto che da questo incontro sorga un dibattito che, lungi dal decretare vincitori e vinti, metta in luce la strategia che si è inteso perseguire nell’interesse collettivo dei cittadini e dei lavoratori.

Non penso sia opportuno disperdere tempo ed energie rimettendo per l’ennesima volta in discussione le modalità del percorso attivato che riteniamo ovviamente essere corrette. Quello che ci interessa non è il terreno delle procedure, ma un confronto aperto sul piano politico con le diverse posizioni di una comunità che il territorio lo vuole vivere con seria consapevolezza e guardando anche alle prospettive future, agli obiettivi che possano assicurarle vitalità e dinamismo”.

“Come presidente del consiglio comunale - aggiunge Gianni Mazzei - sono orgoglioso del fatto che il consiglio, in tutte le sue componenti, si sia aperto ad un confronto e ad un dialogo con quanti hanno presentato le osservazioni alla Variante, dimostrando grande attenzione a tutte le voci contrarie al trasferimento dell’azienda.

La scelta di convocare un consiglio comunale aperto rappresenta un ulteriore passo di quel lavoro che i consiglieri, in seno alla commissione ambiente e territorio, hanno svolto con estrema puntualità e coerenza”.

IL Corriere di Firenze 17 Gennaio 2007

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «IL Caso Laika»

4693