il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Spead

Spead

(10 Luglio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

  • 18 Ottobre 2019 - Mestre (VE)
    Contro lo sfruttamento del lavoro e della natura, contro repressione e militarismo, per un fronte di lotta anti-capitalista

SITI WEB
(Call center e lotta di classe)

CON I LAVORATORI DELLA VODAFONE-OMNITEL IN LOTTA.

(9 Novembre 2002)

Con un’iniziativa assolutamente unilaterale Vodafone Omnitel ha deciso di passare dall’applicazione del contratto nazionale metalmeccanico a quello delle telecomunicazioni.

Le ragioni di questa scelta sono chiarissime .

Si tratta di un contratto che, scritto dentro la logica della concertazione e della svendita dei diritti e degli interessi dei lavoratori, lascia alle aziende la più larga libertà nel decidere orari di lavoro flessibili con condizioni salariali e normative peggiorative degli attuali accordi in essere .

Un aggravio ulteriore di una condizione di lavoro che riproduce, dietro la vetrina scintillante della New Economy, le stesse modalità di sfruttamento intensivo che appartengono all’organizzazione Taylorista della catena di montaggio, modalità finalizzate alla realizzazione del massimo numero di operazioni nel minor tempo possibile.

Per Vodafone Omnitel l’obiettivo è uno solo : Intensificazione dello sfruttamento della forza lavoro per realizzare il massimo dei profitti.

Questa logica va rovesciata .

Rifiutando nettamente il cambiamento di contratto con forme di lotta incisive dentro i luoghi di lavoro da un lato e dall’altro aprendo una campagna di massa di informazione che mostri a tutti la miseria reale di precarietà del lavoro e di sfruttamento che sta dietro le scintillanti pubblicità nel mondo della comunicazione.

C’è un’ulteriore ragione per mantenere i lavoratori Vodafone Omnitel all’interno del contratto nazionale metalmeccanico .

In questa fase di rinnovo del contratto nazionale di categoria, il più grande sindacato industriale del nostro paese la FIOM CGIL si prepara a varare, sottoponendola alla verifica del voto nelle fabbriche, una piattaforma che, dopo tanti anni di concertazione e di subalternità agli interessi delle imprese, parte finalmente dagli interessi dei lavoratori a partire da due questioni fondamentali : Il salario e i diritti.

La Fiom si pone apertamente l’obiettivo di un consitente aumento in busta paga che recuperi in maniera significativa la perdita reale del potere di acquisto dei salari e la lotta contro la precarizzazione del lavoro, riducendo nella misura più larga possibile lo spazio concesso proprio su questo terreno in questi anni alle aziende nei contratti e con le leggi varate da centrosinistra e centrodestra (in questo caso assolutamente Bipartisan).

E’ un’occasione da non perdere in una azienda in cui l’uso massiccio del lavoro precario ed interinale favorisce il massimo del controllo agendo la leva del ricatto sulla perdita del posto di lavoro .

I lavoratori ed il partito della Rifondazione Comunista sostengono la lotta dei lavoratori Vodafone-Omnitel

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA FEDERAZIONE DI PADOVA
VIA MONTE SOLAROLO 16 TEL 8726028 /8736422 email rifcompd@libero.it

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Call center e lotta di classe»

Ultime notizie dell'autore «Partito della Rifondazione Comunista»

5594