il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Fumo di fumo

Fumo di fumo

(6 Aprile 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Solidarietà e soccorso immediati per gli arrestati e gli incriminati del sud ribelle

comunicato di Soccorso Popolare (Padova)

(15 Novembre 2002)

Nuovo passo repressivo compiuto dal lacché Berlusconi e dalla magistratura nel quadro della guerra infinita contro i popoli e la classe.
Nella notte una cinquantina di perquisizioni in varie regioni d'Italia, una ventina di arresti tra cui segnaliamo particolarmente grave la compagna Vittoria Oliva di 61 anni gravemente ammalata.
E' la primma risposta alla grande mobilitazione contro la guerra di Firenze.
Chiediamo a tutti i compagni e a tutto il movimento un impegno, un soccorso solidale e immediato.
Ben si vede cos'è la guerra infinita da noi.

Per condurre l'operazione repressiva la magistratura ha usato l'eredità giuridica più fascista, l'articolo 270, quello inventato apposta per colpire i comunisti e gli antifascisti con il reato di opinione di associazione sovversiva.
Tale mostruosità è ancora in vigore in Italia e, con le "liste nere", è già passato in consegna alla libera Europa.
Il 270 bis, ter o quater che sia, sempre quello è: l'olio di ricino fascista, le manganellate preventive, un enorme sopruso del potere, una guerra preventiva contro i compagni e contro tutti quelli che si oppongono.
Questa merda di articolo è passato indenne attraverso tutta l'era democristiana e, dal 1975 in poi, attraverso il quarto di secolo di compromesso storico.
Adesso la repressioine di dispiega dopo le perquisizioni e le incriminazioni delle scorse settimane adesso la repressione si allarga ed ha come fine quello di stroncare l'organizzazione del movimento contro la guerra infinita e di critica sociale al regime dello sfruttamenti.

Dalle iniziative di stasera e domani qui nel Veneto ci proponiamo di mettere al centro del dibattito e dell'iniziativa la questione della solidarietà e del soccorso.
Che qualcuno prenda l'iniziativa di una riunione nazionale per organizzare un soccorso giuridico e materiale e delle azioni di massa incisive.
Noi aderiamo fin d'ora e portiamo i nostri contatti con avvocati che si sono dichiarati già disponibili.
Un caro saluto e un abbraccio ai compagni colpiti. Non vi lascieremo soli.

Soccorso Popolare

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «15-11-2002: libere tutte, liberi tutti!»

Ultime notizie dell'autore «Soccorso Popolare - Padova»

5583