il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

No a qualsiasi azione disciplinare nei confronti del compagno Turigliatto

(2 Marzo 2007)

La segreteria del circolo di Chianciano Terme pur criticando la scelta del compagno Turigliatto nel non partecipare alla votazione del Senato decisa dalla maggioranza del gruppo, esprime la netta contrarietà a provvedimenti disciplinari nei sui confronti. Turigliatto ha sbagliato nel metodo, ma per quanto riguarda il merito, il suo comportamento è perfettamente in linea con i valori di pace e non violenza rappresentati nel Parlamento dal PRC .
Inoltre la linea del partito uscita dal congresso di Venezia non prevedeva nessun avallo da parte del PRC ad ampliamenti di basi militari NATO in Italia, ma bensì una loro riduzione, tantomeno prevedeva l'avallo della guerra in Afganistan.

Lo stesso programma di Prodi non è in linea con la mozione presentata dal ministro D'Alema, pertanto consideriamo la scelta del gruppo del PRC al Senato, non in linea con la politica del Partito e con il programma presentato dall'Unione alle elezioni del 2005. Siamo consapevoli che tatticamente il comportamento di Turigliatto ha favorito il partito nascosto, quello dei vescovi, e lo stesso asse D'Alema-Andreotti-Cossiga in quanto ha permesso loro di spostare a destra l'asse del governo, facendo ricadere la colpa su chi, nobilmente, è stato coerente con le proprie idee.

Pertanto la nostra contrarietà a qualsiasi azione disciplinare nei confronti del compagno Turigliatto è totale, per i due aspetti fondamentali sopra citati e cioè:
1) non è supportata da giustificazioni politiche;
2) sarebbe deleteria per la vita del PRC che dal 1991 ha già avuto troppe scissioni: Crucianelli - Magri - Cossutta - Ferrando e tanti abbandoni silenziosi.

ORA BASTA
Vogliamo lavorare per unire e non per scindere".

Segreteria del circolo Ezio Santoni di Chianciano Terme

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

3811