il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Pro mutuo mori

Pro mutuo mori

(19 Settembre 2009) Enzo Apicella
In un attentato a Kabul, sono colpiti due blindati italiani, uccidendo 6 parà della Folgore

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

Iniziative a Milano in preparazione del corteo del 9 giugno a Roma contro la visita di Bush

(28 Maggio 2007)

MERCOLEDI 30 MAGGIO: incontro di movimento in via Volturno per organizzare le iniziative in preparazione al corteo del 9 giugno

SABATO 2 GIUGNO: presidio ore 15 in piazza Cordusio indetto dal Coordinamento Milanese Contro la guerra

MERCOLEDI 6 GIUGNO: assemblea pubblica al CSA Vittoria ore 21.30 in preparazione al corteo del 9 giugnO

9 giugno corteo a Roma contro la visita di Bush

Il CSA Vittoria aderisce all’appello nazionale per il corteo del 9 giugno a Roma:

Il 9 giugno Bush arriva a Roma per dettare le sue condizioni agli alleati per continuare la guerra. Il governo di centro sinistra dimostra che, al di là della schermaglie verbali, è pronto ad assumere nuovi incarichi al fianco dell’alleato statunitense: già nelle ultime settimane Prodi ha assicurato rinforzi in Afghanistan con ulteriori armamenti e con l’ulteriore invio di soldati.

D’altronde la politica internazionale e militare dell’attuale governo è in linea di parziale continuità con il precedente governo di centro destra confermando la presenza nelle guerre e in territori di occupazione.
Basta ricordare che l’Italia ha preso il comando della missione ONU in Libano occupando il territorio al confine di Israele per creare un cuscinetto di difesa per l’alleato sionista e confermare la politica di intervento in medio oriente in linea con la politica del governo Usa.
L’unico elemento di discontinuità con il governo Berlusconi è la volontà di racimolare un pezzo di torta maggiore nella spartizione del controllo delle risorse in medio oriente e acquisire un maggiore spazio nel panorama internazionale senza tra l’altro mettere in discussione i meccanismi di alleanza e di subalternità con il governo Bush.
A conferma di tale impegno il governo di centro sinistra nelle ultime finanziarie e manovre economiche ha aumentato a dismisura le spese militari tagliando gli investimenti nel sociale (scuola, sanità,..) e aumentando la precarietà.

A fronte del progressivo aumento delle attività belliche delle potenze occidentali, i popoli del medio oriente resistono per la propria autodeterminazione impedendo che i propri territori siano rapinati. In particolare vogliamo sottolineare che nonostante gli ipocriti appelli alla pace della comunità internazionale, prosegue l’embargo all’autorità palestinese che mira a creare divisioni e confli tti interni, e continuano le aggressioni di Israele e la sua politica di apartheid contro il popolo palestinese.

TUTTI IN PIAZZA IL 9 GIUGNO A ROMA!

· CONTRO LA POLITICA IMPERIALISTA STATUNITENSE E DEI SUOI ALLEATI
· PER IL RITIRO DI TUTTE LE TRUPPE E LA CHIUSURA DI TUTTE LE BASI
· CONTRO LA FINANZIARIA DI GUERRA
· AL FIANCO DELLA RESISTENZA DEI POPOLI IN LOTTA PER LA LORO AUTODETERMINAZIONE.

C.S.A.Vittoria - Milano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

Ultime notizie dell'autore «Centro Sociale Autogestito Vittoria»

3661