il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Aiuto!

Aiuto!

(2 Maggio 2012) Enzo Apicella
A Torino contestato Piero Fassino al corteo del primo maggio. La polizia interviene con una carica pesante e immotivata.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Trieste: Solidarieta' agli attacchini di attac!

comunicato del gruppo anarchico Germinal di Trieste

(29 Novembre 2002)

Sebbene con un po' di ritardo vogliamo esprimere la nostra solidarietà ai tre attivisti di Attac vittime dell'intimidazione di giovedì scorso durante un'affissione.

Invitiamo tutti/e a non farsi intimidire e a continuare a praticare tutte le forme di libera espressione e di circolazione delle idee di libertà.

NE AFFIGGEREMO TANTI
NE AFFIGGEREMO ANCORA!


Gruppo Anarchico Germinal
aderente alla Federazione Anarchica Italiana-FAI

p.s. al + presto faremo un piccolo vademecum pratico-legale per le affissioni.

p.p.s. alleghiamo il comunicato di Attac per chi non fosse a conoscenza dei fatti.


TRIESTE

giovedi notte tre compagni di attac sono stati fermati mentre attachinavano per la manifestazione di oggi pomeriggio a cosenza e in tutta italia, compresa trieste.

identificati senza nessuna provocazione o resistenza da parte loro, sono stati perquisiti e portati in caserma dove hanno subito un interrogatorio senza alcun avvocato, con il solito cliche' dei due buoni e dei due cattivi che intimidiscono e provocano (i due cattivi non compaiono nel verbale di sequestro dei volantini, che e' l'unico verbale che esista.. del resto non c'e' traccia).

dopodiche'... vengono fotografati e schedati!!

a parte un'enorme cretineria, e' una provocazione, che ha due aspetti.

Cercare una nostra reazione esagerata, incendiaria, che avrebbe conseguenze pesanti non solo su di noi ma su tutto il movimento e sulle compagne e i compagni arrestati.

Oppure, dall'altra parte, cercare di ricacciarci nelle nostre case, cercare che noi non si faccia nulla, che noi tutti non ci indignamo irremovibilmente come Cittadini. E' un modo per capire quali limiti possono oltrepassare, quanto dura puo' essere la repressione senza che noi si reagisca con gli strumenti che la legalita' e la Democrazia ci danno per difenderci dai soprusi di uno Stato che sempre piu' minaccia di diventare uno Stato di Polizia.

Se questo sopruso passa sotto silenzio, diventera' davvero normale portare le persone in caserma; diventera' normale la schedatura illegale. La prossima volta, arriveranno gia' con i manganelli.

Un diritto fondamentale del Cittadino e' la difesa dallo Stato. Se vi rinuncia, esso e' perduto.

Quanto e' accaduto riguarda tutti, perche' riguarda il Diritto. Riguarda tutti, perche' e' una repressione al movimento, al dissenso e non a singoli individui: e' un atto politico e come tale va trattato.

Un atto grave: le forze dell'ordine non hanno il diritto, ne' devono averlo sul campo, di "rapire" i Cittadini dalla strada senza alcun motivo e schedarli nei fatti per Reato d'Opinione.


Queste poche righe, spedite a giornali e televisioni locali e nazionali, non per alzare la tensione ma per dire forte che esistono dei limiti che nessuno puo' permettersi di oltrepassare: la Democrazia si difende apertamente, sulla stampa, nelle piazze, oltre che nei tribunali.

Non importano i nomi, importano i diritti, che sono quelli di tutti. Oggi dobbiamo gridarli, difenderli, estenderli. Lo avevamo visto al sud e cominciamo a vedere la nascita di laboratori della repressione dappertutto. Se non ci opponiamo ad ogni passo, a ogni breccia che aprono, a ogni scalfittura, ci troveremo a dover difenderci da molto peggio che non quanto e' successo a trieste.

attac trieste

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Gruppo Anarchico Germinal - Trieste»

5946