il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Victory

Victory

(8 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Sequestrato dalla magistratura il MUOS per violazione delle leggi sull'ambiente.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

No Dal Molin 13, 14 e 15 settembre: tre giorni di azioni dirette: municipio, caserma ederle e dal molin gli obiettivi

Presentate all’Assemblea del Patto di Mutuo Soccorso le iniziative del prossimo fine settimana

(9 Settembre 2007)

Sono state presentate durante l’Assemblea nazionale del Patto di Mutuo Soccorso le tre manifest/azioni che concluderanno la settimana di mobilitazione contro la costruzione della nuova base Usa a Vicenza. Tre sono gli obiettivi individuati dai cittadini del Presidio Permanente: il Consiglio Comunale, come luogo in cui è stata tradita la volontà di gran parte della comunità locale; la caserma Ederle, come simbolo delle politiche di guerra che, tra gli “effetti collaterali”, hanno i lutti e le distruzioni nei teatri di guerra e la militarizzazione e la devastazione dei territori che vengono utilizzati come avamposti d’attacco; l’aeroporto Dal Molin, in quanto luogo all’interno del quale si vuole realizzare il progetto contrastato nell’ultimo anno da tantissimi cittadini, vicentini e non.

Sarà, ancora una volta, la creatività il filo conduttore delle mobilitazioni del Presidio Permanente. Come è avvenuto in questi mesi, le iniziative organizzate saranno pubbliche e partecipate. Del resto il Festival No Dal Molin, che ha aperto i battenti il 6 settembre, ha dimostrato ancora una volta quanto ampio e trasversale è il movimento che si batte contro la costruzione della nuova base Usa.

Il 13 settembre sarà il giorno in cui sarà contestato, ancora una volta, il Sindaco di Vicenza; un Sindaco che non ha esitato e definire “barbari” i cittadini vicentini contrari alla realizzazione della base e che ha favorito in tutti i modi i progetti statunitensi, ignorando la volontà della comunità locale. Dimostreremo che la Giunta vicentina è ormai isolata dalla città che non si riconosce più in quanti hanno trattato segretamente la realizzazione della nuova installazione militare. L’appuntamento è fissato alle 16.30 di fronte a Palazzo Trissino, in C.so Palladio

Venerdì 14, invece, bloccheremo la caserma Ederle, centro logistico e gestionale delle forze statunitensi nei teatri di guerra. Loro vogliono militarizzare e devastare la nostra terra, noi vogliamo dimostrargli quanto difficile sarà operare nella nostra città, per rivendicare il diritto di poter destinare ad uso civile, per la collettività, spazi fisici importanti del nostro territorio oggi occupati da servitù militari.

Sabato 15 settembre sarà la volta dell’ultima, ma non meno importante, iniziativa. Inizieranno, infatti, i lavori per la realizzazione del nuovo parco pubblico all’interno dell’area del Dal Molin. Partiremo in corteo dall’area del Festival alle 9.30 per andare a piantare decine di pini all’interno del Dal Molin dove l’Altrocomune intende realizzare la più grande area verde della città. Alla manifestazione si congiungerà anche il corteo studentesco che partirà dal P.le della Stazione alle 9.30.

Vicenza, 9 settembre 2007

Presidio Permanente No Dal Molin

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «No basi, no guerre»

Ultime notizie dell'autore «Presidio Permanente "No dal Molin"»

3264