il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Primavera

Primavera

(8 Febbraio 2011) Enzo Apicella
4 bambini Rom muoiono nell'incendio della loro roulotte causato forse da una stufetta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La tolleranza zero)

Finestre rotte

(15 Settembre 2007)

S’è tornati a parlare di lotta alla criminalità e di Tolleranza Zero. Pochi sanno che TZ, attribuita al sindaco di New York Rudolf Giuliani, è la corruzione di una teoria e di una pratica ben più nobile nota come Fixing Broken Windows (letteralmente riparare le finestre rotte), ideata da Kelling e Wilson (The Atlantic Monthly, March 1982), che si basa su tre pilastri
La quantità reale del crimine e la percezione che di esso ha la gente sono due entità diverse e non necessariamente collegate fra di loro.
La presenza della polizia non dev’essere sentita dai cittadini come un’occupazione militare, ma come un aiuto.
L’abbandono crea abbandono. Se una casa ha una finestra rotta e nessuno la ripara ben presto tutte le finestre saranno rotte.
Da qui il nome della teoria.

FBW prende il nome dalla constatazione di Zimbardo che, se una cosa ha l'aria di essere stata abbandonata dal proprietario, in breve verrà distrutta. Una casa con una finestra col vetro rotto le avrà ben presto tutte rotte. Quindi occorre intervenire subito contro il degrado (detto in Italia fa morire dal ridere) perché la sensazione del crimine è strettamente collegata al disordine e ci fa credere che i crimini aumentino anche quando diminuiscono.

NOTA
(In Italia, come abbiamo visto a Milano all'inizio del 1999 e in tante altre occasioni, a un calo della criminalità è seguita una crescita della sua sensazione. Gli omicidi, fra il 1991 e il 2001, sono passati da 1.900 a 600, ma Berlusconi giurava fossero triplicati.)


Il meccanismo per cui avviene questa cosa è incredibile, ma facilmente spiegabile
Immaginiamo un’anziana signora che va a fare la spesa. Incontra sul portone un paio di extracomunitari che parlottano fra loro. La signora non capisce cosa dicono e ne ha istintivamente timore, anche se i due sono persone onestissime. Poi trova le auto parcheggiate sul marciapiede, la spazzatura lasciata fuori dal cassonetto e magari una siringa. Al negozio ascolta le lamentele del negoziante sul crimine e sulle tasse (che in Italia si ama evadere). Sulla via del ritorno è importunata da un ragazzotto, dall'aria tossica, che le chiede qualche spicciolo. La nostra signora torna a casa con una forte sensazione di insicurezza, che le è poi ingigantita dai giornali e dalle morbose trasmissioni televisive. Così la nostra vecchietta, che non è mai stata scippata, che non è mai stata rapinata, che non ha mia visto un omicidio in vita sua, che è stata truffata solo dalla sua banca e dallo Stato, se ne andrà a letto sicura di essere sfuggita solo per caso alle grinfie di un serial killer.
Il rimedio proposto da FBW è quello di fare girare per il quartiere un poliziotto a piedi. In breve il nostro agente sarà in grado di conoscere vita, morte e miracoli di tutti gli abitanti del suo territorio. La sua presenza non ridurrà i crimini gravi: l'imprenditore che ricicla i soldi della mafia non si preoccuperà minimamente della sua presenza, come questa non fermerà la mano assassina di un marito geloso o una banda di rapinatori, ma il nostro poliziotto di quartiere renderà molto difficile commettere le infrazioni e i piccoli reati che per tanti italiani sono assolutamente normali: lavoro nero, lavoro senza norme di sicurezza, merci non fatturate, affitti in nero, bambini maltrattati, auto in divieto di sosta, spazzatura abbandonata, abusivismo edilizio, rumori molesti, ecc. Il nostro poliziotto ridurrà così il disordine del quartiere e quindi la percezione del crimine, creando una situazione favorevole alla collaborazione della popolazione con le forze dell'ordine, in modo da rendere più facile la soluzione dei crimini gravi. Inoltre una situazione di controllo farà da prevenzione al crimine spicciolo.
Fixing Broken Windows è stata applicata con vario successo in America e ha generato una quantità di studi e libri, ma è ormai opinione comune che gran parte della riduzione del crimine, osservata durante la presidenza Clinton, fosse dovuta alle migliorate condizioni economiche, più che ai poliziotti in giro per i quartieri o all’imprigionamento di massa. In particolare si è fatto notare che il crimine è diminuito sia New York che a Boston (dove però ai negri non si insegnava a sopravvivere ad un arresto della polizia), ma anche a Washington DC, dove FBW era solo una sigla.

Ora si cerca di farne un’italica imitazione. Mentre in Italia non abbiamo alcuna emergenza lavavetri, graffittari o Rom, ma piuttosto abbiamo l’emergenza Previti e quella Tanzi. Non riuscendo a metterli in prigione finiremo col rifarci manganellando un po’ di extracomunitari, lasciando il resto del mondo come sta.
Amen

Dott. Claudio Giusti, Forlì

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La tolleranza zero»

Ultime notizie dell'autore «Claudio Giusti - Forlì»

5494