il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Anniversario

Anniversario

(11 Settembre 2010) Enzo Apicella
Anniversario del golpe in Cile

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(America latina: un genocidio impunito)

  • C.I.C.A
    Collettivo Italia Centro America

America latina: un genocidio impunito

(145 notizie dal 2 Luglio 2002 al 26 Aprile 2020 - pagina 4 di 8)

Mariano ferreyra presente!

Il proletariato sta tornando protagonista del nuovo secolo, ma è tornato a scorrere anche il sangue pagato dai militanti rivoluzionari: a migliaia nel mondo arabo, a decine in America Latina, tra cui il nostro compagno Mariano Ferreyra assassinato lo scorso anno dalla burocrazia sindacale. Il 20 ottobre del 2010, quando apprendemmo dell'uccisione di Mariano, e del ferimento di Elsa Rodriguez...

(20 Ottobre 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Haiti' paese occupato e dimenticato.

Consulti qualsiasi enciclopedia. Chieda quale è stato il primo paese libero in America. Riceverà sempre la stessa risposta: gli Stati Uniti. Ma gli Stati Uniti dichiararono la loro indipendenza quando erano una nazione con seicentocinquantamila schiavi, che continuarono ad essere schiavi per un secolo, e nella loro prima Costituzione stabilirono che un nero valeva i tre quinti di una...

(29 Settembre 2011)

Eduardo Galeano (Scrittore, saggista e poeta uruguaiano, autore, tra gli altri libri, di “Le vene aperte dell’America Latina”)

11 settembre 1973, migliaia di morti nel golpe cileno

Organizzato dagli stati uniti, contro il governo di unidad popolar di salvador allende

Il golpe, venne sostenuto e preparato nei minimi dettagli dalla Cia. I servizi segreti della "più grande democrazia del mondo" finanziarono e incoraggiarono diversi tentativi di golpe a partire dal 1970. John Ranelagh, autore del libro "L’agenzia: ascesa e declino della Cia", spiega che la decisione di preparare il golpe venne presa in una riunione segreta del Comitato 40, composto da...

(11 Settembre 2011)

Associazione Culturale CASA ROSSA

L'11 Settembre che nessuno ricorda...

L'11 settembre 1973 Victor Jara (1932-1973 cantante e uomo di teatro, autore di canzoni che parlavano soprattutto della vita della gente umile, dell’amore ma anche dell’impegno civile e politico), fu arrestato dai militari fascisti di Pinochet e imprigionato nel famigerato Estadio Nacional de Chile (detto "Estadio Chile"). Vi rimase per sedici giorni, durante i quali, con mezzi di fortuna,...

(11 Settembre 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Guatemala al voto. Democrazia a rischio e violenza nelle strade

Domenica 11 settembre il Guatemala andrà alle urne per le elezioni presidenziali ed i sondaggi danno in vantaggio, con il 40% dei consensi, Otto Perez Molina, del partito di destra Partido Patriota. Se vincesse Molina, per la prima volta dalla fine della dittatura nel 1985, un militare potrebbe diventare presidente, infatti Molina è un ex generale in pensione con un passato che fa discutere. Nel...

(8 Settembre 2011)

Valentina Valentini DirittiDistorti

Elezioni presidenziali in Perù: verso il ballottaggio

11-04-2010/17:14:40-Ballottaggio per le elezioni presidenziali in Perù: si dovrà decidere se la presidenza andrà a Hollanta Humala, che con lo spoglio ancora in corso del voto di ieri sta registrando un vantaggio su Keiko Fujimori, che sembra in testa nella sfida per il secondo posto, e sull'ex banchiere ed ex primo ministro liberale Pedro Pablo Kuczynski. Mentre i commentatori...

(11 Aprile 2011)

Mila Pernice, RCA

Bolivia: Vicepresidente denuncia manovre della destra per far cadere il governo sul problema del narcotraffico

Il Vicepresidente della Bolivia, Alvaro Garcia Linera, denuncia una nuova offensiva da parte della destra boliviana per far cadere il governo di Evo Morales , utilizzando il problema del narcotraffico. In un incontro con i cocaleros ( coltivatori di coca ) il Vicepresidente afferma che ci sono stati diversi tentativi, falliti, per destabilizzare il governo socialista del primo Presidente indigeno...

(27 Dicembre 2010)

Redazione Nuestra America

Bubboni

Argentina Crepa a 84 anni l'ammiraglio Eduardo Massera, membro della giunta militare installata per determinazione degli USA (immutabili nei secoli) nel 1976 e rimasta a massacrare il paese e il suo popolo fino al 1983, quando, a neoliberismo installato, si poteva procedere con governi, sempre vassalli, ma dalla vernice democratica. Purtroppo, a dispetto del buon lavoro fatto dai Kirchner, presidenti...

(10 Novembre 2010)

Fulvio Grimaldi

E’ morto Nestor Kirchner. Un progressista 'per caso'

28-10-2010/15:55 --- Forse il paragone più vicino alla morte di Néstor Kirchner è quello con la scomparsa di Juan Domingo Perón nel 1974. Una figura centrale, circondata da amore e odio, attorno alla quale la politica del suo paese ha orbitato per anni. C'è però una differenza fondamentale: senza Perón, l'Argentina è piombata in una tremenda...

(28 Ottobre 2010)

Thais Palermo Buti, Radio Città Aperta

Assassinato un compagno del Partido Obrero argentino.

“Le nostre bandiere oggi sono a lutto, pagheranno caro, pagheranno tutto “ Una squadraccia armata del sindacalismo peronista spara contro una manifestazione di operai ferroviari uccidendo un militante del PO, ferendone in maniera gravissima un'altra e colpendo altri lavoratori. Mercoledì scorso, 20 ottobre, il compagno Mariano Ferreyra, militante di 23 anni del nostro partito...

(23 Ottobre 2010)

Comitato Esecutivo Partito Comunista dei Lavoratori

Abbiamo fermato il golpe reazionario: Ora occorre dare al processo un contenuto rivoluzionario.

La lettura del fallito golpe in Ecuador fornita dal PCE da: "El Pueblo", organo del Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Ecuador 05/10/10 Il 30 settembre 2010 il popolo ecuadoriano, i versanti costituzionalisti delle forze armate e della polizia ed il coraggio del presidente Rafael Correa hanno sconfitto un complotto golpista, mascherato da rivendicazioni economiche e professionali,...

(21 Ottobre 2010)

Traduzione dallo spagnolo per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Messico e nuvole. rosse. seconda parte.

Murales di Emiliano Zapata a Magdalena, con Gianni Proiettis; con dirigenti Triqui di S. Juan Copala; scritta; posteggiatore a Oaxaca; striscione e assemblea nazionale a Magdalena Ocotlan Foto di Marco Diotallevi La lotta del proletariato e dei popoli rivoluzionari per la trasformazione del mondo comporta la realizzazione dei seguenti compiti: trasformazione del mondo oggettivo e, nello stesso tempo,...

(7 Ottobre 2010)

Fulvio Grimaldi

Messico e nuvole. nere.

Sacrario per le vittime di Chihuahua, la discarica di Tapachula, il "muro" Usa al confine con il Messico, (Foto di Marco Diotallevi) Ci sono soltanto due errori che si possono commettere silla via alla verità: non andare fino in fondo e non iniziarla. (Budda) Aveva visto bene Paolo Conte, ripreso da Jannacci, quando le ha cantate al cielo cobalto del Messico. Chissà se le aveva osservate...

(5 Ottobre 2010)

fulviogrimaldi.blogspot.com

Dall'ecuador, per colombia, honduras e messico, la rotta della droga e del petrolio usa

Signori, se volete ammazzare il presidente, eccolo qua: uccidetemi se ne avete il coraggio, anzichè stare lì vigliaccamente nascosti nell'ombra. (Rafael Correa quando, volendo dialogare con i poliziotti, si vede bersagliato dai gas e picchiato) Volete occupare le caserme, volete abbattere i cittadini indifesi, volete tradire la vostra missione di poliziotti, il vostro giuramento, ma...

(2 Ottobre 2010)

Fulvio Grimaldi

Colpo di stato in Ecuador: l’America latina integrazionista è più forte del golpismo

“Chi ha versato il sangue di compatrioti (nella foto il corpo di Froilán Jiménez, caduto per liberare il presidente, pianto da un commilitone) sappia che non dimenticheremo né perdoneremo”. E’ questo un passaggio non banale del discorso di Rafael Correa davanti a migliaia di sostenitori dopo 11 ore di sequestro in un ospedale della polizia e dopo essere stato...

(2 Ottobre 2010)

Gennaro Carotenuto

¡Ecuador no será el Chile del 73'!

No al golpismo fascista

Este instante, decenas de miles de ecuatorianos que durante la mañana se habían concentrado en las afueras del Palacio de Gobierno, se movilizan al Hospital de la Policía y el Regimiento Quito No. 1, donde se encuentra el compañero Presidente Rafael Correa, quien en su última alocución radial hace varios minutos ha dicho que preferirá que lo disparen...

(2 Ottobre 2010)

Alexis Ponce Ecuador

Ecuador: fallito il tentativo di colpo di stato

01/10/2010 14:33:39 --- Il tentativo di colpo di stato avvenuto ieri in Ecuador ha evidenziato ancora una volta come la destra, ed i suoi sostenitori interni ed esterni, stia cercando di bloccare i processi di avanzamento sociale e di integrazione in atto in America Latina. Nelle prime ore di ieri, orario di Quito, reparti della polizia hanno occupato alcune caserme il tutto, si è detto all’inizio,...

(1 Ottobre 2010)

Radio Città Aperta

Rafael correa liberato da un blitz. fallito il golpe fascista in ecuador

Il Colpo di Stato fascista in Ecuador è fallito. All'alba (ora italiana) il Presidente Rafael Correa è stato liberato dalle forze armate a lui fedeli con un blitz, dopo essere stato tenuto sequestrato dai fascisti di Lucio Gutierrez (destra interna manipolata da Washington) e tenuto ostaggio presso l'Ospedale metropolitano di Quito. Mentre scriviamo (ore 6.25 di Venerdì 1 Ottobre)...

(1 Ottobre 2010)

La Redazione di Comunisti Uniti

Colpo di stato in Ecuador, è stallo. Correa ancora assediato, il popolo in strada per difendere la democrazia

01-10-2010/01:10 --- In poche ore l'Ecuador é precipitato nel caos: quella che è nata come la protesta, violenta, di alcuni settori della polizia sostenuti da una parte dell’esercito contro l'eliminazione da parte del governo di alcuni bonus salariali agli esponenti dei servizi di sicurezza, si è trasformata - o molto più probabilmente copriva - in un tentativo di...

(1 Ottobre 2010)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Dopo l'Honduras tocca all'Ecuador? Polizia e militari occupano le caserme e l’aeroporto di Quito. Correa ferito

30-09-2010/18:42 - (aggiornato alle 19.20) Situazione tesissima in Ecuador, dopo che in mattinata migliaia di soldati e agenti di polizia hanno occupato diverse caserme di Guayaquil e le piste dell'aeroporto di Quito, ufficialmente per protestare contro una nuova legge che, a loro dire, riduce alcuni loro benefici economici. I media locali stanno mostrando immagini di polizioti o di soldati che hanno...

(30 Settembre 2010)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |    >>

287369