il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Hiroshima

Hiroshima

(7 Agosto 2010) Enzo Apicella
65 ° anniversario dell'eccidio atomico di Hiroshima

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Frosinone/Rieti. Aree di crisi complessa. PCI: subito un intervento per i lavoratori senza soldi dal 2 gennaio 2020
    Già da prima del coronavirus questi lavoratori attendevano un sostegno, ora è dramma sociale
    (29 Marzo 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Il nuovo ordine mondiale è guerra)

    Il nuovo ordine mondiale è guerra

    (1157 notizie dal 22 Maggio 2002 al 15 Febbraio 2020 - pagina 11 di 58)

    oltre liturgie, preghiere, ritornelli
    CONTRO LA GUERRA.

    oltre liturgie, preghiere e ritornelli CONTRO LA GUERRA. L'esercitazione della guerra mondiale in medio oriente, alla ricerca di un nuovo equilibrio di potenza che sostituisca il vecchio infranto dal 1989 e dalla crisi, sta entrando nel vivo. I blocchi imperialisti, ed al proprio interno i singoli stati nazione spesso in competizione tra loro, stanno disponendo uomini ed armi, tutti egualmente interessati...

    (6 Marzo 2016)

    Pino ferroviere

    Il Libano nel mirino di Arabia Saudita e Turchia

    Le sei monarchie del Consiglio di Cooperazione del Golfo (CCG), cioè Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Oman, Qatar e Kuwait, hanno dichiarato Hizbollah come “organizzazione terroristica”, ha annunciato il segretario generale del consiglio Abdelattif Zayani. La scelta di includere il partito libanese sciita nell’elenco delle organizzazioni terroristiche è...

    (4 Marzo 2016)

    Stefano Mauro

    Califfato e barbarie (seconda parte)

    di Tristan Leoni

    [Tratto dal sito francese DDT21 e tradotto a cura della nostra redazione] «Progetto utopico di costruzione di uno Stato su basi interamente nuove, l'IS rappresenta più un'islamizzazione della rivolta che una radicalizzazione dell'Islam, eco di una confessionalizzazione che ritroviamo un po' dappertutto, dalla destra conservatrice americana alle banlieues francesi. La sua violenza non...

    (4 Marzo 2016)

    il lato cattivo

    SOLIDARIETÀ AGLI STUDENTI CHE HANNO CONTESTATO PANEBIANCO

    In un recente editoriale apparso sul Corriere della Sera, il professore Panebianco, dopo aver difeso il Muos, ritenendolo un prezioso strumento di difesa per prevenire eventuali attacchi missilistici e dopo avere ridicolizzato le mobilitazioni di chi si oppone, si è spinto oltre, scrivendo testualmente quanto segue: “Ciò che accade attorno a noi, dovrebbe convincerci di quanto...

    (26 Febbraio 2016)

    ROSS@ Bologna

    Il 2016 sarà ancora anno di crisi del capitale mondiale e di lotta operaia

    Il nostro sicuro pronostico per il nuovo anno è che il capitalismo continuerà a portarsi dietro tutti i suoi vecchi vizi deformità e guasti che da troppo tempo ormai appestano il suo decrepito regime. Subito abbiamo avuto una nuova scossa delle borse asiatiche, partito dalla Cina. Questo rigurgito della infinita crisi finanziaria, oltre i suoi motivi contingenti, dimostra che...

    (25 Febbraio 2016)

    Partito Comunista Internazionale

    Libano: guerra a distanza tra Arabia Saudita e Iran

    L’Arabia Saudita fa alzare la tensione in Libano. Dopo l’annuncio da parte della monarchia saudita di non finanziare più una fornitura di armi francesi con una commessa da 3 miliardi di dollari, l’atmosfera tra i due schieramenti: “8 marzo” filo- siriano e guidato da Hizbollah e Corrente Patriottica Libera e schieramento “14 Marzo” filo-occidentale...

    (25 Febbraio 2016)

    Stefano Mauro

    Il nostro 12 marzo contro la guerra

    Aderiamo all’appello per manifestare in tutto il paese il prossimo 12 marzo. Crediamo che la costruzione di un ampio movimento contro la guerra sia una priorità che tutto il movimento sindacale dovrebbe assumere in questa fase. Nella lunga crisi in corso, per salvaguardare i profitti e la stessa riproduzione del capitale, si stanno diffondendo disoccupazione e miseria, si sta comprimendo...

    (23 Febbraio 2016)

    sindacatounaltracosa.org

    ANSIE GUERRAFONDAIE
    DELL'IMPERIALISMO DI CASA NOSTRA

    Editoriale del n. 38 di "Alternativa di Classe" Dati INPS evidenziano che l'occupazione “finalmente in aumento” nel 2015, di cui il premier Renzi si riempie la bocca, deriva sostanzialmente sia dall'incremento dei contratti a tempo determinato, sia, soprattutto, dal boom dei “voucher”, ora venduti anche dai “tabacchini”, grazie all'entrata in vigore del Decreto n.81/'15,...

    (17 Febbraio 2016)

    Alternativa di Classe

    I rumori di guerra si fanno sempre più forti

    Nonostante la telefonata tra Putin ed Obama che, a detta dei media, avrebbe rasserenato il clima dopo le dichiarazioni minacciose di ieri del Primo Ministro francese Manuel Valls, del premier russo Dmitri Medvedev e del Segretario di Stato Usa Kerry, tutta l’area a ridosso della Siria si surriscalda. La Turchia, forte dell’impunità finora concessa dai suoi padrini occidentali continua...

    (15 Febbraio 2016)

    RETE CONTRO LA GUERRA ED IL MILITARISMO – NAPOLI

    SULL’ORLO DELLA GUERRA

    Ormai da molto tempo nubi di guerra stanno addensandosi sullo scenario geopolitico mondiale: fin qui però tutti gli allarmi, pur giustificati dai fatti, sono apparsi passare in secondo piano e pare proprio impossibile sviluppare un movimento per la pace provvisto della necessaria tensione internazionalista e in grado di mobilitare le masse. Gli ultimi avvenimenti, in particolare sul teatro...

    (14 Febbraio 2016)

    Franco Astengo

    Bandiera Usa sull’Europa

    Partecipando (come ormai d’obbligo) all’incontro dei ministri della difesa Ue il 5 febbraio ad Amsterdam, il segretario della Nato Jens Stoltenberg ha lodato «il piano degli Stati uniti di accrescere sostanzialmente la loro presenza militare in Europa, quadruplicando i finanziamenti a tale scopo». Gli Usa possono così «mantenere più truppe nella parte orientale...

    (9 Febbraio 2016)

    Manlio Dinucci, il manifesto

    “L’occidente si è rinchiuso nella sua fortezza a digerire il bottino”

    Vedere un convegno che rimette in discussione l’adesione dell’Italia alla Nato in un aula parlamentare, è decisamente uno scenario al quale non eravamo abituati. Merito del Movimento 5 Stelle che venerdi 29 gennaio ha organizzato un incontro nell’aula magna dei gruppi parlamentari di Montecitorio dal titolo significativo: “Se non fosse Nato”. Introdotto da un...

    (1 Febbraio 2016)

    Sergio Cararo - Contropiano

    Ricordando Ernesto Cardenal

    Di Carlos Riba Garcìa; da: rebelion.org; 21.1.2016 91 anni fa, il 20 gennaio 1925, nacque Ernesto Cardenal, poeta, sacerdote, rivoluzionario, scrittore, politico nicaraguense. Ricordiamolo con questa sua poesia: Il cellulare Parli nel tuo cellulare, e parli e parli. Senza sapere come è stato fatto e meno ancora come funziona, però che importa. La cosa grave è che non...

    (22 Gennaio 2016)

    Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

    Libia: la piazza chiede diplomazia; la Germania chiede le bombe – e l'Italia, chi ascolterà?

    Sale il rischio di attentati in Italia

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo Dopo le manifestazioni riuscite di sabato contro la guerra permanente, urge ora incalzare di continuo il governo, sollecitato da più parti a mandare l'Italia in una nuova e catastrofica avventura militare in Libia. Venticinque anni di guerra evidentemente non bastano a certi paesi della Nato, preoccupati per il caos che regna in Libia. Venticinque anni...

    (20 Gennaio 2016)

    Patrick Boylan - Peacelink

    Pakistan, nuova strage di studenti

    Ennesimo massacro di studenti, come a Peshawar a fine 2014. In quell’occasione si trattava di figli di ufficiali dell’esercito di Islamabad che frequentavano le scuole dell’obbligo presso un complesso privato. Ne furono uccisi centoquarantaquattro. Stamane le ventuno vittime sono universitari e qualche docente della struttura Bacha Khan, sita a Charsadda, sempre nel nord-ovest pakistano,...

    (20 Gennaio 2016)

    Enrico Campofreda

    Fermiamo le guerre in corso e in preparazione!

    30 gennaio: un dibattito pubblico a Mestre

    DIBATTITO PUBBLICO A MESTRE (VE) SABATO 30 GEN. H. 15.30, CENTRO CANDIANI 1° PIANO Partecipano_ Comitati No Trident (Napoli), Donne in rete per la pace, Donne No Dal Molin (Vicenza), Collettivo Pax Christi (Marghera), Comitati No Muos (Sicilia), Il cuneo rosso (rivista) Organizza_ Comitato permanente contro le guerre e il razzismo – Piazzale Radaelli 3, Marghera comitato.permanente@gmail.com Nessuno...

    (19 Gennaio 2016)

    Comitato permanente contro le guerre e il razzismo - Marghera

    Sulla guerra

    Nel suo libro "Della guerra", pubblicato postumo nel 1832, il generale prussiano Karl von Clausewitz, che aveva maturato una lunga esperienza nel corso delle sanguinose guerre napoleoniche, che furono le prime guerre dell'era capitalistica contemporanea, elabora e propone un'analisi seria e approfondita del problema, di cui riesce a cogliere l'essenza più recondita applicando una logica tipicamente...

    (17 Gennaio 2016)

    Lucio Garofalo

    Il 16 gennaio contro la guerra

    Il PCL aderisce e partecipa, con l'autonomia delle proprie posizioni e proposte, alla giornata di iniziative unitarie contro la guerra del 16 gennaio, a partire dalle manifestazioni previste a Roma e Milano. Riteniamo necessario: - sviluppare un fronte ampio di mobilitazione contro la guerra e contro tutti gli imperialismi e politiche di potenza, al fianco delle masse oppresse e sfruttate della...

    (13 Gennaio 2016)

    Partito Comunista dei Lavoratori

    Il 16 gennaio torniamo in piazza contro la guerra infinita

    Nella notte tra il 16 e 17 gennaio del 1991 le prime bombe e i primi missili della NATO e degli USA cadevano sull’Iraq. Era la prima guerra del Golfo, che avrebbe dato il via ad una guerra infinita, che come un fiume carsico a volte è parsa inabissarsi, soprattutto nell’attenzione delle varie opinioni pubbliche, per poi riemergere all’improvviso più ampia e devastante...

    (13 Gennaio 2016)

    Giorgio Cremaschi - Portavoce nazionale di ROSS@

    Occidente: disumanizzazione, morte e totalitarismo

    di Marco Roitman Rosenmann (*) L’Homo sapiens sapiens sa di sapere.E’ cosciente dei suoi atti. La sua capacità di costruire il mondo lo pone in un luogo privilegiato. Dispiega facoltà come il linguaggio, la comunicazione orale e scritta ed è un virtuose della parola. Allo stesso modo può vantarsi di una memoria prodigiosa, capace di immagazzinare e trasmettere...

    (10 Gennaio 2016)

    Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

    <<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

    761133