il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Il soldato Manning

Il soldato Manning

(4 Marzo 2011) Enzo Apicella
Rischia la pena capitale il soldato statunitense accusato di aver rubato centinaia di migliaia di informazioni segrete e di averle passate a Wikileaks

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(1187 notizie dal 22 Maggio 2002 al 28 Marzo 2022 - pagina 13 di 60)

Bandiera Usa sull’Europa

Partecipando (come ormai d’obbligo) all’incontro dei ministri della difesa Ue il 5 febbraio ad Amsterdam, il segretario della Nato Jens Stoltenberg ha lodato «il piano degli Stati uniti di accrescere sostanzialmente la loro presenza militare in Europa, quadruplicando i finanziamenti a tale scopo». Gli Usa possono così «mantenere più truppe nella parte orientale...

(9 Febbraio 2016)

Manlio Dinucci, il manifesto

“L’occidente si è rinchiuso nella sua fortezza a digerire il bottino”

Vedere un convegno che rimette in discussione l’adesione dell’Italia alla Nato in un aula parlamentare, è decisamente uno scenario al quale non eravamo abituati. Merito del Movimento 5 Stelle che venerdi 29 gennaio ha organizzato un incontro nell’aula magna dei gruppi parlamentari di Montecitorio dal titolo significativo: “Se non fosse Nato”. Introdotto da un...

(1 Febbraio 2016)

Sergio Cararo - Contropiano

Ricordando Ernesto Cardenal

Di Carlos Riba Garcìa; da: rebelion.org; 21.1.2016 91 anni fa, il 20 gennaio 1925, nacque Ernesto Cardenal, poeta, sacerdote, rivoluzionario, scrittore, politico nicaraguense. Ricordiamolo con questa sua poesia: Il cellulare Parli nel tuo cellulare, e parli e parli. Senza sapere come è stato fatto e meno ancora come funziona, però che importa. La cosa grave è che non...

(22 Gennaio 2016)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”

Libia: la piazza chiede diplomazia; la Germania chiede le bombe – e l'Italia, chi ascolterà?

Sale il rischio di attentati in Italia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo Dopo le manifestazioni riuscite di sabato contro la guerra permanente, urge ora incalzare di continuo il governo, sollecitato da più parti a mandare l'Italia in una nuova e catastrofica avventura militare in Libia. Venticinque anni di guerra evidentemente non bastano a certi paesi della Nato, preoccupati per il caos che regna in Libia. Venticinque anni...

(20 Gennaio 2016)

Patrick Boylan - Peacelink

Pakistan, nuova strage di studenti

Ennesimo massacro di studenti, come a Peshawar a fine 2014. In quell’occasione si trattava di figli di ufficiali dell’esercito di Islamabad che frequentavano le scuole dell’obbligo presso un complesso privato. Ne furono uccisi centoquarantaquattro. Stamane le ventuno vittime sono universitari e qualche docente della struttura Bacha Khan, sita a Charsadda, sempre nel nord-ovest pakistano,...

(20 Gennaio 2016)

Enrico Campofreda

Fermiamo le guerre in corso e in preparazione!

30 gennaio: un dibattito pubblico a Mestre

DIBATTITO PUBBLICO A MESTRE (VE) SABATO 30 GEN. H. 15.30, CENTRO CANDIANI 1° PIANO Partecipano_ Comitati No Trident (Napoli), Donne in rete per la pace, Donne No Dal Molin (Vicenza), Collettivo Pax Christi (Marghera), Comitati No Muos (Sicilia), Il cuneo rosso (rivista) Organizza_ Comitato permanente contro le guerre e il razzismo – Piazzale Radaelli 3, Marghera comitato.permanente@gmail.com Nessuno...

(19 Gennaio 2016)

Comitato permanente contro le guerre e il razzismo - Marghera

Sulla guerra

Nel suo libro "Della guerra", pubblicato postumo nel 1832, il generale prussiano Karl von Clausewitz, che aveva maturato una lunga esperienza nel corso delle sanguinose guerre napoleoniche, che furono le prime guerre dell'era capitalistica contemporanea, elabora e propone un'analisi seria e approfondita del problema, di cui riesce a cogliere l'essenza più recondita applicando una logica tipicamente...

(17 Gennaio 2016)

Lucio Garofalo

Il 16 gennaio contro la guerra

Il PCL aderisce e partecipa, con l'autonomia delle proprie posizioni e proposte, alla giornata di iniziative unitarie contro la guerra del 16 gennaio, a partire dalle manifestazioni previste a Roma e Milano. Riteniamo necessario: - sviluppare un fronte ampio di mobilitazione contro la guerra e contro tutti gli imperialismi e politiche di potenza, al fianco delle masse oppresse e sfruttate della...

(13 Gennaio 2016)

Partito Comunista dei Lavoratori

Il 16 gennaio torniamo in piazza contro la guerra infinita

Nella notte tra il 16 e 17 gennaio del 1991 le prime bombe e i primi missili della NATO e degli USA cadevano sull’Iraq. Era la prima guerra del Golfo, che avrebbe dato il via ad una guerra infinita, che come un fiume carsico a volte è parsa inabissarsi, soprattutto nell’attenzione delle varie opinioni pubbliche, per poi riemergere all’improvviso più ampia e devastante...

(13 Gennaio 2016)

Giorgio Cremaschi - Portavoce nazionale di ROSS@

Occidente: disumanizzazione, morte e totalitarismo

di Marco Roitman Rosenmann (*) L’Homo sapiens sapiens sa di sapere.E’ cosciente dei suoi atti. La sua capacità di costruire il mondo lo pone in un luogo privilegiato. Dispiega facoltà come il linguaggio, la comunicazione orale e scritta ed è un virtuose della parola. Allo stesso modo può vantarsi di una memoria prodigiosa, capace di immagazzinare e trasmettere...

(10 Gennaio 2016)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

Califfato e barbarie

«I giorni del Califfato sono senz'altro contati, ma la domanda rimane: perché funziona? [...] Costruire uno Stato facendo la guerra pressoché a tutte le potenze del pianeta, è un compito tutt'altro che agevole. Ciò che abbiamo descritto è meno un quadro socio-economico dell'IS a un istante t, che lo schizzo di un processo il quale, a grandi linee, si estende...

(10 Gennaio 2016)

Tristan Leoni

Sviluppiamo la mobilitazione contro la politica di guerra
In piazza il 16 gennaio!

A distanza di 25 anni dalla prima guerra del Golfo, la situazione internazionale è diventata sempre più minacciosa. In Medio Oriente, come in Ucraina, si manifesta la disputa tra potenze imperialiste, principalmente tra USA e Russia, con i rispettivi alleati e vassalli, per la ridivisione delle sfere di influenza, la difesa dei propri interessi economici, politici, militari. Le frasi...

(7 Gennaio 2016)

Da: Scintilla, n. 65 – gennaio 2016 Organo di Piattaforma Comunista – per il Partito Comunista del Proletariato d’Italia

Saud-Isis, così simili così diversi

I bianchi boia della spada e i neri sgozzatori del coltello sono due facce della stessa medaglia. Il piano saudita non differisce dal disegno del Califfo, scrive sul suo blog la Guida Suprema iraniana ayatollah Khamenei. Una semplificazione che non corrisponde alla realtà ma contiene una verità che è sulla bocca di tutti: governare col terrore diventa un progetto politico sempre...

(4 Gennaio 2016)

Enrico Campofreda

Il 16 gennaio le piazze gridino No alla guerra

Il prossimo 16 gennaio, una giornata di manifestazioni a livello nazionale ricorderà l’inizio di quella che possiamo definire come “La Guerra dei Trent’anni”. La prima Guerra del Golfo con i bombardamenti sull’Iraq del 16 gennaio 1991, indica infatti l’apertura di quel Vaso di Pandora della guerra che si manifesta ormai con una escalation di cui è...

(3 Gennaio 2016)

Sergio Cararo - Contropiano

BOLOGNA, SABATO 9 GENNAIO 2016: ASSEMBLEA CONTRO LA GUERRA

VERSO LA GIORNATA DI MOBILITAZIONE NAZIONALE

Sabato 9 Gennaio – ASSEMBLEA CITTADINA Ore 16.00 – Sala Quartiere Porto – Via Dello Scalo 21. Bologna —————————————————— Sabato 16 Gennaio dalle ore 15.30 Manifestazioni Nazionali a Roma e Milano Prenotazioni Pullman da Bologna per Milano: 349 492 5092 (Davide) – 328 66...

(31 Dicembre 2015)

rossa.red

Compagnia russa Lukoil lascia Paesi baltici: clima antirusso

La seconda compagnia petrolifera russa, la Lukoil, ha deciso di abbandonare tutte le proprie proprietà nei Paesi baltici a causa dell'atmosfera antirussa che si respira in queste tre nazioni aderenti all'Unione europea e fortemente coinvolte nel meccanismo di militarizzazione della frontiera della Federazione Russa messo in atto dall'Alleanza Atlantica a partire dal golpe filoccidentale in...

(26 Dicembre 2015)

Redazione Contropiano

IL GOVERNO RECEDA DALLA DECISIONE INSENSATA E ILLEGALE DI INVIARE SOLDATI ITALIANI A MOSUL

Chiediamo al governo di recedere dalla decisione di inviare soldati italiani alla diga di Mosul in Iraq. Ogni persona ragionevole sa che questa decisione è irresponsabile, insensata ed illegale. Ogni persona ragionevole sa che questa decisione mette in pericolo innumerevoli vite umane. Ogni persona ragionevole sa che questa decisione renderà più probabili nuove stragi. Ogni persona...

(24 Dicembre 2015)

L'associazione "Respirare"

MISFATTI CAPITALISTICI E LOTTE PROLETARIE

Dal n. 36 di "Alternativa di Classe" La situazione sta precipitando in Siria. Russia e Francia bombardano, la Gran Bretagna di Cameron, con la “neutrale complicità” dei laburisti, pur guidati da Corbyn, noto leader “di sinistra”, si sta preparando ad intervenire militarmente. Gli aerei della Raf sono pronti per la guerra, nella base britannica di Akrotiri a Cipro. Sono...

(21 Dicembre 2015)

Alternativa di Classe

La CUB contro la guerra - Martedì 22 dicembre in piazza Duomo presidio e volantinaggio.

No alla guerra - Venti di guerra soffiano sempre più potenti - E’ un vento che è generato dai conflitti latenti e dalla concorrenza tra i vari stati. Guerra di classe all’interno e guerra di bombe all’estero. Guerra, liberismo, concertazione contro questa triade. La CUB chiama alla lotta per la costruzione dello Sciopero Generale. Contro il militarismo, l’industria...

(18 Dicembre 2015)

CUB

Schio, 19 dicembre: "Chaos Imperium"

Sabato 19 dicembre, nella sede di Schio del Partito Comunista Internazionale, Via Porta di Sotto 43, si terrà una riunione pubblica per esporre e discutere il recente lavoro (pubblicato sul sito) dal titolo 'Chaos Imperium'. Le righe che seguono sono tratte dalla prefazione del suddetto lavoro. Prefazione Il presente lavoro continua ad approfondire l'analisi delle dinamiche capitalistiche iniziata...

(17 Dicembre 2015)

Partito Comunista Internazionale - Schio

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

893182