il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Air America

Air America

(4 Ottobre 2011) Enzo Apicella
Gli USA chiedono sanzioni contro la Siria al Consiglio di Sicurezza Onu

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(1188 notizie dal 22 Maggio 2002 al 15 Giugno 2022 - pagina 16 di 60)

Quindicenni

di David Brooks (*) Un giovane di 15 anni in questo paese ha vissuto tutta la sua vita con la guerra, è stato educato dai leaders del suo paese al fatto che la guerra è la risposta, che il sangue degli altri, compreso quello di altri giovani della sua età in paesi sconosciuti, deve essere sparso ai fini che - gli assicurano - sono quelli della sicurezza nazionale, della difesa...

(5 Novembre 2015)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovann

Disastro Sinai, ipotesi attentato

Bomba, probabilmente. Non ci sono le certezze assolute, ma s’indaga e gli esperti statunitensi e britannici propendono per l’ipotesi perché dalla disamina delle ‘scatole nere’ dell’Airbus precipitato nel Sinai, causando il decesso di 224 passeggeri ed equipaggio, non risultano anomalie ai motori. Stesse considerazioni vengono dagli esperti russi rimasti per giorni...

(5 Novembre 2015)

Enrico Campofreda

NAPOLI, REPORT DELL'ASSEMBLEA NO TRIDENT DEL 25 OTTOBRE

L’assemblea si è tenuta presso l’ex Asilo Filangieri il giorno successivo alla manifestazione del 24 contro l’esercitazione NATO Trident Juncture 2015. Erano presenti: Alex Zanotelli, Comitato pace e disarmo e Smilitarizzazione del Territorio – Campania, Rete no war Napoli, Rete dei comunisti, USB, Squola popolare LoSka, Mensa occupata di Napoli, Rete Noi saremo tutto,...

(30 Ottobre 2015)

I partecipanti all’assemblea NO Trident

Marghera: resoconto dell'iniziativa contro la guerra del 24 ottobre

Marghera, 25 ottobre 2015 Cari compagni, Ci fa piacere informarvi che l'iniziativa convocata ieri, 24 ottobre, a Marghera dal Comitato di sostegno ai lavoratori Fincantieri contro l'esercitazione Trident e contro le molteplici spinte alla guerra che stanno rafforzandosi nel mondo, in concomitanza con la manifestazione organizzata a Napoli, è riuscita. Numeri limitati (una trentina di partecipanti),...

(26 Ottobre 2015)

I compagni del Comitato di sostegno ai lavoratori Fincantieri

No alle manovre militari Nato. Sabato manifestazione nazionale a Napoli

Si comincia domani, sabato 24 ottobre a Napoli (ore 14.30 a Piazza del Gesù) con una manifestazione nazionale e poi ci si mobiliterà a Marsala in Sicilia e a Capo Teulada in Sardegna. Sale dunque la protesta popolare contro le manovre Trident Juncture 2015 della Nato. Dal 3 ottobre fino al 6 novembre si svolgerà in Italia, Spagna e Portogallo la «Trident Juncture 2015»...

(23 Ottobre 2015)

Lorenzo Bedin - Contropiano

Marghera, 24 ottobre: no alla guerra!

CONTRO LA MEGA-ESERCITAZIONE TRIDENT DELLA NATO
CONTRO LE NUOVE SPINTE VERSO LA GUERRA
CONTRO IL BELLICISMO DEL GOVERNO RENZI

Un apppuntamento concepito per chi, il 24 ottobre, risulti impossibilitato a scendere a Napoli Assemblea pubblica sabato 24 ottobre ore 15.30 piazzale Radaelli 3, Marghera, sede del Comitato di sostegno ai lavoratori Fincantieri (5 minuti a piedi da piazza Mercato) Dal 3 ottobre è in corso in Italia, Spagna e Portogallo “la più grande esercitazione NATO dalla caduta del muro di...

(19 Ottobre 2015)

Comitato di Sostegno ai Lavoratori della Fincantieri, Redazione della Rivista "Il Cuneo Rosso"

Il protagonismo geopolitico della Russia

Il presidente russo spopola, è un dato di fatto. E lo fa tanto a sinistra quanto a destra, passando per Salvini. Formazioni politiche che si odiano tra loro si incrociano ogni volta che il primo spiffero arriva dal Cremlino. Cosí come intellettuali di segno opposto, per esempio Giulietto Chiesa e Nicolai Lilin. Per capire il consenso di cui gode Vladimir Putin bisogna avere ben chiara...

(19 Ottobre 2015)

Battaglia Comunista - Partito Comunista Internazionalista

Opportunismo

La guerra avanza, quali sono le classi che possono opporsi incisivamente alla competizione tra padroni? Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi...

(16 Ottobre 2015)

Partito Operaio

Conflitto di classe, conflitti fra blocchi capitalistici, distruzione di esseri umani, migrazioni

Riunione pubblica a Schio, Sabato 17 ottobre 2015, ore 17,00-20,00

La storia di tutta la società, svoltasi fin qui, è storia di lotte di classi. Liberi e schiavi, patrizi e plebei, baroni e servi della gleba, maestri delle corporazioni e garzoni, in una parola, oppressi ed oppressori sono stati continuamente in contrasto tra loro, e hanno sostenuto una lotta ininterrotta, a volte palese a volte dissimulata; una lotta che è sempre finita o con...

(9 Ottobre 2015)

Partito Comunista Internazionale - Schio

Pisa, assemblea aperta contro la Trident Juncture 2015

Martedì 13 ottobre, ore 21 presso il circolo agorà, via Bovio 49 Pisa ASSEMBLEA APERTA a tutte le realtà antimilitariste e pacifiste. • FERMARE I VENTI DI GUERRA FOMENTATI DA NATO – USA - UE • COSTRUIRE L’OPPOSIZIONE ALLE ESERCITAZIONI TRIDENT JUNCTURE 2015 • SOSTENERE LA MANIFESTAZIONE NAZIONALE NO WAR DEL 24 OTTOBRE A NAPOLI • SOSTENERE...

(8 Ottobre 2015)

Ross@ Pisa

Siamo ancora in tempo per dire no ad una nuova guerra in Iraq

Il colpo di mano di Renzi fallisce...

Pacifisti del mondo svegliatevi: non avete altro da perdere che la vostra sfiducia! 7 ottobre 2015, da peacelink.it Il Pentagono è furioso. Grazie ad una “gola profonda”, il Corriere della Sera ha potuto rivelare in prima pagina, ieri mattina il 6 ottobre, che il Ministro della Difesa Roberta Pinotti e il suo omologo statunitense Ashton Carter avevano già deciso l'uso, per...

(8 Ottobre 2015)

Patrick Boylan (Statunitensi per la Pace e la Giustizia - Roma) / (U.S. Citizens for Peace & Justice - Rome)

Il tallone di ferro sull’Europa

“ La destabilizzazione è il vero scopo delle nostre azioni estere. Non instaurare una democrazia. Una volta destabilizzato un paese, dobbiamo dire ‘missione compiuta’ e tornarcene a casa. (E’ quel che stupidamente non abbiamo fatto subito in Afghanistan) George Friedman. (Presidente di Stratfor) Siamo abituati a considerare gran parte delle dichiarazioni ufficiali...

(5 Ottobre 2015)

Michele Basso

KUNDUZ, SIRTE, BAGHDAD… CONFESSIONI DEI CRIMINALI DI GUERRA, NATO, USA, ETC….

Errore? Rischio calcolato? Atto deliberato? Il governo afghano ha «giustificato» il bombardamento da parte della Nato di un ospedale di Médecins sans frontières a Kunduz in questo modo: «Lì si nascondevano dieci talebani». E’ una confessione di crimine. Infatti le convenzioni internazionali vietano di colpire strutture civili (ospedali, acquedotti,...

(4 Ottobre 2015)

Marinella Correggia

DA LAMPEDUSA A KUNDUZ. PAROLE DETTE IN UN INCONTRO A VITERBO

Si e' svolto sabato 3 ottobre 2015 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di commemorazione delle vittime della strage di Lampedusa del 3 ottobre 2013. Nel corso dell'incontro il responsabile della struttura nonviolenta viterbese, Peppe Sini, ha sottolineato la necessita' e l'urgenza non solo di attività di soccorso immediato, ma anche di politiche...

(3 Ottobre 2015)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

Roma, 2 ottobre: presidio davanti all'ambasciata dell'Arabia Saudita

RETE NO WAR CONVOCA VENERDÌ 02 OTTOBRE ALLE ORE 15.00 UN PRESIDIO DAVANTI ALL’AMBASCIATA DELL’ARABIA SAUDITA, VIA PERGOLESI N. 9 (Villa Borghese) per denunciare la lunga lista di violenze e sopraffazioni sia interne al Paese che fuori casa: l'aggressione aerea, da marzo a oggi contro lo Yemen, con le bombe e il blocco navale; il potente sostegno all’Isis (il regime saudita...

(1 Ottobre 2015)

Rete No War

L'utopia reazionaria della nuova “classe agiata”. Forma e dominio delle élite globali

Lo “sfruttamento” è proprio non già di una società corrotta o imperfetta e primitiva, ma appartiene all'essenza del vivente come funzione organica fondamentale; è una conseguenza della vera e propria volontà di potenza, che è la volontà stessa della vita. (F. Nietzsche, Al di là del bene e del male) Il discorso del generale cinese...

(24 Settembre 2015)

Giulia Bausano, Emilio Quadrelli

La politica estera è un gioco di potere e di continui ricatti: il ruolo di pedine dei migranti sullo scacchiere mediorientale

gli europei devono essere pronti a estendere l'ordine del mondo liberale

le politiche estere utilizzano strumenti economici di ricatto e pressione e le contraddizioni delle politiche di potenza Il 28 luglio 2015 nella sede NATO di Bruxelles si è tenuto, su richiesta della Turchia, un vertice della NATO per discutere dell’offensiva dell’artiglieria turca contro i miliziani del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) in Iraq (rompendo una tregua siglata...

(17 Settembre 2015)

Rossana De Simone

In un mondo arabo corso dagli imperialismi lievita la guerra generale

La crisi di febbraio - La Libia - Lo Stato Islamico - La Russia - Gli Stati Uniti - L’Europa - La Cina - L’Egitto - La Turchia - Lo Yemen - Quelli dietro le quinte

La crisi di febbraio L’arrivo via mare di disperati da ogni dove si è recentemente ingigantito perché in Libia le formazioni armate del cosiddetto Stato Islamico hanno preso il controllo di alcuni centri della costa e da lì è iniziato un precipitoso esodo. Mentre le emozioni della vilissima piccola borghesia italica oscillavano fra gli sbar­chi in massa e le...

(16 Settembre 2015)

Partito Comunista Internazionale

Roma, due giorni a piazza Montecitorio per il Medio Oriente

L'Italia si dissoci dalle guerre in Siria e nello Yemen!

Presidio davanti al Parlamento, il 15 e 16 settembre (ore 15-21) per dire stop alle sanzioni UE contro la Siria (decise senza l'avallo dell'ONU) e alle vendite di armi all’Arabia Saudita. Basta provocare nuovi morti e nuove migrazioni forzate! La Rete NoWar-Roma indice un presidio a Roma in piazza Montecitorio il 15 e il 16 settembre, dalle 15 alle 21, per presentare ai parlamentari cinque rivendicazioni...

(14 Settembre 2015)

Redazione di PeaceLink

"L’Italia si dissoci dalle nefaste politiche di guerra in Siria e Yemen", presidio a Montecitorio

Roma, 15-16 settembre, Parlamento. Rete No War promuove, dalle 15 alle 21, un presidio affinché «L’Italia si dissoci dalle nefaste politiche di guerra in Siria e Yemen». Concentrazione e conferenza alle ore 17.00 di martedì Scopo del presidio è chiedere: - Che l’Italia si adoperi per la fine delle sanzioni dell’UE contro il popolo siriano, già...

(14 Settembre 2015)

RETE NO WAR ROMA

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

898075