il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Tanks giving day

Tanks giving day

(27 Novembre 2009) Enzo Apicella
Il quarto giovedì di novembre negli USA si festeggia il Giorno del Ringraziamento (Thanksgiving Day )

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(1165 notizie dal 22 Maggio 2002 al 12 Ottobre 2020 - pagina 5 di 59)

Primo Maggio, la nostra lotta è contro il capitalismo

Volantino in distribuzione in questi giorni I lavoratori di tutto il mondo sono sottoposti a livelli crescenti di sfruttamento e di oppressione, ed i venti di guerra soffiano assai forte negli ultimi tempi. La Siria è attualmente il principale terreno di scontro tra il blocco imperialistico euro-americano e quello russo-cinese, in formazione, con il coinvolgimento dei Paesi che gravitano all'interno...

(30 Aprile 2018)

ALTERNATIVA DI CLASSE, IL PANE E LE ROSE – COLLETTIVO REDAZIONALE DI ROMA

Minacce di dazi commerciali già smentiscono le illusioni borghesi di un imperialismo senza guerre

Da "Il Partito Comunista", n. 388 (marzo-aprile 2018) Tra le tante terribili guerre che infuriano alle periferie delle cittadelle capitalistiche, con il sanguinoso seguito di rovine, stragi senza nome e profughi disperati, pare che il capitalismo ce ne propini una nuova, forse non meno cruenta e foriera di terribili conseguenze: l’arresto, se non la fine, della timida ma promettente ripresa economica,...

(20 Aprile 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Perugia, 19 aprile: presidio assemblea per la pace

Dalle ore 18.00 alle 20.00, in Piazza Italia La guerra fa schifo! In queste settimane si è riacceso lo scontro dovuto alle politiche estere dei membri della Nato; il governo Gentiloni anziché ripudiare la guerra, come sancito dalla Costituzione, prende parte alla questione siriana e non si distanzia da politiche imperialiste che già nel passato, anche recente, hanno prodotto tante...

(18 Aprile 2018)

Potere al Popolo Perugia

GIU' LE MANI DAL MONDO!

Non abbiamo boia da difendere da altri boia. Nè interventi da elemosinare ad “istituzioni internazionali”. E neanche “appelli all'O.N.U.”, o peggio, alla U.E.. GIU' LE MANI DAL MONDO! Il problema non è quello che fanno loro, ma quello che facciamo noi. Per fermarli. Stiamo passando la vita dietro le loro spartizioni “pacifiche, commerciali, o guerreggiate”,...

(14 Aprile 2018)

Pino ferroviere

I battistrada della guerra e della reazione globale

La politica decisionista di Trump ha visto, parallelamente all’ imposizione dei dazi che colpiscono soprattutto la Cina (che attua ritorsioni della stessa portata), l’ascesa ai vertici degli apparati statali di rappresentanti dei settori più reazionari, più imperialisti e più terroristi del capitale monopolistico USA (in particolare il complesso militar-industriale). L’avvoltoio...

(14 Aprile 2018)

Da Scintilla n. 88, aprile 2018

UN APPELLO AL MOVIMENTO PER LA PACE

L’orologio della storia sta battendo l’ora della guerra globale? La situazione in Siria presenta elementi molto preoccupanti nella direzione di una risposta affermativa all’interrogativo iniziale. Forse non siamo mai stati così vicini al “pericolo totale” neppure nei momenti più drammatici della “guerra fredda” tra i grandi blocchi militari nella...

(12 Aprile 2018)

Franco Astengo

Rete No War: "L'Italia espelle diplomatici russi in servile ossequio alla fedeltà atlantica e sulla base di fake news!"

Come spiegò Euclide di Megara, " ciò che è affermato senza prova, può essere negato senza prova". Purtroppo questo principio metodologico è completamente disatteso, in un'epoca in cui notizie non verificate e menzogne sono in grado di avallare guerre. C'è una qualunque prova che la Russia abbia avvelenato nel Regno unito l'ex spia Sergey Skripal e la figlia...

(1 Aprile 2018)

Rete No War

La politica estera degli Stati Uniti: il circolo estremista si chiude

di Randy Alonso Falcòn (*) Nel mezzo dell’ambiente febbrile che si vive nalla Casa Bianca, le recenti nomine del presidente Trump a posti-chiave della sua amministrazione riflettono chiaramente l’accento militarista, di potere forte e di ricatto imperiale che questi sta imprimendo alla politica estera statunitense. Insieme ai cambi al comando del Dipartimento di Stato e del...

(29 Marzo 2018)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovann

La rimonta dell’impero inglese

L’uscita della Gran Bretagna dalla Unione europea che poteva sembrare a prima vista un passo sbagliato comincia a rivelare il suo impatto nella situazione internazionale. E’ un fatto constatare che i governi europei si sono, senza molto riflettere, allineati immediatamente prima alla solidarietà con il governo inglese poi alle misure contro i diplomatici russi. Questo comportamento...

(26 Marzo 2018)

N.C.

L'Austria ratifica il Trattato ONU che proibisce le armi nucleari

E' la NATO e non l' U.E. che impedisce all' Italia di approvare l' importante accordo

ll Consiglio Nazionale dell' Austria, una delle due camere del paese, ha ratificato il Trattato che proibisce le armi nucleari approvato dall' Assemblea delle Nazioni Unite il 7 luglio 2017. Per entrare in vigore il Trattato dovrà essere ratificato da almeno 50 paesi. Da quel momento i paesi che possiederanno armi nucleari per il diritto internazionali saranno fuorilegge. Attualmente hanno...

(25 Marzo 2018)

Marco Palombo

Il piano industriale 2018 – 2022 di Alessandro Profumo per Leonardo 2.0: pianificazione strategica o lavori in corso?

Leonardo era al 9° posto nella classifica dei primi 100 fornitori del Pentagono nel 2016 ma gli investimenti in capitale fisso e in ricerca e sviluppo continuano a diminuire Nel libro bianco della difesa 2015 si sostiene che l’industria della sicurezza e difesa costituisce un pilastro tecnologico, manifatturiero, occupazionale, economico e di crescita senza eguali per il “Sistema Paese”....

(14 Marzo 2018)

rossana de simone

La strategia nazionale americana presentata dal Presidente Trump

Nel documento letto dal piantagrane Trump, presidente degli Stati Uniti dal gennaio 2017, ma scritto da James Mattis, Segretario alla Difesa, gli Stati più citati come una minaccia alla sicurezza e agli interessi politici e soprattutto economici degli Stati Uniti sono la Cina (citata 33 volte), la Russia (25), l'Iran (17) e la Corea del Nord (16). Monta arrogante la voce del più forte...

(1 Marzo 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

La Corea, il tesoro nascosto

Robert Charvin, “Comment peut-on être coréen (du Nord)?”, Edition Delga, 2017

Questo saggio descrive sia pure in breve quello che può essere considerato una meraviglia storica: la sopravvivenza orgogliosa di un popolo nonostante i massacri che ha dovuto subire da tutte le parti del mondo, dai vicini giapponesi ai nordamericani coadiuvati da europei, tutti supportati spiritualmente dal Vaticano. Sebbene Charvin si ponga il compito di descrivere la situazione nel Nord...

(8 Febbraio 2018)

Nicolai Caiazza

LA PERICOLOSA “ALTALENA” COREANA

Editoriale del n. 61 di "Alternativa di Classe" Da diversi mesi si è parlato di “pericoli di guerra” tra gli USA e la Corea del Nord, e, di conseguenza, di un possibile successivo allargamento mondiale del conflitto. In realtà la guerra fra i due Paesi non è mai cessata del tutto. Il 27 Luglio del 1953, a Panmunjeom, infatti (vedi ALTERNATIVA DI CLASSE Anno III n. 30...

(21 Gennaio 2018)

Alternativa di Classe

Terrorismo di stato, terrorismo,
terrore … guerra insomma!

Un ciclo di incontri alla Libreria Calusca di Milano, in via Conchetta 18 (il primo appuntamento è il 17 gennaio alle ore 20.30) Il nemico non è, no non è oltre la tua frontiera; il nemico non è, no non è oltre la tua trincea (Enzo Jannacci) Un ciclo di incontri sulla guerra che è già in corso. Una guerra negata e mascherata, che inchioda quote sempre...

(12 Gennaio 2018)

Centro di documentazione contro la guerra informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo del cosiddetto “islamismo radicale”

Sull’indipendenza del Kurdistan irakeno, e sul petrolio, decidono gli eserciti non un referendum

Il referendum fra le forme di consultazione democratica è quella che maggiormente si presta a dare l’illusione di esprimere la cosiddetta volontà popolare. Quando non si tratta di eleggere rappresentati negli organi rappresentativi, la lusinga che il “cittadino” possa fare valere le proprie istanze infilando una scheda nell’urna, ha presa sui delusi dai partiti...

(10 Gennaio 2018)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

PER UNA CAMPAGNA ELETTORALE PACIFISTA IN NOME DEL MAI RISPETTATO ARTICOLO 11 DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA

Mentre il governo italiano, sempre più convinto della sua vocazione neo – colonialista sposta truppe addirittura in Niger dopo aver stipulato patti indecenti con i predoni libici per fermare i poveri migranti, la campagna elettorale che si sta mettendo in moto sembra aver dimenticato come il tema della pace dovrebbe costituire uno degli assi portanti nel dibattito politico. Risulta così...

(9 Gennaio 2018)

Franco Astengo

Corea del Nord: tensione crescente nelle faglie fra i massimi imperialismi mondiali

Gli ultimi test nucleari e missilistici nord-coreani hanno fatto salire la tensione nell’area Asia-Pacifico, nel contesto del confronto imperialistico fra Cina e Stati Uniti, nel quale sono coinvolti altri Stati con peso considerevole nell’area come Giappone e Russia, e forze regionali come la Corea del Sud. Il quadro generale è quello di un riarmo che coinvolge non solo le maggiori...

(15 Dicembre 2017)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Trump e Gerusalemme

Nello stesso violento scenario si consuma l'ennesima tragedia di intere popolazioni, di proletari e di contadini mandati al massacro, rigorosamente arruolati nelle fazioni delle rispettive borghesie, a loro volta inserite all'interno degli schieramenti imperialistici. Vittime combattenti per interessi che non sono i loro ma dell'avversario di classe. Vittime dell'ideologia borghese e degli interessi...

(15 Dicembre 2017)

Partito Comunista Internazionalista - Battaglia Comunista

Medioriente, un Putin da guerra e pace

Non ha tempo da perdere il tutore dell’attuale Medioriente che in un rapido giro ha rassicurato l’alleato Asad, consegnato a un successo insperato solo un anno fa, e soprattutto a una sopravvivenza politica messa in forse dallo stesso Putin fino a un pezzo del 2016. Quindi è volato al Cairo dall’omologo al Sisi, a conferma che la geopolitica non guarda per il sottile. Poi...

(12 Dicembre 2017)

Enrico Campofreda

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

788967