">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Independence Day

Independence Day

(5 Luglio 2010) Enzo Apicella
Gli USA festeggiano la «propria» indipendenza

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Afghanistan occupato

(424 notizie dal 11 Giugno 2006 al 20 Agosto 2022 - pagina 8 di 22)

Afghanistan, attacco continuo

Nuovo mattino, nuovo attacco. Ancora una volta nella superprotetta Kabul, che in realtà offre il fianco come e più di altri luoghi afghani. La bomba esplode nel nono distretto cittadino, colpendo l’ennesimo gruppo di auto in movimento nella capitale. Dall’area delle ambasciate (dov’è anche quella italiana), in particolare da quella britannica, escono alcune vetture...

(27 Novembre 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, l’Usaid aiuta le donne?

Rula - S’è mobilitata anche la First lady Rula Ghani che sul tema sta sostenendo un marito impegnatissimo nella fase seguente la sua designazione ufficiale a Presidente. La nuova leadership afghana per celare-distrarre-alterare la realtà dell’establishment politico sulla condizione femminile lancia una campagna a sostegno d’una non meglio precisata “responsabilizzazione”...

(10 Novembre 2014)

Enrico Campofreda

Programma Ghani: business, patria e sicurezza

“Nel Paese abbiamo 4.000 affaristi e molti sono pronti a lanciarsi sul mercato cinese” dichiara il presidente afghano Ghani di ritorno da un viaggio a casa dell’immenso e potente vicino, sempre più interessato a ciò che c’è sotto il suolo afghano e preoccupato a cosa si muove sopra. All’inverso alcuni di questi businessmen si mostrano assillati dalla...

(2 Novembre 2014)

Enrico Campofreda

L’Accordo afghano sulla sicurezza fulcro della presenza militare statunitense in Asia

Un’attesa di circa un anno, a opera d’un Karzai uscente e rancoroso. Una promessa vaga di vari candidati alla presidenza, ma non di tutti. Un appoggio indifferenziato fra Ghani e Abdullah, i due pretendenti avversari e nemici, divenuti amici nella compromissoria diarchia. Così l’Accordo sulla sicurezza (Bilateral Security Agreement) è stato firmato ventiquattr’ore...

(24 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, Haqqani jr finisce nella rete

Anas Haqqani, figlio di Jalaluddin guerrigliero anti sovietico e fondatore del noto network talebano, è stato arrestato dai servizi dell’Intelligence afghana. L’uomo era incaricato della raccolta di fondi individuali e provenienti da Paesi arabi e del reclutamento di attivisti attraverso i social media. La Rete di Haqqani nel suo percorso politico s’unì col mullah Omar,...

(16 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

Rawa, la lotta politica per il cambiamento culturale dell’Afghanistan

Mariam (come abitudine il nome è di fantasia per ragioni di sicurezza) è una delle centinaia di militanti della Revolutionary Association Women of Afghanistan attiva nel proprio Paese. E’ presente in questi giorni in Italia dove terrà incontri pubblici in alcune città (Bologna, Milano, Venezia, Vicenza) per illustrare la pianificazione dei programmi dell’organizzazione...

(8 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

Inizia l’era Ghani, l’Afghanistan si somiglia

Il neo presidente Ashraf Ghani Ahmadzai era appena uscito dagli appuntamenti di rito: giuramento solenne su Costituzione e Corano, accompagnato dall’avversario ora amico e Capo dell’Esecutivo Abdullah Abdullah, dai deputati anziani Mojaddedi e Sayyaf, quest’ultimo antico signore della guerra,dai suoi vice presidenti Sarwar Danish più Rashid Dostum, signore della guerra anche...

(1 Ottobre 2014)

Enrico Campofreda

Ghani, una presidenza a servizio

Nel mondo alla rovescia afghano vince chi perde, nella fattispecie Ashraf Ghani, cui s’assegna il titolo di neo presidente. L’accordo col suo avversario Abdullah - vincitore sicuramente della fase elettorale d’aprile, poi nel faccia a faccia di giugno ciascuno diceva d’aver prevalso - vede quest’ultimo diventare capo dell’Esecutivo. I due, sotto la regia a distanza...

(22 Settembre 2014)

Enrico Campofreda

Safa, vittima del Far West afghano

Quella di Safa Ahmad è una storia di povertà e morte. Come altre mille e mille in Afghanistan, Paese che vede la terza generazione soffocata dai conflitti. Ma accanto alla scia di sangue Safa lascia un presidio di sogno e riscatto, spezzati purtroppo da ex miliziani trasformati in vagabondi, volto oscuro d’una nazione dove la quotidianità è soffocata dalla violenza...

(27 Agosto 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, chi governa per chi

Il panorama istituzionale afghano che - verifiche delle schede a parte - viaggia verso la creazione d’un “governo d’unità nazionale” coi contendenti Abdullah e Ghani uniti nel cogestire il piano preparato da Washington, potrebbe trovare qualche ostacolo. Una delle sorprese politiche che prende corpo è l’allargamento del fronte di Unità nazionale anti...

(25 Agosto 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, attacchi al Partito della Solidarietà

Nonostante accordi e aggiustamenti fra le parti i clan di Abdullah e Ghani (e tutta la pletora degli alleati con turbante e senza ma certamente con le armi) assieme alla Commissione Elettorale Indipendente, benedetta da Nazioni Unite e da Kerry, continuano a patteggiare il difficilmente patteggiabile: la divisione delle poltrone. Un potere che dovrebbe seguire la comparsata delle verifiche d’un...

(22 Agosto 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, aumentano le vittime civili

Non s’è fatto attendere il dissenso dei Taliban al piano d’unità nazionale con cui il segretario di Stato americano Kerry pensa di placare i dissapori presidenziali fra Abdullah e Ghani. Gli attentati sull’intero territorio proseguono e dopo il ferimento, nella controllatissima Kabul, di due collaboratori del leader uscente Karzai, giunge l’ennesima esplosione....

(16 Luglio 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, due presidenti al prezzo di uno

Raddoppia un Karzai e chiamalo governo d’unità nazionale che poi sarebbero Abdullah più Ghani - i due contendenti alla presidenza che si contestano per brogli - più i pashtun divisi fra i due fronti e tajiki e uzbeki e signori della guerra e degli affari. Riuniti tutti appassionatamente. E’ questa la quadratura del cerchio imposta dal segretario di stato americano...

(13 Luglio 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, doppia presidenza e rischio di guerra civile

Tutti fermi fino a venerdì quando a Kabul giungerà John Kerry. Lo ordina in un discorso ai sostenitori il candidato Abdullah Abdullah che, qualora venissero confermate le proiezioni del riconteggio dei tre milioni (sì, addirittura tre milioni di voti su sette delle presidenziali) conoscerebbe per la seconda volta l’amarezza d’un naufragio del proprio sogno di gloria....

(9 Luglio 2014)

Enrico Campofreda

Voto afghano, prosegue lo show dell’imbroglio

Lo show delle presidenziali deve proseguire. Perciò l’intoppo dell’intercettazione telefonica (sì, anche lì) per quanto di parte e realizzata dallo staff di Abdullah nei confronti del segretario della Commissione Elettorale Indipendente incastra mister Zia-ul-Haq Amarkhail. All’improvvido funzionario, pizzicato in un confidenziale colloquio con cui tranquillizzava...

(24 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, le scomuniche di Abdullah

Sentendosi già investito dell’incarico presidenziale a lungo occupato da Hamid Karzai, Abdullah Abdullah assume i toni del padrone di casa. Sa che a Washington l’accetteranno, come in realtà farebbero per il suo rivale Ghani perché chi fra loro prevarrà si porrà comunque al servizio dei voleri statunitensi. Abdullah si fa forte della marcia in più...

(16 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

L’asse Kabul-Washington cerca il nuovo Karzai

Scatta l’ora della verità fra i pretendenti alla presidenza della Repubblica Islamica Afghana, i signori del regime Abdullah Abdullah e Ashraf Ghani, il primo è favorito e già avanti nel primo turno elettorale. I due si sono divisi la benevolenza della comunità internazionale rendendosi disponibili e interessati al ruolo che fu di Karzai, non certo un campione di...

(14 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Afghanistan, ballottaggio esplosivo

A poco più di una settimana dall’avvio del ballottaggio per la presidenza afghana Adbullah Abdullah, il candidato favorito che nei preliminari ha ottenuto più voti (45%) e che raccoglie la maggior parte degli alleati politici (soprattutto signori della guerra) è stato oggetto di un attentato in cui sono decedute sei persone e ventidue sono rimaste ferite nella località...

(7 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Obama: via dall’Afghanistan, ma nel 2016

L’annuncio di posticipare il ritiro giunge bucolico nel ‘giardino delle rose’ della Casa Bianca da dove il presidente Obama riferisce che il rientro dei 32.000 militari statunitensi tuttora in Afghanistan sarà proiettato per l’anno in corso, il prossimo e terminerà a fine 2016. Ma non sarà totale, sul territorio resteranno circa diecimila militari concentrati,...

(29 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

Malalai Joya: Elezioni farsa a copertura degli affari statunitensi

I rivoluzionari afghani osservano la parata elettorale. Loro sono fuori dalla corsa fin dalla presentazione dei candidati, un po’ per scelta e soprattutto per emarginazione: ricevono l’ostilità e le minacce di signori della guerra presenti nelle istituzioni; sono tenuti fuori gioco dal grande sponsor di queste elezioni - la politica statunitense - che essi accusano di sfruttamento...

(27 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

619438