il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Cantiere Italia

Cantiere Italia

(17 Novembre 2010) Enzo Apicella
Presentato il report Inail: gli omicidi sul lavoro nel 2009 sono stati 1021

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

Di lavoro si muore

Sicurezza nei luoghi di lavoro

(992 notizie dal 12 Novembre 2001 al 29 Settembre 2020 - pagina 17 di 50)

Andezeno. Quattro operai feriti nell'incendio di una cartiera

L'incendio di due giorni fa ad una fabbrica per il riciclo della carta ad Andezeno in provincia di Torino poteva essere una nuova Thyssen: quattro operai sono rimasti feriti. Due di essi hanno riportato lesioni gravi. Lesioni colpose e omissioni di cautele infortunistiche sono i due reati ipotizzati dal pm Guariniello, che questa mattina ha disposto il sequestro delle bombolette spray trovate nella...

(12 Gennaio 2012)

Federazione Anarchica Torinese

Sassate in RAI sulle morti operaie

Gian Paolo Sassi, commissario straordinario INAIL, in RAI a parlare della strage quotidiana di operai

13 dicembre 2011, il giorno dell'ennesima morte sul lavoro di Matthias Passler, il giorno dopo il crollo del palcoscenico che ha travolto sette operai uccidendone uno, Francesco Pinna, il padrone dell'INAIL Gian Paolo Sassi si presenta di prima mattina in RAI per il solito proclama sulle morti da lavoro. Sensibili diminuzioni, maggiore consapevolezza del rischio, stiamo lavorando sodo. Sassi sfoglia...

(22 Dicembre 2011)

M.L.

Francesco Pinna: lavorare e morire all’ombra dei riflettori

12 dicembre, Trieste, Palasport:= la struttura del palco sul quale sta lavorando Francesco Pinna, ragazzo, studente, operaio di 22 anni, cede e cade. Francesco resta ucciso sotto tonnellate di layer e altri sette operai feriti. Sono passati 6 giorni da quando è morto. Morto mentre stava montando il palco su cui si sarebbe esibito Jovanotti (all’anagrafe Lorenzo Cherubini), in giro con...

(19 Dicembre 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Riflessioni sulla morte di Francesco Pinna

Il nostro punto di vista…

Come è noto a tutti, il 12 dicembre 2011 Francesco Pinna è morto a Trieste durante il montaggio del palco di Jovanotti. Innanzitutto vogliamo esprimere la nostra piena solidarietà e vicinanza alla sua famiglia e a tutti coloro che sono rimasti feriti o comunque coinvolti in questa tragedia. Un errore umano non può giustificare del tutto la morte di una persona, gli uomini...

(19 Dicembre 2011)

alcuni operai e tecnici dello show business

Compagni dai campi... Un terzo dei morti sul lavoro è in agricoltura

Le morti verdi sono arrivate al 31,2% sul totale degli omicidi sul lavoro. Una ogni tre

Una settimana agghiacciante quella che ancora non si è chiusa sul versante di quelle che la stampa continua a chiamare "morti bianche". Francesco Pinna, studente-operaio di 20 anni finito sotto il crollo di un palcoscenico in allestimento è l'unica vittima ventenne che ha avuto risalto nazionale. Tra lunedì e mercoledì però sono morti di lavoro altri due ragazzi,...

(16 Dicembre 2011)

Mattia Laconca

Sentenza umbria olii: condannato a 7 anni e mezzo il padrone

Ieri 14 dicembre , a oltre 5 anni dal disastro della Umbria Olii (Campello sul Clitunno) che procurò la morte di 4 operai, Giorgio Del Papa , titolare dell’ azienda , è stato condannato dal Tribunale di Spoleto a 7 anni e mezzo e al risarcimento di 1 milione ai familiari delle vittime. Il padrone della Umbria Oli è stato dichiarato responsabile dell’insicurezza dell’impianto...

(16 Dicembre 2011)

Confederazione Cobas

Strage operaia della Umbria Olii - condannato a 7 anni Del Papa

Comunicato della RETE NAZIONALE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO.

Al processo per la strage di operai dell'Umbria Olii, Giorgio Del Papa, padrone dell'azienda, è stato condannato dal Tribunale di Spoleto a sette anni e sei mesi di reclusione per omicidio colposo, oltre a un ingente risarcimento nei confronti dei familiari delle vittime, del ministero dell'Ambiente, della regione Umbria, dell'Inail e del comune di Campello. Una condanna salutata con soddisfazione...

(16 Dicembre 2011)

Rete nazionale per la sicurezza sul lavoro

Trieste. La morte di un giovane operaio

Cinque euro l'ora per allestire le strutture dell'industria degli eventi. Un universo precario e sottopagato condizionato dalla rapidità, dove farsi male o morire mentre si lavora è all'ordine del giorno. Le mezze scempiaggini de Il Manifesto quando parla di lavoro. “Cercasi personale, tecnico e non, per allestimento concerti e spettacoli in Friuli – Venezia - Giulia e in...

(14 Dicembre 2011)

Contropiano

Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro.Superati anche i morti del 2008

Alla data del 12 dicembre 2011 con 638 morti sui luoghi di lavoro e 1110 (stima minima) se si sommano i lavoratori morti in itinere e sulle strade, registriamo + 7,4% sull’intero 2010, alla fine dell’anno arriveremo ad un’aumento di oltre 10%, e su un dato certo, quello dei morti sui luoghi di lavoro rilevati e archiviati giornalmente dall’Osservatorio dall’1 gennaio...

(13 Dicembre 2011)

Carlo Soricelli - Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro

CHISSA' SE STA DORMENDO.......

A Francesco, schiavo a 5 euro l'ora, morto schiacciato dal ferro a 20 anni.

A Francesco, schiavo a 5 euro l’ora morto schiacciato dal ferro a 20 anni. Chissà se sta dormendo….. Che bello è, quando c'è tanta gente e la musica, la musica ci fa morire, è una libidine è una rivoluzione, che non da fastidio a nessun padrone che bello è, quando lo stadio è pieno è una libidine è una rivoluzione è...

(13 Dicembre 2011)

C O M B A T

CONTRO L’INSICUREZZA NELLE SCUOLE

ASSEMBLEA PUBBLICA VENERDI’ 16 DICEMBRE DI LAVORATORI DELLA SCUOLA, GENITORI E STUDENTI DEI MUNICIPI XV E XVI DALLE ORE 16,30 ALLE 19,00 PRESSO LA BIBLIOTECA MARCONI in Via Cardano 135 Per incominciare a discuterne tutti insieme e per cercare di fare un intervento in positivo come COMITATO 5 APRILE snodo romano della RETE NAZIONALE SULLA SICUREZZA E LA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO si convoca...

(7 Dicembre 2011)

COMITATO 5 APRILE snodo romano della Rete nazionale sulla sicurezza e salute sul lavoro

Testo Unico Sicurezza sul Lavoro ancora senza decreti attuativi

L'incompletezza del TUSL ulteriormente tagliato da Berlusconi nel 2009

Il nuovo Testo Unico di Salute e Sicurezza sul Lavoro, anche conosciuto come legge 81/08, ha ormai da tempo sostituito la vecchia legge 626. Uno sporadico, piccolo, insufficiente passo in avanti per la prevenzione dei rischi di infortuni anche mortali sul posto di lavoro. I tagli agli stanziamenti economici ed al personale addetto a controlli e verifiche sono normalmente identificati come cause primarie...

(3 Dicembre 2011)

Mattia Laconca

Arrestato con l’accusa di omicidio colposo il padrone della Eureco di Paderno Dugnano

dove il 5 novembre del 2010 morirono bruciati 4 operai e altri 3 furono gravemente ustionati.

Giovanni Merlino il titolare della Eureco, la società di smaltimento rifiuti di Paderno Dugnano (Milano) dove il 5 novembre 2010 morirono quattro operai e tre rimasero gravemente ustionati è stato arrestato questa mattina dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Milano e della Compagnia di Desio, per i reati di omicidio colposo, traffico illecito di rifiuti e violazioni in materia...

(30 Novembre 2011)

Comitato per la difesa della salute nei luoghi di lavoro e nel territorio

Avezzano. Ennesima morte operaia in fabbrica

Purtroppo per i morti sul lavoro non basta il lutto: I responsabili la dovranno pagheranno caro, e dovranno pagare tutto!!

Purtroppo per i morti sul lavoro non basta il lutto: I responsabili la dovranno pagheranno caro, e dovranno pagare tutto!! Alle 6.20 del mattino l'esplosione di una pompa di calore andata in fiamme toglie la vita a Berardo Massaro, operaio della cartiera Burgo di Avezzano. Originario di Luco dei Marsi, lascia una moglie e due figlie, all'età di 50 anni. Berardo è il ventisettesimo...

(29 Novembre 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori Coordinamento Reg.le Abruzzo

In una sola giornata 5 morti sul lavoro

Ieri il mondo del lavoro ha vissuto l’ennesima tragedia, davanti alla quale non si può e non si deve rimanere indifferenti. Ben 5 morti in un solo giorno e questo ci porta a parlare di nuovo di vittime del lavoro, un fenomeno che non accenna a diminuire, anzi, il contrario. Ormai è quasi quotidiano sentir parlare di incidenti sul lavoro, tanto che l’attenzione della stampa...

(17 Novembre 2011)

Valentina Valentini DirittiDistorti

ThyssenKrupp. Per un lavoro utile, dignitoso e in sicurezza per tutti

Inoltriamo questa interessante intervista del Procuratore di Torino Raffaele Guariniello (http://www.agi.it/news/notizie/201111151421-cro-rt10194-thyssen_guariniello_sentenza_eccezionale) in merito alle motivazioni della sentenza sulla strage all’acciaieria ThyssenKrupp. Come afferma il Dott. Guariniello, e non possiamo che essere d’accordo, “preziosa è stata la partecipazione...

(16 Novembre 2011)

Ass. Legami d’Acciaio onlus

Giustizia per i 4 lavoratori morti alla Umbria Olii

Sono Lorena Coletti, mio fratello morì il 25 novembre 2006, nella tragedia delle Umbria Olii. Quel giorno morirono altre 3 persone che lavoravano con lui nella ditta Manili, la quale effettuava manutenzioni in appalto presso la Umbria Olii. Il lavoro della ditta Manili, consisteva nel montare delle passerelle sui silos che per l'occasione dovevano essere bonificati, mentre tramite successive...

(3 Novembre 2011)

Lorena Coletti

Morti sul lavoro. In Italia l'11% sono stranieri

Le tragedie delle morti sul lavoro sono una miniera inesauribile di dati per capire l'evoluzione di una società e di un paese. Gli stranieri morti sui luoghi di lavoro dal 1 gennaio 2011 sono 57, su un totale di 549 (togliendo le 34 vittime di cui non siamo a conoscenza della nazionalità) la percentuale di stranieri morti è dell'11% sul totale. E oltre il 40% sono romeni. Se...

(2 Novembre 2011)

Carlo Soricelli dell'Osservatorio Indipendente di Bologna sulle morti per infortuni sul lavoro

Marlane marzotto, ieri ancora un rinvio

Ancora una volta bloccato dalle notifiche il processo Marlane Marzotto di Praia a Mare, viziate dalla firma irregolare sugli avvisi di ricevimento – spesso sigle o firme diverse da quelle del destinatario - che trattandosi di atti giudiziari sono da considerarsi del tutto illegali. A giudicare dall’avvio questo processo è destinato a non concludersi mai e difficilmente potrà...

(2 Novembre 2011)

Alberto Cunto SLAI Cobas Cosenza

Carlo Pratelli morì il 26 giugno 2006, schiacciato sotto 6 tonnellate di vetro.

Dopo ben 5 anni e mezzo la sentenza di primo grado.Solo 2 anni ai datori di lavoro.

Massimiliano Pratelli (figlio di Carlo Pratelli, morto il 26 Giugno del 2006, schiacciato sotto 6 tonnellate di vetro) mi ha scritto questa lettera, alla luce della sentenza di primo grado per la morte del padre, che è stata emessa solo dopo la bellezza di 5 anni e mezzo. Se tanto mi da tanto, ci vorranno ancora moltissimi anni prima di arrivare alla sentenza definitiva di terzo grado. E meno...

(31 Ottobre 2011)

Massimiliano Pratelli

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

665552