il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • Le mani sulla città - 3 date sulla gentrificazione
    (28 Febbraio 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Memoria e progetto)

    Dove va il governo Prodi

    (99 notizie dal 30 Aprile 2006 al 27 Gennaio 2008 - pagina 4 di 5)

    La ripresa delle destre è responsabilità di Prodi

    Il successo della manifestazione reazionaria delle destre rivela un fatto tanto prevedibile quanto preoccupante: una legge finanziaria tutta votata a trasferire risorse alle grandi imprese, a scapito del grosso della societa' italiana, regala alla demagogia populista delle destre uno spazio enorme di rivincita. Un centrosinistra che si intrattiene con i banchieri e con Luca Cordero di Montezemolo...

    (8 Dicembre 2006)

    Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori

    Amato versus Ferrero

    A quando la tassa per l’occupazione del suolo pubblico?

    La chiarezza, specie in materia di diritti sociali ( vedi PACS, droghe, bioetica, immigrazione…), non fa parte del corposo programma di governo, anzi…. Il ministro Amato, un'altra volta, vanifica le parole del ministro Ferrero. Siamo ormai abituati a questo contrapporsi fra organi istituizionali. La chiarezza, specie in materia di diritti sociali ( vedi PACS, droghe, bioetica, immigrazione…),...

    (4 Dicembre 2006)

    SPORTELLO IMMIGRATI ROMA RDB-CUB

    Prodi riporta l’Italia in piazza

    Che fossero uno o due milioni di persone poco importa, la realtà incontrovertibile è quella che la manifestazione indetta a Roma dalla Casa delle Libertà sabato 2 dicembre ha portato in piazza tanta gente, tanta quanto nessuna macchina organizzativa (ancorché perfetta) riuscirebbe a portarne in mancanza di un malcontento profondo e generalizzato nel paese. Scegliere di...

    (4 Dicembre 2006)

    Marco Cedolin

    L'Italia di Prodi si astiene sul Venezuela nel consiglio di sicurezza Onu

    Il centro-sinistra ubbidisce a Bush, e mette pollice verso. I governi di sinistra sudamericani sono invece a favore del Venezuela

    Notizie dell'ultima ora, confermano che nell'imminente votazione per il nuovo Consiglio di Sicurezza, previsto per l'inizio della settimana entrante, il governo italiano avrebbe deciso di NON appoggiare la candidatura del Venezuela. Il governo di Prodi ancora una volta cede alle pressioni di Washington, e perde l'occasione per dimostrare con i fatti che si schiera a favore di una nuova politica internazionale. Il...

    (16 Ottobre 2006)

    LEGA degli EMIGRATI BOLIVARIANI

    Gli inviti di Ernesto Galli della Loggia e la solitidune di Fassino

    Leggiamo sul Corriere di sabato 9 settembre l’accorato invito di Ernesto Galli della Loggia, rivolto alla “sinistra moderata” ad attaccare ora la “sinistra radicale” per smascherare il loro bluff di oppositori duri sulle proposte del Governo per la nuova finanziaria. Il suo è un preoccupato invito a non lasciare Fassino da solo nella lotta per imporre che la finanziaria...

    (11 Settembre 2006)

    Lucio Miotto

    Sangue sui gassificatori

    Ovvero sui nuovi strumenti della politica energetica del governo prodi

    PROPOSTA DI APPELLO E' venuto il momento di svelare il retroscena tutto italiano della scelta dei rigassificatori. Essi sono collegati ad una fornitura di metano dalla Nigeria che l'Italia ha sottoscritto tramite l'ENI subito dopo l'impiccagione di un gruppo di attivisti ecologisti. Fu firmato un contratto per la fornitura di gas liquefatto senza che fossero stati approntati i rigassificatori in...

    (3 Settembre 2006)

    Rapallo: contro il Governo “Prodi – Padoa Schioppa”

    E' necessario costituire il Partito Comunista dei Lavoratori

    Perché un altro partito comunista? Non ce sono già abbastanza? Rifondazione Comunista è entrata nel Governo “Prodi – Padoa Schioppa” (i massimi sacerdoti dell’Europa di Maastricht, liberista e imperialista) con il chiaro intento di fornire a questa maggioranza, insieme al resto della cosiddetta “sinistra radicale” (Verdi, Comunisti Italiani...

    (15 Agosto 2006)

    andrea botto - mPCL Rapallo

    Non serve un grande medico ma una tessera di partito

    Lo chiamano “spoil system” e tradotto nella lingua che ci dovrebbe essere propria significa pressappoco rivoluzionare politicamente tutti i vertici delle varie istituzioni esistenti nel paese ad ogni cambio di colore della maggioranza di governo. In una dimensione politica come quella del nostro paese, ormai da un paio di decenni in balia dell’alternanza, la pratica d’insediare...

    (7 Agosto 2006)

    Marco Cedolin

    Il governo Prodi tra la prosecuzione delle politiche liberiste e l'accettazione della guerra infinita Usa

    Tutte le componenti, anche quelle presunte alternative, si sono appiattite al dogma del governismo e della fedeltà alla squadra del cuore ed al patriarca Prodi

    Il governo Prodi-PadoaSchioppa-Montezemolo (e schegge folcloristiche varie), come volevasi dimostrare, ha ingranato la quinta marcia per dirigersi a gran carriera nella direzione auspicata dai banchieri, dai grandi industriali e dal FMI: la prosecuzione delle politiche liberiste sancite a suo tempo a Maastricht, liberandosi dalla ormai troppo stretta camicia provincial-populista che Berlusconi, Bossi...

    (30 Luglio 2006)

    Umberto Cotogni mPCL La Spezia

    Immissioni in ruolo dei precari della scuola. Molte dichiarazioni di principio. A quando i fatti?

    La CUB Scuola ritiene che la presa di posizione sul precariato assunta ieri dalla VII Commissione della Camera sia un interessante segnale di disponibilità ma, appunto, non più di un segnale. Non possiamo, infatti, che condividere la necessità di un piano straordinario di assunzioni. È, d'altro canto, evidente che è necessario agire in tempi non biblici e con molta...

    (30 Luglio 2006)

    Per la CUB Scuola Il Coordinatore Nazionale Cosimo Scarinzi

    Caos permanente

    Se la maggior parte degli argomenti sul tappeto non fossero pregni di drammatica serietà ci sarebbe quasi da sorridere nell’osservare la babele ormai fuori controllo, costituita dal canicolato serraglio della politica italiana. Partiti, correnti, tradizioni consolidate nel tempo, alleanze di governo e di opposizione hanno ormai esondato dal proprio corso logico per confluire in una miscellanea...

    (28 Luglio 2006)

    Marco Cedolin

    Il pacco vuoto della conferenza internazionale per il Libano

    Finalmente l'Italia rientra alla grande nello scenario internazionale. Dal niente, il Governo Prodi è divenuto protagonista nella crisi medio orientale. Tutti a Roma, mercoledì, per discutere della crisi israelo-libanese.. Questa la sintesi dell'infiocchettato pacchetto che Governo, maggioranza e media ci stanno propinando in vario modo . Proviamo ora a scartare il pacco: via il fiocco,...

    (24 Luglio 2006)

    Franco Ragusa http://www.riforme.net/Stop_Racism.htm

    Il pensiero unico

    Chiunque di noi con l’ausilio di un videoregistratore e un paio d’ore di tempo può fare un semplice esperimento volto a dimostrare come l’Italia della campagna elettorale e quella di oggi siano due paesi che a dispetto della cartina geografica si trovano agli antipodi uno rispetto all’altro. E’ sufficiente prendere dalla scansia qualche vecchia videocassetta sulla...

    (20 Luglio 2006)

    Marco Cedolin

    "Piccoli gruppi anacronistici"

    “Nella sinistra italiana piccoli gruppi anacronistici”: ringraziamo il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, antico capocorrente del PCI di cui evidentemente conserva alcuni retaggi di metodologia politica, per aver voluto così chiaramente delimitare l'attualità del quadro politico della sinistra italiana, nel rilasciare la sua intervista alla “Frankfurter...

    (17 Luglio 2006)

    Franco Astengo

    E sì, con un centrosinistra così, è proprio da coglioni averli votati

    Dopo settimane di carneficine e di bombardamenti a tappeto per radere al suolo obiettivi civili palestinesi e libanesi compiuti dall'esercito nazi-israeliano, per il nostro Presidente del Cosiglio Prodi c'è un solo modo per avviare la soluzione della crisi: prima di tutto rimuovere la presenza di Hezbollah armati nel Sud del Libano. (www.corriere.it/Primo_Piano/) E prima che degli Hezbollah...

    (17 Luglio 2006)

    Un coglione pentito

    Arriva il DPEF: ennesimo attacco ai lavoratori pubblici!

    La presentazione del Documento di Programmazione Economico e Finanziaria di questi giorni mostra le reali intenzioni del governo di centro sinistra. Le allarmistiche dichiarazioni dei giorni precedenti del Ministro Padoa Schioppa sui conti pubblici approdano ad una manovra da oltre 35 miliardi di euro, con paventati tagli al pubblico impiego, agli enti locali, alla sanità ed al sistema previdenziale...

    (15 Luglio 2006)

    COBAS Pubblico Impiego aderente alla Confederazione COBAS

    Lettera aperta ai parlamentari “dissidenti” di prc, pdci, verdi

    Cari/e compagni/e sosteniamo con forza il vostro dissenso sul rifinanziamento della missione militare in Afghanistan. Proprio per questo ci auguriamo che non rimanga a metà strada, riproponendo incertezze e contraddizioni francamente insostenibili. Ricapitoliamo. Appena un mese fa avete votato la fiducia, assieme ai vostri partiti, al governo Prodi-D’Alema-Parisi. E dunque, di fatto,...

    (15 Luglio 2006)

    Movimento Costitutivo per il Partito Comunista dei Lavoratori

    In braghe di tela… c’eravamo già !!!

    Il nuovo governo di centro-sinistra continua a propinarci vecchie ricette liberiste e si accinge a colpire duramente le già provate condizioni di vita di lavoratori e pensionati. Il Dpef incide pesantemente su spese sanitarie, Enti locali, e previdenza. Ancora una volta l’insipienza delle classi dominanti viene fatta pagare a chi ha sempre sopportato tutto il peso delle politiche padronali....

    (13 Luglio 2006)

    RdB CUB - La Spezia

    No alla finanziaria del governo Prodi!

    Il governo presenta le linee guida della prossima finanziaria e annuncia tagli su pensioni, sanita' e spesa pubblica. Mentre il Dpef resta nel vago, sulla stampa si parla di interventi sui coefficienti pensionistici, sulle finestre di uscita, sui ticket ospedalieri, di tagli alla scuola e alla spesa degli enti locali che vogliono dire tagli ai servizi pubblici. BISOGNA DIRE DI NO! Per tutta la campagna...

    (12 Luglio 2006)

    Rete28Aprile nella Cgil per la democrazia e l’indipendenza sindacale

    Facili profezie

    Le reazioni alla presentazione del progetto di Documento di Programmazione Economica e Finanziaria per il 2007, accompagnate da quanto già accaduto sui temi della politica estera e militare dell'Italia ed al decreto sulle liberalizzazioni, ci potrebbero far dire, con sicurezza, che siamo stati facili profeti: per il governo uscito fuori dal risultato elettorale del 9 Aprile non c'è stata...

    (8 Luglio 2006)

    Franco Astengo

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |    >>

    78277