il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Italia Richter

Italia Richter

(30 Maggio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Il Comune di Milano taglia quindici sezioni nelle materne: "Calo delle nascite, sempre meno iscritti” dicono al Comune….ma sarà vero?
    Anche la situazione a ROMA CAPITALE, nel settore educativo-scolastico, ha delle criticità…
    (1 Luglio 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Capitale e lavoro)

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Il capitalismo è crisi

    Notizie e analisi sulla crisi del sistema di produzione capitalistico

    (555 notizie dal 1 Giugno 2004 al 10 Aprile 2022 - pagina 6 di 28)

    Senza lavoro da due anni si suicida

    Ieri a Salerno, oggi a Pisa, domani? Da due anni era senza lavoro e ieri sera si è suicidato lanciandosi nel vuoto dal sesto piano di un palazzo. L'uomo aveva 45 anni, abitava a Ponsacco (Pisa). Dopo due anni alla disperata ricerca di un poso di lavoro, l'operaio è precipitato in una forte depressione, che lo ha portato a compiere il tragico gesto. L'uomo era sposato. Secondo un economista...

    (3 Maggio 2013)

    controlacrisi.org

    Moody's: "l'Italia andrà ancora peggio"

    L'agenzia di rating rompe la tregua nei confronti dell'Italia e avverte: la recssione sarà molto più lunga e grave di quanto finora previsto. O meglio; raccontato. Moody's conferma il rating 'Baa2' per l'Italia, con prospettive negative. E avverte: senza un mandato chiaro per il governo le riforme sono a rischio. Lo stallo politico può pesare anche sulla fiducia degli investitori,...

    (27 Aprile 2013)

    Redazione Contropiano

    Ungheria, disoccupazione sale a +11,8%

    Il livello di disoccupazione in Ungheria raggiunge l'11,8% nei primi tre mesi dell'anno in corso, in aumento dall'11,6% del precedente trimestre e anche su base annuale. Nello stesso periodo del 2012, l'11,7% degli ungheresi in età attiva risultava senza un lavoro. L'Ufficio statistico di Budapest ha diffuso oggi questi dati, come di prassi su base trimestrale: l'Ungheria non fornisce statistiche...

    (26 Aprile 2013)

    controlacrisi.org

    Auto, il mercato scende ancora. Per il diciottesimo mese consecutivo

    Non s’arresta il calo sul mercato dell’auto europeo. Per il diciottesimo mese consecutivo, a marzo, nell’Europa a 27, si è registrata una flessione annua del 10,2% e del 10,3% considerando anche i Paesi dell’Efta. Nel primo trimestre del 2013, le immatricolazioni sono state pari a 2,989 milioni di unità con una contrazione del 9,8% rispetto allo stesso periodo...

    (17 Aprile 2013)

    Operai Contro

    Quanti omicidi d'austerità ancora per risanare i conti?

    Romeo, Annamaria e Giuseppe si sono uccisi uno dopo l'altro a Civitanova Marche. Come per i morti sul lavoro, non c è alcuna tragica fatalità nella strage che ha visto autodistruggersi una intera famiglia di sessantenni. Fanno bene i dirigenti della CGIL Marche a rompere il solito velo di ipocrisia che copre questa e le altre tragedie che si susseguono. Questi tre poveri morti sono...

    (6 Aprile 2013)

    Giorgio Cremaschi

    Il capitalismo in agonia è l'inferno dei lavoratori

    Negli Stati Uniti D’America hanno deciso un taglio del bilancio federale di 85 miliardi di dollari, nei prossimi 10 anni si predispongono tagli per circa 100 miliardi di dollari, in Italia per effetto del “Fiscal Compact” a partire da quest’anno ci sarà un taglio di 50 miliardi di euro sul bilancio per 20 anni consecutivi per un totale di mille miliardi di euro. Nei...

    (17 Marzo 2013)

    Collettivo Kal Marx Cardarelli

    Con la crisi economica e la disoccupazione aumenta anche la sfiducia dei cittadini

    E’ stato pubblicato ieri il rapporto “Benessere equo e sostenibile”, di Istat e Cnel, che fotografa la realtà sempre più difficile che il nostro Paese sta vivendo, stretto nella morsa di una crisi della quale non si vede la fine. Fra il 2010 e il 2011 , l'indicatore della “grave deprivazione” economica è salito dal 6,9% all'11,1%. Ciò si traduce...

    (12 Marzo 2013)

    V.V. - DirittiDistorti

    IL RECORD POVERTA’ DELL’ITALIA

    Caro Direttore, Eurostat (istituto di statistica europeo), rende noto che in Italia ci sono 17 milioni, di poveri a rischio di finire in miseria. Una percentuale pari al 28,2% della popolazione in Italia, mentre nella media dei 27 paesi europei, tra i membri di vecchia data, è più bassa al 24,2%. Messa peggio dell’Italia è solo la Grecia. Eurostat ci ricorda anche che...

    (6 Marzo 2013)

    www.operaicontro.it

    Giappone pronto a politiche inflazionistiche aggressive

    "Sono convinto che la Bank of Japan (BoJ) non stia facendo abbastanza in termini di volume complessivo e di varietà di asset acquistati" per sconfiggere la deflazione (la spirale depressiva produzione in calo, redditi fermi, consumi in calo, nuova discesa della produzione, ecc). Lo ha dichiarato Haruhiko Kuroda, indicato come prossimo governatore della BoJ dal primo ministro Shinzo Abe....

    (4 Marzo 2013)

    Redazione Contropiano

    IL MERCATO DELL’AUTO CROLLA

    Febbraio si chiude con un nuovo tonfo per il mercato dell’auto in Italia. Il mese scorso sono state immatricolate appena 108.419 nuove vetture, con una flessione del 17,41% rispetto alle 131.271 dello stesso mese del 2012. A gennaio il calo delle vendite era stato del 17,58%. Lo comunica il ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. A febbraio Fiat Group Automobiles ha immatricolato...

    (2 Marzo 2013)

    Operai Contro

    Croazia: disoccupazione al galoppo

    La disoccupazione in Croazia ha raggiunto in gennaio il 21,9 per cento della forza lavoro, il tasso piu' altro negli ultimi dieci anni. Lo mostrano i dati dell'Ufficio di statistica croato resi noti oggi. Rispetto a dicembre, quando i senza lavoro erano il 21,1 per cento, i nuovi disoccupati in un mese sono stati 13.800, il 3,8 per cento in piu', pari a 372 mila persone sul totale di 4,3 milioni di...

    (21 Febbraio 2013)

    Redazione Contropiano

    Giappone: aumento record del deficit commerciale

    Le misure protezionistiche e di indebolimento dello yen, messe in atto di recente dal governo e della banca centrale giapponese, non sono per il momento riuscite ad invertire la tendenza. Il Giappone ha segnato a gennaio un deficit commerciale record di 1.629,4 miliardi di yen (circa 13 miliardi di euro), il peggiore nel mese di riferimento dal 1979. Il dato, peggiore delle attese, presenta un saldo...

    (20 Febbraio 2013)

    Redazione Contropiano

    Crollo senza fine per l'automobile europea

    Un disastro a cui non si vede fine. Le vendite di nuove auto in Europa (27 paesi Ue più Efta) calano dell'8,5% a gennaio a 918.280 unità, il peggior dato dal 1990. Lo rivela l'Acea, l'associazione dei produttori europei. In Italia le immatricolazioni arretrano del 17,6% a 113.525 unità. A gennaio le vendite di auto di Fiat Group Automobiles in Europa (27 paesi Ue piu' Efta) scendono...

    (19 Febbraio 2013)

    Redazione Contropiano

    Dibattito sulla crisi

    La crisi che sta investendo l’economia capitalistica è, oggi, al centro del dibattito pubblico e politico. Scienziati, tecnici, politici, imprenditori e persino il Papa si affannano nel tentativo di spiegare il fenomeno, proponendo le tesi più diverse e le alchimie più disparate, non essendo in grado, apparentemente, di cavarci un ragno dal buco. Ogni anno, da ormai 5-6...

    (17 Febbraio 2013)

    Gruppo anticapitalista bolognese "Iskra", Battaglia Comunista

    AUTO, IL CROLLO NON SI FERMA PIU'

    L'anno dell'automobile inizia come era finito. Con un altro pesante tonfo. Le vendite a gennaio sono calate del 17,5% rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Quando già si era verificata una drastica contrazione del 17%. Segni di ripresa? Macché. Le auto immatricolate sono state 113.525. Il gruppo Fiat apre il 2013 con 34.160 vetture, il 15,8 in meno di gennaio 2012. Batoste pesanti...

    (2 Febbraio 2013)

    Operai Contro

    Redditi, ritorno al 1986

    Altro che fine della crisi, il 2013 sarà peggio. Il ministro (ormai ex) dell'economia Grilli ha appena finito di dire che l'Italia sarà fuori dalla recessione nei primi mesi dell'anno, che ecco che ti arriva la notizia: i redditi degli italiani nel 2013 faranno un salto all'indietro di ben 27 anni. Lo spiega uno studio di Rete Imprese Italia, secondo il quale torneremo ai livelli del...

    (22 Gennaio 2013)

    liberazione.it

    Ripresa americana

    Dalla Newsletter numero 195, 20 gennaio 2013 Secondo un'indagine del Sole 24 Ore l'ottimismo sulla ripresa americana è eccessivo. I due principali indici che confermerebbero l'uscita dal tunnel, cioè la riduzione drastica dell' "effetto leva" bancario (speculazione con denaro ottenuto a basso costo) e l'aumento delle compravendite immobiliari, sono fasulli. Il leverage bancario è...

    (22 Gennaio 2013)

    n+1 Rivista sul "movimento reale che abolisce lo stato di cose presente"

    «In 4 anni persi oltre 500mila posti»

    Alla vigilia dello scoppio della Grande Crisi, nel 2008, il tasso di occupazione in Italia era del 59%, pari a 23.518.000 persone: oggi la percentuale è del 56.9%, pari a 22.951.000 di occupati. In quattro anni di crisi, dunque, l'Italia ha perso ben 567.000 occupati. Lo segnala un'analisi dell'Osservatorio Cig-Occupazione della Cisl che sottolinea come i dati Istat del terzo trimestre 2012...

    (19 Gennaio 2013)

    liberazione.it

    Il bombardamento di dollari che spinge la Svizzera nell’Euro

    28 dicembre 2012 A partire dal 1971, con l’annullamento degli accordi di Bretton Woods del 1945 e la conseguente sottoscrizione del cosiddetto Smithsonian Agreement, il panorama monetario è profondamente cambiato. Venne infatti determinato il passaggio dal Gold Exchange Standard – sistema nel quale il solo dollaro era convertibile in oro, al prezzo fisso di 35 dollari l’oncia,...

    (29 Dicembre 2012)

    Mattia Tagliaferri, Dipartimento di Politica nazionale del Partito Comunista del Canton Ticino

    AUMENTA LA DISOCCUPAZIONE E LA FAME

    Alcune considerazioni sui dati diffusi dall’INPS e dall’ISTAT.

    La crisi economica si acuisce e il fuoco cova sotto la cenere. 26 dicembre 2012 Dai dati diffusi dall’Inps il 6 dicembre scorso, risulta che tra gennaio e novembre di quest’anno le ore di cassa integrazione chieste all’istituto di previdenza dalle aziende hanno superato il miliardo di ore, il che corrisponde a 520.000 persone in cassa a zero ore. Con 1.004 milioni di ore di cassa...

    (27 Dicembre 2012)

    Michele Michelino - Centro di Iniziativa Proletaria "G. Tagarelli" (Sesto San Giovanni

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    519972