il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

2012

2012

(2 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il capitalismo è crisi

Notizie e analisi sulla crisi del sistema di produzione capitalistico

(552 notizie dal 1 Giugno 2004 al 21 Aprile 2020 - pagina 8 di 28)

Governo salva-profitti

Mentre nei paesi in sviluppo è ancora espansione, in Europa e in Italia in particolare è di nuovo crisi. Crisi del debito pubblico perché gli Stati hanno “speso troppo” per tamponare la crisi del debito privato, crisi perché le divaricazioni tra una Germania agganciata alle economie in espansione e un Sud Europa che arranca, misurate dagli “spread”,...

(28 Febbraio 2012)

Pagine Marxiste

Disuguaglianza e flessibilità: l’attacco al lavoro

L’aumento della disuguaglianza nei redditi disponibili

Marco Elia* - 20 Febbraio 2012 Nelle scienze sociali, dopo decenni di scarso interesse, lo studio delle disuguaglianze ha guadagnato negli ultimi anni una posizione centrale nelle analisi e nelle ricerche. Dalla vasta letteratura prodotta emerge chiaramente come, negli ultimi tre decenni, vi sia stato un aumento delle disuguaglianze sociali pressoché in tutti i paesi dell’OCSE (OECD...

(24 Febbraio 2012)

Comunisti Uniti

La connessione Apple

Dall’inizio dell’attuale crisi economica globale, il centro dell’analisi critica e dell’odio pubblico è stato il capitale speculativo. Nella “narrazione” populista, sono stati gli impressionanti raggiri delle banche in un sistema di de-regulation che hanno portato al collasso economico. L’“economia finanziaria”, definita parassita e sbagliata,...

(10 Febbraio 2012)

Walden Bello

Dittatura economica

Ideologia del mercato e mercificazione del pianeta

La povertà già colpisce 115 milioni di persone dei 27 paesi dell’Unione Europea, cioè quasi il 25% della sua popolazione, e minaccia altri 150 milioni di abitanti. In Spagna il tasso di disoccupazione arriva al 22,8%. Grecia e Italia si trovano sotto un intervento “bianco”, governati da primi ministri scelti dal Fondo Monetario Internazionale. Irlanda e Portogallo...

(7 Febbraio 2012)

Frei Betto, Teologo e scrittore brasiliano

La posizione contro ogni alleanza imperialista criterio fondamentale per i comunisti

La crisi globale del capitalismo, conseguenza della contraddizione fondamentale del sistema capitalistico, ha portato ad un ulteriore approfondimento delle contraddizioni interimperialiste e alla nascita di nuove potenze imperialiste. Queste a loro volta cercano di formare nuove unioni interstatali, con molteplici obiettivi: il rafforzamento della loro posizione in antagonismo con i rivali globali,...

(2 Febbraio 2012)

Elisseos Vagenas responsabile della Sezione Relazioni Internazionali del CC del Partito Comunista di Grecia (KKE)

La forza dei lavoratori sul piatto della bilancia

Gli analisti economici che ancora mantengono uno straccio di onestà intellettuale riconoscono che nessuno può fare previsioni attendibili nemmeno su quello che accadrà nell’arco dei prossimi dodici mesi. “Nessuno sa che cosa succederà nel mondo del denaro dopo un 2011 di pathos, passione e paura” ha scritto il caporedattore del Wall Street Journal. Ma...

(28 Gennaio 2012)

L'Internazionale

A chi la nigeria? a goldman sachs

Si è stabilita una nuova moda, per la quale ogni personalità politica o istituzionale deve condire i suoi discorsi con inesorabili denunce dello strapotere della finanza globale, che, da "servizio nei confronti della produzione", è diventata scopo in sé e funzione primaria. Una volta pronunciata l'astratta denuncia, si può tornare tranquillamente ad obbedire alle...

(26 Gennaio 2012)

Comidad

Psicopatia dirigenziale nel mercato globalizzato

Cosa ci insegnano Apple e la compressione del ceto medio negli USA

Non molto tempo fa, la Apple si vantava della produzione interamente americana dei propri prodotti. Oggi non è più così: quasi tutti i 70 milioni di iPhone, 30 milioni di iPad e 59 milioni di altri prodotti venduti l’anno scorso in tutto il mondo dall’azienda californiana furono prodotti in Asia, principalmente in Cina. Ma non si tratta solamente del costo del lavoro,...

(23 Gennaio 2012)

Tobia C.

Più flessibilità? Più precarietà? IO NON M' I(N)CHINO!

> qui qualche foto Oggi, 20 gennaio 2012, presso la sede centrale dell'Università Federico II di Napoli si è svolto il convegno organizzato dalla Uil "E' tempo di riforme. Per il lavoro e per la crescita: il coraggio delle scelte", con ospite il giuslavorista senatore del PD Pietro Ichino, in città per la presentazione del suo ultimo libro "Inchiesta sul lavoro". Come studenti...

(20 Gennaio 2012)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

L’uscita dalla crisi? In fondo a sinistra

La razione di miseria imposta ai popoli portoghese, greco, italiano, spagnolo e, progressivamente, a tutti i popoli europei, non basterà a fermare la caduta di rendimento del capitale finanziario, per cui serviranno altre manovre finanziarie che spingeranno sempre di più verso una condizione di insopportabilità dei sacrifici imposti ai proletari. Ormai il capitalismo non ha...

(12 Gennaio 2012)

Lucio Garofalo

La realtà non è mai come sembra

E’ assolutamente fuorviante quella congettura secondo cui l’attuale crisi economica sarebbe il risultato di occulte trame internazionali, cioè di un complotto “demo-plutocratico” ed “ebreo-massonico” ordito su scala mondiale. E’ un’interpretazione nazista molto in voga, in quanto è accreditata non solo presso settori che fanno tradizionalmente...

(3 Gennaio 2012)

Lucio Garofalo

Mai dire capitalismo!

Il capitalismo è brutto, vecchio come un abito logorato che ormai ha fatto il suo tempo e deve essere abbandonato e dimenticato in un armadio. E’ questo il pensiero dei giovani americani – specie di coloro che in questi mesi hanno partecipato al movimento “Occupy Wall Street” – registrato dal sondaggio realizzato dal Pew Research Center e pubblicato mercoledì...

(2 Gennaio 2012)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Il lobbying delle banche dietro la flexsecurity

Un po' alla volta il governo Monti sta smentendo il suo presunto stile istituzionale, lasciandosi andare alle provocazioni tipiche di chi non abbia intenti trasparenti. La sortita del ministro Elsa Fornero sull'abolizione dell'articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, non solo ricalca le performance a cui ci aveva già abituato il suo predecessore Sacconi, ma ha seguito anche un rituale ormai...

(29 Dicembre 2011)

Comidad

Eat the rich, o parlare di "lotta di classe" dai marciapiedi di Wall Street ai cancelli di Pomigliano

Nelle manifestazioni di Wall Street, per le strade di Londra, del Canada, della Germania, nelle piazze spagnole, a Napoli si legge ovunque una scritta: “Eat the rich!”, “Mangia il ricco!”... Questo slogan esprime, in maniera embrionale, una coscienza di classe ed una coscienza internazionalista: noi sfruttati del mondo non abbiamo più nulla, eppure siamo la stragrande...

(27 Dicembre 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Il re è nudo

Alcune riflessioni di ordine filosofico ed esistenziale, quindi politico

Il re è nudo, si potrebbe osare. La realtà, che supera puntualmente ogni immaginazione, ispira e suggerisce un’elaborazione critica di straordinaria attualità storica. Per decenni il sistema di potere creato dalla borghesia capitalista ha predicato nel mondo, a partire dal secondo dopoguerra, quella che si potrebbe qualificare come la religione più diffusa e vincente...

(23 Dicembre 2011)

Lucio Garofalo

Un tempo si sarebbe chiamato fascismo

Non quello che comunemente viene ricordato come l'artefice della guerra mondiale e delle imprese coloniali, e neanche quello quello folkloristico e ormai quasi estetizzato da sessanta anni di marketing neoliberale, ma quello che viene analizzato secondo un sano e mai superato metodo materialista. In anni non sospetti diversi autori hanno avuto un approccio corretto al fenomeno, da punti di vista...

(14 Dicembre 2011)

Segreteria Nazionale Federazione dei Comunisti Anarchici

Tutti a bruxelles per salvare i poteri forti della finanza e del capitale internazionale

Mila Pernice 8/12/2011 - Lo continuano a dire e a scrivere: “alla vigilia dell'appuntamento più importante nella storia dell'Ue i segnali arrivati dai mercati sono stati poco rassicuranti”. I segnali che giungono da queste entità quasi soprannaturali che sono i “mercati”, cioè i poteri forti della finanza e del capitale internazionale, continuano ad essere...

(9 Dicembre 2011)

Radio Città Aperta - Roma

Il soggetto e la crisi.

L'editoriale del nuovo numero di Contropiano

Contropiano rivista, affiancando il quotidiano on line, vuole contribuire alla ricostruzione di un alfabeto comune della sinistra marxista e alla promozione di un dibattito franco e rigoroso, perché lo strumento dell’analisi teorica è fondamentale non solo per la comprensione della fase ma anche per la formazione (quindi la qualità) di una soggettività organizzata...

(7 Dicembre 2011)

Contropiano

22 ragioni per le quali potremmo assistere nel 2012 al collasso economico dell’ Europa

Il 2012 sarà l’anno in cui assisteremo al collasso economico dell’ Europa? Prima di licenziare il titolo di questo articolo come “allarmista”, leggete prima le informazioni elencate nel resto di questo articolo. Nel corso degli ultimi mesi, vi è stata una sorprendente perdita di fiducia nel sistema finanziario europeo. In questo momento, effettivamente nessuno...

(5 Dicembre 2011)

da The Economic Collapse

L’economia della povertà

Dicono a proposito del clima, che la vita e la salute di milioni di persone sono a rischio e vediamo come questo rischio sia già tragicamente reale. I nostri lungimiranti politici cosa ne pensano? Pensano che si deve continuare a incentivare il traffico automobilistico e il trasporto su gomma, investendo in grandi infrastrutture autostradali che richiedono immense colate di cemento. Dicono...

(3 Dicembre 2011)

Ira Conti

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

487472