il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Primavera

Primavera

(8 Febbraio 2011) Enzo Apicella
4 bambini Rom muoiono nell'incendio della loro roulotte causato forse da una stufetta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Stato e istituzioni)

SITI WEB
(La tolleranza zero)

La tolleranza zero

Tra deriva securitaria e nuove leggi razziali. I pogrom di stato contro i rom, gli stranieri, i mendicanti, i poveri...

(726 notizie dal 12 Marzo 2002 al 7 Gennaio 2019 - pagina 4 di 37)

La giusta contestazione alla cittadinanza onoraria a Magdi Allam a Cascina

Oltre cinquanta cittadinie hanno contestato la cittadinanza onoraria a Magdi Allam. Al di là di chi avesse indetto il presidio era scontata la presenza a un atto di civiltà in contrasto con la cittadinanza onoraria a chi viene contestato anche da destra per le sue posizioni . Basta leggere uno storico illustre come Franco Cardini, che non fa mistero della sua militanza di estrema destra...

(28 Ottobre 2016)

delegati e lavoratori indipendenti Pisa

La risposta sbagliata

Nuovo sgombero di migranti vulnerabili a Roma

Pubblichiamo il comunicato sui fatti di stamattina rinviando alla pagina fb di Baobab Experience per ulteriori aggiornamenti sulla situazione in Piazzale del Verano. Il fenomeno dei migranti in transito interessa la città di Roma da almeno 10 anni: dagli Afgani della stazione Ostiense, ai Somali dell’ex ambasciata di via dei Villini, agli Eritrei degli insediamenti di Selam Palace e Collatino...

(13 Ottobre 2016)

Baobab Experience e Medici per i Diritti Umani

NON VELINO LE LACRIME LO SGUARDO

Il 3 ottobre facciamo memoria di tutte le vittime della strage nel Mediterraneo. Piangiamole tutte le nostre lacrime per le sorelle ed i fratelli morti. Ma non velino le lacrime lo sguardo. Di quelle vittime sono responsabili in primo luogo i governi europei che a tutte loro hanno negato e tuttora negano il diritto a giungere in salvo nel nostro continente viaggiando in modo legale e sicuro. Poiché...

(2 Ottobre 2016)

Peppe Sini, responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

A proposito di Moschea sotto la Torre: l'ossessione per l'Islam della destra

La società civile è il terreno di incontro. Gli italiani hanno uno scarso senso della cosa pubblica. Io sono cattolico ma da buon funzionario pubblico sono per una restaurazione fervente della cosa pubblica. Bisogna insegnare che il vantaggio di ciascuno di noi è il vantaggio di tutti. Che non si buttano i mozziconi per terra, che non si parcheggia in doppia fila, che non si ruba...

(28 Agosto 2016)

delegati e lavoratori indipendenti Pisa e provincia

Musile: laboratorio della violenza

Le dichiarazioni violente e le successive scuse e “calibrazioni nel tono” dei messaggi da parte di Forcolin e Bars sono inammissibili per chi riveste una carica istituzionale. Dichiarazioni inaccettabili perché cariche di violenza e di retorica intollerante , xenofoba; chissà quando la smetteranno di soffiare sul fuoco dell’odio e della inutile contrapposizione sociale....

(1 Agosto 2016)

Alberto D'Andrea Comunisti Veneto orientale

Catania: distrutto da un incendio il grande campo Rom

Nella serata di venerdì (15 luglio) un gigantesco incendio ha totalmente distrutto il grande campo ROM di via Madonna degli Ulivi ( uno dei più grandi del centro-sud), ubicato in una zona periferica – Zia Lisa - e confinante con la parte sud del cimitero cittadino. Un’area di considerevoli dimensioni, lunga circa duecento metri, larga oltre settanta metri, strapiena di poverissime...

(18 Luglio 2016)

Domenico Stimolo

SINDACA RAGGI PER VIA CUPA NON SERVE L’ENNESIMO SGOMBERO MA UNA NUOVA POLITICA

APPELLO DI MEDU E BAOBAB EXPERIENCE.

Roma 12 luglio 2016 - Ieri, 11 luglio, riunione interlocutoria all’Assessorato alle politiche sociali sulla situazione umanitaria di centinaia di #migranti vulnerabili che transitano a Roma e che al momento trovano come unico rifugio per la notte l’asfalto di Via Cupa. Mentre ancora dal Comune non arrivano proposte concrete, da più parti si parla di uno sgombero senza soluzioni...

(12 Luglio 2016)

Medici per i Diritti Umani (MEDU), Baobab Experience

Augusta: il peschereccio della morte. Come è finita dopo dieci giorni dal recupero del relitto?

Sono passati dieci giorni dalla collocazione, in una apposita area attrezzata con una grande tensostruttura refrigerata nella rada di Augusta - “ Pontile Marina Militare” di Melilli -, del relitto del grande peschereccio, sollevato di fatto dal fondo marino dopo una sofisticata operazione durata parecchi giorni. Giaceva a 370 metri di profondità con il suo grande carico di morte...

(11 Luglio 2016)

Domenico Stimolo

Ingiurie e razzismo

Con l'abolizione del reato di ingiuria e la sua relativa depenalizzazione è difficile perseguire le ingiurie a sfondo razziale. Infatti cancellando il reato sparisce dal nostro ordinamento giuridico anche l'aggravante di razzismo connessa a quel reato contenuta nella legge Mancino. Chi insulta per motivi razziali può essere sottoposto soltanto a ridicole sanzioni amministrative.

(11 Luglio 2016)

Gianni

Fascioleghisti

Pochi giorni fa, un ragazzino dalla pelle nera, si immerge in una fontana situata in piazza indipendenza a San Donà, nel bel mezzo dell'assolato pomeriggio di luglio. Dopo essere stato rimproverato da alcuni dipendenti comunali, se ne esce. Il giorno seguente, sulla pagina Facebook del vicepresidente della regione Veneto Forcolin, appare la foto del ragazzino dentro la fontana, accompagnata...

(9 Luglio 2016)

Alberto D'Andrea, Comunisti Veneto Orientale

L'OMICIDIO DI EMMANUEL E I SEMINATORI DELL'ODIO E DEL RAZZISMO

E' avvenuto a Fermo nelle Marche ma poteva succedere in ogni altro luogo, un rifugiato scampato agli assassini di Boko Haram, dove aveva perso una figlia e i genitori, Emmanuel Chidi Namdi, è morto dopo giorni di agonia a seguito di una feroce aggressione. Il rifugiato aveva protestato contro due razzisti che avevano dato della scimmia alla moglie, in Italia sono ancora in molti, troppi e sempre...

(7 Luglio 2016)

delegati e lavoratori indipendenti pisa

"PREGIUDIZIO E PERSECUZIONE". UN INCONTRO DI RIFLESSIONE A VITERBO

Si è svolto sabato 25 giugno 2016 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" un incontro di riflessione sul tema "Pregiudizio e persecuzione". Nel corso dell'incontro si è analizzata con adeguate categorie interpretative la drammatica situazione attuale in cui la violenza totalitaria e razzista sembra tornare a dilagare in tante parti del pianeta; si è...

(25 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Profughi: dichiarazione congiunta del Partito Comunista di Grecia (KKE), del Partito Comunista in Italia(PC), del Partito Comunista di Malta (PCM) e del Partito Comunista dei Popoli di Spagna (PCPE)

Dinnanzi alla tragedia che si svolge nei mari dei nostri paesi nei confronti dei profughi e degli immigrati, il KKE, il PC, il PCM ed il PCPE vogliono sottolineare quanto segue: L’ attuale tragedia ha un nome: è la linea politica dell’Unione Europea e di altri paesi come gli Stati Uniti, responsabili delle guerre nel mediterraneo orientale, Medio Oriente e il nord Africa. Questa...

(20 Giugno 2016)

PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE DEL RIFUGIATO

Ricorrendo il 20 giugno la Giornata internazionale del rifugiato (nell'anniversario dell'approvazione da parte dell'assemblea generale dell'Onu nel 1951 della Convenzione sui rifugiati) il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo rinnova l'appello al governo e al parlamento affinché siano al più presto legiferati due provvedimenti indispensabili per far cessare le...

(19 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

PER FAR CESSARE LE STRAGI, IL RAZZISMO, LA SCHIAVITU'. UN INCONTRO A VITERBO

Si è svolto sabato 18 giugno 2016 a Viterbo un incontro di testimonianza e di riflessione sul tema: "Per far cessare le stragi, il razzismo, la schiavitù: due proposte al Parlamento italiano". E' intervenuto il responsabile del "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani", Peppe Sini, che ha argomentato come per far cessare le stragi nel Mediterraneo e la schiavitù...

(18 Giugno 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

NESSUNO MORIREBBE NEL MEDITERRANEO

Le stragi nel Mediterraneo avvengono per decisione dei governi europei. Se un qualunque governo europeo finalmente consentisse ad ogni essere umano di poter giungere qui in modo legale e sicuro, la strage cesserebbe. Nessuno morirebbe nel Mediterraneo. * Se non fornissimo le armi ai dittatori, ai terroristi, alle organizzazioni mafiose. Se non rapinassimo i popoli del sud del mondo, se non devastassimo...

(27 Maggio 2016)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani"

L’Islamofobia è uno strumento politico

Di Roberto Savio (*) Quando, nel 2006, le caricature blasfeme contro l’Islam pubblicate su un giornale danese causarono 205 morti, l’allora Segretario Generale dell’Organizzazione per la Cooperazione Islamica Ekmeled Ihsanoglu fece visita al responsabile delle relazioni estere dell’Unione Europea, Javier Solana. In quel momento la posizione ufficiale della UE era che non...

(16 Maggio 2016)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

Brennero, 7 Maggio: una giornata di lotta

Sulla giornata del 7 maggio, in genere definita "la battaglia del Brennero" dagli organi di stampa, ci viene segnalato questo comunicato, già pubblicato da un sito d'area libertaria. Lo riprendiamo per consentire ai nostri lettori di confrontarsi con l'altra campana. Quella di chi rivendica la prassi dell'azione diretta ed una certa determinazione nel portare avanti la lotta contro i muri di...

(11 Maggio 2016)

Mediterraneo, cimitero e oblio. Sprofonda l’umanità.

Una fitta al cuore. Dolore, immenso dolore. Centinaia, forse 500, forse di più. Vite spezzate, perse per sempre allo scrigno dell’Umanità. Ma già dimenticate, oblio totale. E’ passata una manciata di giorni e i valzer di palazzo, il grigiore delle cancellerie, gli inutili lustrini e chiacchiericcio della “gente importante” ha spazzato via tutto. Volti,...

(30 Aprile 2016)

Alessio Di Florio

L’Unione fa il delitto

Su catamarani e mezzi di fortuna, ma sotto la solerte vigilanza di funzionari Frontex, è iniziata la deportazione di migranti e profughi da Lesbo e altri porti greci in Turchia. Verso dove? Nessuno lo sa. Amnesty International ha accusato il governo turco di espellere centinaia di siriani in Siria, in un paese in cui la guerra c’è, benché se ne parli sempre meno. Intervistata...

(5 Aprile 2016)

Alessandro Dal Lago, il manifesto

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

530972