il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

La lotta del Popolo Kurdo

(195 notizie dal 20 Gennaio 2003 al 25 Gennaio 2019 - pagina 10 di 10)

A rischio “sfollamento” più di 50.000 persone nel Kurdistan turco

Il “trasloco facile” promosso dal Gruppo UniCredit

Oggi (19 febbraio 2008) ad Ankara (Turchia) una folta delegazione consegnerà agli ambasciatori di Germania, Svizzera e Austria 1.300 lettere firmate da altrettanti cittadini a rischio sfollamento a causa della realizzazione della diga di Ilisu sul fiume Tigri, nel Kurdistan turco. Con tali lettere viene richiesto ai governi di questi paesi di ritirare le garanzie di credito già concesse...

(20 Febbraio 2008)

Ufficio di informazione del Kurdistan in Italia

Newroz 2008 in Kurdistan – 21 Marzo

I Kurdi sono un popolo di 40 milioni di persone, il cui territorio, con il Trattato di Losanna del 1923, firmato tra le potenze vincitrici della prima guerra mondiale e lo sconfitto Impero Ottomano, fu smembrato fra Turchia, Iraq, Iran e Siria. Da allora i kurdi hanno subito pesanti limitazioni delle libertà democratiche dei diritti civili e della propria identità, una dura repressione...

(16 Gennaio 2008)

Rete italiana di solidarietà con il popolo del Kurdistan

Apello per la participazione al Newroz 2007

Una forte presenza internazionale, italiana in particolare, per sottolineare l’importanza della difesa di valori comuni a tutti i popoli e a ogni cultura e, soprattutto, per contribuire a salvare Hasankeyf, che è un patrimonio d’inestimabile valore storico-culturale per l’umanità intera. Il 2007 sarà per i kurdi un anno importante sotto molti punti di vista. E...

(23 Dicembre 2006)

Ufficio d'informazione del Kurdistan in Italia

Appello per un cessate il fuoco della Confederazione Democratica del Kurdistan (KKK)

Alla stampa e all’opinione pubblica La nostra regione, il Medioriente, sta attraversando un’importante fase di cambiamento. Gli avvenimenti, giorno dopo giorno, ci hanno dimostrato che le posizioni nazionaliste e anti-democratiche sono i fattori principali alla base degli scontri, lasciandoci in una situazione di stallo che non può portarci alla soluzione del problema. L’unica...

(2 Ottobre 2006)

Koma Komalen Kurdistan (Confederazione Democratica del Kurdistan) Consiglio Presidenziale

Dichiarazione per la Risoluzione Democratica della Questione Kurda

Il Medio Oriente, un luogo con all’interno un acceso conflitto, è continuamente al centro dell’attenzione mondiale. Sebbene la motivazione stia nel suo essere territorio dove il sistema mondiale si è formato, la ragione principale è la non democratizzazione della regione. Quando non viene sviluppata una cultura democratica, la società e le forze politiche non...

(25 Agosto 2006)

Consiglio Esecutivo del KKK

Salviamo la vita di Ocalan: gravi le sue condizioni di salute

Appello degli avvocati italiani

Gli avvocati Giuliano Pisapia, Luigi Saraceni e Arturo Salerni – difensori in Italia di Abdullah Ocalan – appresa la notizia del grave stato di salute del leader Kurdo Abdullah Ocalan, già sofferente di cuore e colpito ieri da un infarto, attualmente detenuto in isolamento nel carcere turco di Imrali, rivolgono un appello all’Unione Europea e al Comitato per la Prevenzione...

(10 Febbraio 2006)

Ufficio d'informazione del Kurdistan in Italia

La vita di Abdullah Ocalan in pericolo

Il Governo Turco sta applicando nuove pene umilianti contro Abdullah Ocalan. Siamo venuti a conoscenza che prima dei 20 giorni di cella di punizione, che equivalgono ad un isolamento nell’isolamento, Ocalan aveva già subito la medesima sanzione per una settimana. Ocalan, dopo essere finalmente riuscito ad incontrare i suoi avvocati per la prima volta dopo diversi mesi, ha espresso preoccupazione...

(22 Gennaio 2006)

Congresso Nazionale del Kurdistan

L’esercito turco attacca all’impazzata il popolo kurdo

A Van continuano gli scontri!

Le autorità turche sparano addosso alla popolazione; la Turchia ha ricominciato a mettere in pratica, contro il popolo kurdo, comportamenti simili a quelli che adottava negli Anni ’90. Nei pressi di Gurpinar (area di Van) due famiglie volevano riprendere i corpi dei loro figli uccisi per seppellirli, ma non hanno potuto. Ne è conseguita una marcia di protesta di migliaia di kurdi;...

(24 Giugno 2005)

UIKI-ONLUS Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia http://www.uikionlus.com

Democrazia: la Turchia ritorna velocemente indietro

Si tiene in questi giorni a Bruxelles il Consiglio Europeo; è pertanto opportuno sollecitare l’attenzione dei partecipanti sull’attuale situazione in Turchia, affinché se ne tenga adeguatamente conto. In Turchia è cresciuta la speranza di pace sociale da quando, il 1° settembre 1998, il PKK ha proclamato il cessate-il-fuoco unilaterale; in seguito le forze kurde...

(16 Giugno 2005)

UIKI-ONLUS Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia www.uikionlus.com

Primo Maggio: lavorare in pace – lavorare in libertà!

In passato … Il I° maggio 1886, in America, per la prima volta, i lavoratori condussero uno sciopero generale per chiedere l’accorciamento dell’orario di lavoro. Nel 1890 lavoratrici e lavoratori in Europa e nel resto del mondo ne seguirono l’esempio. Fu così che una occasionale iniziativa si trasformò in una tradizione: la Giornata dei Lavoratori, nota...

(1 Maggio 2005)

Comunità Kurda

Erano calde le mani: un documento storico per non dimenticare

presentazione del libro a Roma

Un filo rosso lega paesi come Cile, Argentina, Paraguay a Turchia, Liberia, Somalia, Sudan, Sri Lanka. È il filo della memoria. La memoria degli scomparsi, i desaparecidos, le mani calde, il ricordo di quanti non ci sono più, delle vittime degli omicidi extragiudiziali. In Turchia gli omicidi extragiudiziali continuano ancora e secondo  Yakayder – l’Associazione dei...

(9 Dicembre 2004)

Il popolo kurdo. Storia di una diaspora sconosciuta.

di Anna Marconi (San Domenico di Fiesole, Edizioni Cultura della Pace, 2001)

Edito nel 2001 "Il popolo Kurdo. Storia di una diaspora conosciuta" viene nuovamente presentato a Roma a pochissimi giorni della principale festività Kurda, il Newroz, che cade il 21 marzo, primo giorno dell’anno secondo il calendario solare dei kurdi, e può durare una settimana e più. Un’occasione per tornare a parlare di uno dei popoli che ha maggiormente sofferto...

(18 Marzo 2004)

15 febbraio: intervento di Hevi Dilara a nome della Comunità Curda

Alla manifestazione di Roma contro la guerra

Io sono nata in Turchia, nella regione kurda del Sud-est dove sorgono le più grandi basi aeree turche e americane. Conosco bene il fragore dei bombardieri e delle loro bombe. Pochi giorni fa duemila donne hanno manifestato a Diyarbakir, dove sorge una di quelle basi, per dire che non vogliono altri aerei, missili e soldati. Ne ho visti troppi, da quando ero bambina. Dall’Europa, dall’America,...

(18 Febbraio 2003)

a nome del popolo kurdo Hevi Dilara

Di nuovo il pericolo si abbatte sul Kurdistan

comunicato dell'Ufficio d'Informazione del Kurdistan in Italia

Ai passi di pace che negli ultimi 4 anni la parte kurda ha proposto, il governo turco vuole rispondere con la guerra. I kurdi continuano a manifestare nelle piazze contro l’isolamento e la guerra in Kurdistan Il governo turco, sempre più vicino alla sua adesione all’Unione Europea, dichiara di aver svolto cambiamenti nel sistema statale, ma in realtà la pratica dimostra che...

(20 Gennaio 2003)

UIKI – Onlus Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia Tel. 0642013576 Fax. 0642013799 Email: uiki.onlus@tin.it

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |    >>

217241