il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e ambiente    (Visualizza la Mappa del sito )

Italiana Nucleare

Italiana Nucleare

(28 Marzo 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Nucleare? No grazie!)

Nucleare? No grazie!

(145 notizie dal 10 Ottobre 2003 al 28 Giugno 2019 - pagina 7 di 8)

Una centrale nucleare a Torretta? Un’eventualità da non sottovalutare.

Risale infatti ancora all’inizio degli anni ’80 il piano del CNEN che prevedeva un sito nucleare a Legnago. Il recente piano del Governo di costruire cinque nuove centrali in Italia, anche se non è ancora stata comunicata la localizzazione dei siti, riporta alla ribalta il vecchio piano. Ad aggravare quest’ipotesi dobbiamo anche registrare l’intervento del Presidente...

(24 Ottobre 2009)

Circolo Legambiente Legnago

L'assessore Santochirico ,il lodo nucleare e il fascismo dell'energia

Nel decreto anti crisi varato in Parlamento tra le varie misure che dovranno aiutare le famiglie c'è' una che aiuta anche la famiglia dei nuclearisti o meglio della lobby nucleare . Che i nuclearisti erano in crisi è risaputo , infatti chi è quel grande industriale o banca o assicurazione che potrebbe mai finanziare la produzione di energia nucleare e che crede che veramente...

(27 Luglio 2009)

NOSCORIE TRISAIA

Il deposito nazionale di scorie nucleari tra approssimazione e business

Nel riprendere le affermazioni dell'ing. Scuderi della Regione Basilicata sul modo di operare della commissione di tecnici nominata dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni che ha elaborato un dossier per individuare la migliore "location" dove ospitare gli 80 mila metri cubi di rifiuti derivanti dalle vecchie centrali c'e' da restare veramente allibiti. Le mappe sono incomplete. Abbiamo carte...

(8 Giugno 2009)

NOSCORIE TRISAIA

Nucleare anche a Monfalcone

Ci aspetta una lotta dura...viviamo in un territorio a perdere.

Anche se il Governo Berlusconi non ne da notizia, impedendo ai canali d'informazione ufficiali di parlarne, i siti per la collocazione delle prime centrali nucleari in Italia sono già noti da tempo. La notizia sarà data ufficialmente dopo le elezioni Europee di Giugno, perché Berlusconi teme che questa notizia possa sottrarre voti al PDL. Certo ritrovarsi una centrale sotto...

(21 Maggio 2009)

Giovani Comunisti Gorizia

Lo "spettro nucleare" ritorna in Basilicata

Con cadenza storica (1963-1978-2003) ritorna in Basilicata lo "spettro nucleare". Questa volta però la strategia dei nuclearisti ad oltranza è mutata. Il governo deciderà l'ubicazione dei siti dopo aver elargito le royalty ai Comuni, pagate dai contribuenti attraverso la bolletta della luce (componente A2). Questa volta però c'è l'aggravante che, a gestire la partita...

(16 Maggio 2009)

NOSCORIE TRISAIA

Nucleare: il senato anticipa le competenze in materia della costituenda Difesa Servizi S.P.A.

Un progetto che scavalca Parlamento, Enti Locali e popolazioni e depaupera le professionalità dei lavoratori

E’ stato approvato ieri al Senato, nell’ambito della discussione del ddl 1195 recante disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia, l'articolo 14 recante delega al Governo in materia nucleare. La delega riguarda la disciplina della localizzazione sul territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare,...

(16 Maggio 2009)

Rappresentanze Sindacali di Base Pubblico Impiego - Confederazione Unitaria di Base

Nucleare: nessuno è ancora riuscito a dominare la radioattività

LIVORNO. Che da un pugno di metallo scintillante, l’uranio, si possa tirar fuori tanta energia quanta se ne trae da una montagna di carbone sporco è certamente cosa affascinante, ma questo fenomeno ha un compagno di strada meno affascinante che è la radioattività. E’ dal 1896, dall’anno cioè della scoperta di Becquerel, che non siamo riusciti a vincere...

(20 Marzo 2009)

Gianni Mattioli docente di Fisica all’Università La Sapienza di Roma

Quanto ci costerà il bidone nucleare

Con la vendita di quattro centrali nucleari all'Italia, il piazzista Sarkozy ha avuto la meglio sull'imbonitore Berlusconi. Tutte le falle della tecnologia Molti in Francia e in Finlandia ne sono certi. Parigi ha fatto l’affare del secolo. Il furbo presidente Nicolas Sarkozy è riuscito a vendere a Silvio Berlusconi addirittura quattro centrali nucleari EPR, cosiddette di terza generazione....

(1 Marzo 2009)

Pietro Greco, Sbilanciamoci

Colonia francese?

Gli accordi Berlusconi – Sarkozy sul nucleare: come passare da una finta dipendenza ad una vera sudditanza

L’accordo Berlusconi – Sarkozy sul nucleare non è solo un attacco al diritto alla salute degli italiani, non è solo un’offesa al popolo che nel novembre 1987 decretò il no all’energia atomica con il 70% dei voti, non è neppure soltanto un regalo alla lobby dei cantieri che già gioisce. Ovviamente è tutto questo, ma è anche qualcosa...

(27 Febbraio 2009)

Leonardo Mazzei

Nucleare: resuscitarlo equivale a produrre carrozze a cavalli dopo l’invenzione del treno a vapore

Il futuro è puntare sulla ricerca in fonti alternative e risparmio energetico

“Il protocollo firmato dal premier Berlusconi e dal Presidente Francese Sarkozy resuscita il nucleare da fissione, una scelta fuori tempo che fa regredire il nostro paese”, dichiara Alfredo Bertocchi, dell’USI RdB Ricerca Enea. “Anche se qualcuno ha definito idiota l’uscita dal nucleare da fissione decisa dai cittadini italiani, la realtà è che oggi, in...

(26 Febbraio 2009)

Rappresentanze Sindacali di Base Pubblico Impiego - Confederazione Unitaria di Base

Incidenti nucleari (alcuni poco noti)

1952 Chalk River (Canada). L'errore di un tecnico provocò una reazione che portò alla semidistruzione del nocciolo del reattore. 1952 Usa. Un incidente con reattore Argon. 4 morti accertati. 1955, febbraio, Atlantico. La nave appoggio Fori-Rosalie della Royal Navy affonda nell'Atlantico 1500 recipienti contenenti ciascuno una tonnellata di residui atomici a 1.600 Km dalle coste inglesi...

(24 Luglio 2008)

Nucleare: Francia, 100 operai "leggermente" contaminati

PARIGI - Cento operai della centrale nucleare del Tricastin, dove alcuni giorni fa c'era stata una fuga di materiale radioattivo, sono stati contaminati "leggermente" oggi da elementi fuorusciti da una tubatura nel reattore numero 4, fermo per manutenzione. Lo ha reso noto la direzione di EDF. Secondo quanto si apprende, gli operai irradiati nella centrale di Tricastin, che si trova a oltre 200 chilometri...

(24 Luglio 2008)

Pro-memoria nucleare

- 439 sono i reattori nucleari funzionanti nel mondo (104 USA, 59 Francia, 55 Giappone, 31 Russia) - questa produzione copre il 6,4% di tutta la energia prodotta nel mondo, e il 15% dell’energia elettrica mondiale - il fotovoltaico copre il 6,4 della produzione globale di elettricità (fonte European Photovoltaic Industry Association), cresce del 40% annuo - nel 2006 l’eolico copriva...

(25 Giugno 2008)

Paolo De Gregorio

La crisi energetica si avvicina

La spropositata e ottusa arroganza occidentale si manifesta nella perentoria richiesta ai paesi produttori di petrolio di aumentate la produzione in modo da raffreddare il prezzo al barile. Si propone insomma ai proprietari di un bene in via di esaurimento di guadagnare di meno, di rinunciare a far durare questo bene il più possibile (perché in futuro costerà sempre di più),...

(11 Giugno 2008)

Paolo De Gregorio

Scajola chiama e Krsko risponde

Sembra una commedia dell’arte, purtroppo il nucleare fa di questi scherzi e hai voglia a dire che il pericolo non sussiste.

Il Ministro Scajola non ha ancora finito di annunciare l’intenzione di ritornare al nucleare che l’incidente della centrale di Krsko in Slovenia, a 30 km dal confine italiano,130 da Trieste e 230 da Venezia, riporta drammaticamente alla ribalta il problema della sicurezza: a tutt’oggi non esiste una tecnologia che metta al riparo da rischi e pericoli; le centrali di quarta generazione...

(7 Giugno 2008)

RAPPRESENTANZE SINDACALI DI BASE CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE (CUB)

Deliri nucleari

La classe dirigente italiana continua a mostrare limiti sempre più evidenti che prendono corpo in questi primi giorni di governo Berlusconi, durante i quali il nuovo esecutivo sta tentando in maniera molto maldestra di dipingersi addosso un’immagine di modernità ed innovazione assolutamente inesistente. Riuscire ad immaginare come elementi di novità i personaggi che compongono...

(27 Maggio 2008)

Marco Cedolin http://marcocedolin.blogspot.com/

Nucleare: il Vaticano benedice

“E’ una decisione quanto mai conveniente!” ha detto il cardinal Martino commentando la decisione del governo italiano che riaprirà le centrali nucleari. Naturalmente i preti non fanno politica, e appoggiare gli industriali e i politicanti che hanno preso questa decisione sciagurata è un fatto squisitamente spirituale e attiene all’esercizio della “libertà...

(25 Maggio 2008)

Paolo De Gregorio

Mai il nucleare!

Leggiamo sulla stampa nazionale che il nuovo governo non solo plaude (insieme a Confindustria) la scelta nucleare ma indica pure i siti, fra questi ne individua due nel mantovano: Viadana e San Benedetto. La nostra risposta è la medesima di quella di 25 anni fa quando, contro tutto e contro tutti, non abbiamo abbandonato la lotta: mai il nucleare. Non è dunque solo questione di differenziare...

(25 Maggio 2008)

Monica Perugini Roberto Pavani consiglieri provinciali Pdci Mantova

Nucleare? Un progetto improponibile. Intervista a Marcello Cini

“Il nucleare si farà”.

L’annuncio del ministro allo Sviluppo economico Claudio Scajola non lascia dubbi sulle intenzionalità future del neo Governo, il quale assicura che entro il 2013 i primi cantieri saranno aperti per l’inizio dei lavori. Non mancano le prime reazioni di questa dichiarazione annunciata durante l'assemblea di Confindustria, che divide nuovamente l’opinione pubblica sulla reale...

(24 Maggio 2008)

Alessandro Ambrosin

Dalla dipendenza dal petrolio alla dipendenza dall’uranio

Il delirio di onnipotenza, scaturito dalla ampia vittoria elettorale, fa commettere il primo errore alla destra che vuole mettere un cantiere un progetto di costruzione di parecchie centrali nucleari, in numero sufficiente da coprire una parte consistente del fabbisogno energetico italiano. Per capirci, l’Inghilterra con le sue 8 centrali produce meno del 20% del suo fabbisogno, quindi se parliamo...

(23 Maggio 2008)

Paolo De Gregorio

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |    >>

144774