il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Nel "giardino di casa" degli USA

Nel giardino di casa degli USA

(5 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Elezioni presidenziali 2010. Il Brasile si sposta a sinistra.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Americas Reaparecidas)

Americas Reaparecidas

(110 notizie dal 9 Febbraio 2002 al 12 Dicembre 2018 - pagina 5 di 6)

Con il risultato in Bolivia la “Nuestra America “ dei popoli originari continua ad avanzare nella costruzione del socialismo nel XXI secolo

La Rete dei Comunisti saluta con entusiasmo e solidarietà internazionalista l’importante vittoria del “Movimento al Socialismo” e dei popoli originari boliviani. Questa nuova affermazione del Presidente Evo Morales e del suo governo nel Referendum Costituzionale rifonda completamente in chiave socialista la Bolivia dopo 500 anni di dominazione e colonialismo, con una profonda...

(29 Gennaio 2009)

LA RETE DEI COMUNISTI

Scene di lotta di classe in Bolivia e Colombia

Ora questa massa anonima, questa America di colore, scura, taciturna, che canta in tutto il continente con la stessa tristezza e disinganno, ora questa massa è quella che comincia a entrare definitivamente nella sua storia, comincia a scriverla col suo sangue, comincia a soffrirla e a morire; perché ora per le campagne e per i monti d’America, per le balze delle sue sierre, per...

(19 Dicembre 2008)

Daniela Trollio Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli” Sesto San Giovanni (MI)

Rafael Correa: il perdono e l'oblio a livello sociale si chiamano impunità

"Nel mondo deve esserci una certa quantità di luce, come deve esserci una certa quantità di decoro. Quando ci sono molti uomini senza decoro, ce ne sono sempre degli altri che portano in loro il decoro di molti uomini". José Martì Le parole del titolo sono molto importanti perché sono datate 16 gennaio 2007, giorno in cui Rafael Correa ha giurato ed è entrato...

(3 Dicembre 2008)

Ida Garberi responsabile della pagina web in italiano di Prensa Latina

Yankee de mierda

Finalmente,invece dei viscidi bizantinismi diplomatici, si ode dall’America Latina qualche parola autentica, che definisce il ruolo degli Usa, che continuano, come nel resto del mondo, ad intromettersi negli affari interni di altri paesi, cercando di creare situazioni a loro gradite, appoggiando golpisti e dittatori, in una storia che comincia nel 1973 con il colpo di stato in Cile, appoggiato...

(13 Settembre 2008)

Paolo De Gregorio

L’America integrazionista reagisce e si stringe intorno alla Bolivia

Minacciata dal terrorismo secessionista finanziato da Washington e sull’orlo della guerra civile

La situazione in Bolivia è drammatica. Nella giornata di ieri forze paramilitari facenti capo al prefetto (governatore) dell’opposizione del dipartimento di Pando, hanno provocato una strage di contadini che ha causato otto morti. Un altro grave attentato terroristico, con danni per 100 milioni di dollari nel gasdotto che esporta il gas boliviano verso il Brasile, è stato condannato...

(13 Settembre 2008)

Gennaro Carotenuto Giornalismo partecipativo

Referendum confermativo in Bolivia: una doppia vittoria

La Rete dei Comunisti e “Nuestra America” salutano con entusiasmo la schiacciante vittoria riportata da Evo Morales e da Álvaro García Linera nel referendum confermativo del loro incarico che si è tenuto in Bolivia nella giornata di domenica 10 agosto. Se venissero confermati i dati che attribuiscono ai due leader boliviani una percentuale anche superiore a quel 63%...

(13 Agosto 2008)

La Rete dei Comunisti, Nuestra America

Vince il progetto di cambiamento della Bolivia

Evo Morales ha parlato alla folla festosa convenuta nella Piazza Murillo di La Paz, annunciando il trionfo dell'unità della Bolivia. Si approfondisce il processo di cambio sociale nella nazione che è il cuore amerindio del continente latinoamericano. La partecipazione di massa al referendum revocatorio ha consolidato il progetto sociale di Evo Morales ed ha sbarrato la strada alle forze...

(13 Agosto 2008)

Tito Pulsinelli

Honduras: i sicari dei latifondisti attaccano i contadini senza terra

Denuncia e comunicato di solidarietà

Il Collettivo Italia Centro America-CICA, organizzazione internazionale per la difesa dei diritti umani, manifesta tutta la sua preoccupazione per il recente attacco, accaduto il 3 agosto, ai danni della Impresa Associativa Contadina ‘Luchemos Juntos’, membro del Movimiento Campesino del Aguan-MCA. Denunciamo l’attacco compiuto da sicari contrattati dalla famiglia Osorto, che occupa...

(9 Agosto 2008)

Collettivo Italia Centro America CICA http://www.puchica.org

Bolivia: cosa è in gioco col referendum revocatorio di domenica

Domenica 10 agosto si realizzerà in Bolivia il referendum revocatorio. Le dieci cariche più importanti del paese, presidente, vicepresidente e otto dei nove prefetti (governatori) saranno sottoposte ad un referendum popolare che confermerà o meno il loro incarico. Si vota in un contesto caotico e con il pericolo reale di un colpo di stato organizzato dai prefetti dell’opposizione....

(9 Agosto 2008)

Gennaro Carotenuto Giornalismo partecipativo http://www.gennarocarotenuto.it/

Rafael Correa ed i fratelli Isaias: in Italia, quando sapremo fare lo stesso?

“E' bello morire per ciò in cui si crede; chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura muore una volta sola” Paolo Borsellino, magistrato italiano vittima della mafia Queste modeste righe vorrei indirizzarle al presidente democraticamente eletto dell’Ecuador, Rafael Vincente Correa Delgado, per prima cosa congratularmi per l’operazione, e poi perché possa...

(22 Luglio 2008)

Ida Garberi (responsabile della pagina in italiano di Prensa Latina)

L’asse del bene

Un nuovo documentario di Fulvio Grimaldi

Dal 15 giugno 2008 finalmente il documentario esaustivo, attuale, analitico, partecipato della grande rinascita indio-afro-latinoamericana: L’asse del bene di Fulvio Grimaldi (autore di “Americas Reaparecidas”) CUBA - La battaglia per la verità sul terrorismo guidata da Fidel - 50 anni di terrorismo USA contro Cuba e L’America Latina - La solidarietà internazionalista...

(2 Giugno 2008)

America Latina rebelde: "La vendetta" del Che 40 anni dopo la sua uccisione

Anticipazione dell'editoriale di Nuestra América n. 3/07 (in uscita a settembre) Questo numero va alle stampe in coincidenza con il 40ennale de l'assassinio del Che in Bolivia per mano del solito carnefice, gli Stati Uniti d'America. Per questo l'inserto stavolta non lo dedichiamo ad un paese specifico dell'America Latina ma all'uomo che più di tutti ha fatto per la libertà e l'autodeterminazione...

(24 Agosto 2007)

Nuestra América

Con Evo Morales: “il movimento indigeno è la riserva morale dell’umanità”

Gennaro Carotenuto intervista Evo Morales

Il primo governo indigeno nella storia della Bolivia, ha vissuto pericolosamente il suo primo anno e mezzo di vita. Tra difficoltà ed errori, soprattutto sul fronte di un’Assemblea Costituente oramai in fase di stallo, e successi come quello della nazionalizzazione del gas, incontriamo Evo Morales, primo presidente indigeno del paese. Evo, come tutti lo chiamano, non è stato cambiato...

(27 Giugno 2007)

Gennaro Carotenuto http://www.gennarocarotenuto.it

Passaggio chiave in Ecuador, il paese ha detto "Sì" alla Costituente

Secondo i primi risultati il referendum sull'Assemblea costituente, tenutosi ieri, domenica 15 aprile, è stato un trionfo per il presidente Rafael Correa. I sì, sarebbero infatti il 78%, i no l'11.5% mentre le schede bianche o nulle sarebbero intorno al 10%. La partecipazione elettorale è stata superiore al 75%. Dunque, come chiesto dal Presidente Correa, l'Assemblea avrà...

(17 Aprile 2007)

Gennaro Carotenuto http://www.gennarocarotenuto.it

Viva la Comune di Oaxaca!

Dopo la battaglia della Città Universitaria, bisogna riprendere l’offensiva

Nonostante la APPO e il popolo di Oaxaca abbiano dovuto ritirarsi all’interno della città universitaria dopo l’entrata della Polizia Federale (PFP) il 29 ottobre, sono rimaste in piedi le barricate. Anzi, nuove barricate sono state costruite e la direzione della XXII° sezione del CNTE non ha potuto imporre il ritorno al lavoro e la fine dello sciopero a causa della scontentezza...

(13 Novembre 2006)

Martín Juárez[1]

Americas Reaparecidas

un video di Fulvio Grimaldi

Il primo esaustivo documentario sull'asse del nuovo antagonismo politico e sociale afro-indio-latinoamericano: da Cuba, dove tutto ha inizio e che per molti e' un modello, alla grande rivoluzione bolivariana del Venezuela, al nuovo Brasile tra spinte radicali e cautele riformiste, all'Argentina riscattata dai piqueteros, che rivendica giustizia, dignita', sovranita'. Un quadro completo di avanguardie...

(11 Maggio 2006)

Allargamento e consolidamento dell'ALBA

Cuba, Venezuela, Bolivia firmano un accordo d'integrazione economica...e non solo

I Presidenti Hugo Chávez Frías, in nome della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Evo Morales Ayma, in nome della Repubblica della Bolivia e Fidel castro Ruz, in nome della Repubblica di Cuba, riuniti nella città dell’Avana i giorni 28 e 29 aprile 2006, decidono di sottoscrivere il presente Accordo per la creazione dell’Alternativa Bolivariana per i Popoli della...

(2 Maggio 2006)

cuba informa

Le preoccupazioni di Washington

L'America latina cresce e si affranca dal giogo Usa

Il Governo degli Stati Uniti è preoccupato. È stato così impegnato a scatenare guerre e seminare conflitti nel mondo che ha trascurato quel che stava succedendo nel suo cortile di casa, dove la sua ostinazione ad imporre il neoliberismo ad oltranza ha provocato non solo l’ingovernabilità del modello ma anche la conformazione, su iniziativa delle maggioranze delle...

(26 Aprile 2006)

cuba informa

La seconda nascita della Bolivia

Il 22 gennaio 2002, Evo fu espulso dal Paradiso, cioè: il deputato Morales fu espulso dal Parlamento. Il 22 gennaio 2006, in quello stesso luogo dall'aria sfarzosa, Evo Morales è stato consacrato presidente della Bolivia, cioè: la Bolivia comincia a sapere di essere un paese a maggioranza indigena. Nel momento dell'espulsione, un deputato indigeno era più raro di una mosca...

(6 Febbraio 2006)

Eduardo Galeano (Il Manifesto)

Que linda Nicaragua!

25 anni di impegno solidale

Per un decennio sul palcoscenico mondiale, il Nicaragua sembra tornato oggi nel continente "desaparecido" da cui era uscito con la Rivoluzione Popolare Sandinista. 25 anni di impegno solidale, prima con la rivoluzione e il governo sandinista, poi con il suo popolo mai rassegnato, vengono ripercorsi su Que linda Nicaragua! in un intreccio di testimonianze, avvenimenti ed episodi, collettivi e personali,...

(23 Novembre 2005)

Coordinamento nazionale dell’Associazione di amicizia e solidarietà Italia-Nicaragua

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |    >>

236598