il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Era un sogno!

Era un sogno!

(28 Agosto 2013) Enzo Apicella
"I have a dream". 50 anni fa Martin Luther King pronunciava il suo famoso discorso davanti al Lincoln Memorial di Washington

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Omicidi di stato)

Omicidi di stato

(138 notizie dal 8 Marzo 2005 al 15 Ottobre 2018 - pagina 6 di 7)

Pierpaolo Pasolini (icona)

Tutto il nero del delitto Pasolini

Il mese scorso il senatore Dell’Utri ha giocato con la notizia delle pagine di “Lampi sull’Eni” (il capitolo di “Petrolio” trafugato e mai ritrovato) dicendo prima di esserne giunto in possesso e poi negandolo. Ora spunta un testimone segreto che il pm Minisci potrebbe ascoltare. Il falso mistero del delitto Pasolini non è tale, avrebbe solo bisogno d’una...

(5 Aprile 2010)

Enrico Campofreda

9 Marzo 1985 – 9 Marzo 2010

25° anniversario dell’omicidio di stato del compagno Pietro Greco “Pedro”

Venticinque anni fa il compagno Pedro veniva assassinato con almeno una dozzina di colpi d’arma da fuoco in via Giulia, nel centro di Trieste, da quattro sicari dello stato borghese: Nunzio Romano, agente dell’allora Sisde, Maurizio Bensa, Mario Passanisi e Giuseppe Guidi, funzionari della Digos di Trieste. Pedro era un militante comunista di origine calabrese, trasferitosi a Padova alla...

(10 Marzo 2010)

Collettivo Tazebao – per la propaganda comunista

Morti sul lavoro e suicidi in carcere

Due colonne si innalzano giorno dopo giorno senza farci sperare in un cambiamento. Sono le colonne che sommano i morti sul lavoro ed i suicidi o morti nelle carceri italiane. I giornali ne parlano, le denunzie ci sono state e continuano ad esserci. Per oltre un anno il Presidente della Repubblica ha dedicato una parte della sua comunicazione alla questione degli infortuni mortali sul lavoro. Il sistema...

(28 Febbraio 2010)

Pietro Ancona

Scandaloso oscuramento autocensura stampa e tv italiane

Nel tg3 delle 19 di ieri, abbiamo visto la straziante manifestazione delle madri dei detenuti morti suicidi o ammazzati di botte o sparati in piazza come Carlo Giuliani che chiedono la verità per i loro figli da una giustizia spesso recalcitrante ritardata o insabbiata da resistenze sorde ma forti come abbiamo potuto vedere durante tutta la prima fase della vicenda Cucchi. La manifestazione...

(17 Gennaio 2010)

Pietro Ancona

Nelle carceri italiane si muore?

Morti di stato ovvero assassinati dallo stato nelle galere italiane e nelle strade

Venerdì 18 dicembre il giovane Uzoma Emeka, 32 anni nigeriano, muore in circostanze misteriose nel carcere di Castrogno (Teramo); tre mesi prima aveva assistito al pestaggio da parte delle guardie di un altro detenuto. Come accade sempre in questi casi le "autorità" spiegano gli omicidi con la solita frase "decesso per cause naturali" ma è sufficiente vedere le foto del corpo...

(5 Gennaio 2010)

Per non dimenticare chi di carcere vive, e di carcere muore....

Per organizzare un Presidio unitario di solidarietà e di denuncia.

Dopo gli ultimi episodi di uccisione in carcere (e con la spietata vicenda dell'uccisione di Stefano Cucchi), per la prima volta da anni e anni, la tematica carceraria è riemersa all'evidenza mediatica e della pubblica opinione, la condizione inumana di chi è ristretto nelle carceri italiane non è più mistero. Lo stesso stentano poi iniziative di carattere politico e di...

(14 Dicembre 2009)

1969-2009. In ricordo di Giuseppe Pinelli

Questa volta sono quarant’anni dai 17 morti e gli 84 feriti della strage di Piazza Fontana, quarant’anni dalla bomba nella banca di Milano, strage fascista ma senza colpevoli e quindi senza verità, strage a cui si deve aggiungere anche un’altra vittima, innocente come quelle rimaste uccise a Piazza Fontana, l’anarchico ferroviere Giuseppe Pinelli... Pinelli, arrestato...

(13 Dicembre 2009)

Alessandra Valentini (DirittiDistorti)

Interrogativi sulla morte del 67° detenuto "suicida"

L'autopsia del cadavere di Ciro Ruffo, camorrista pentito del Clan dei Casalesi, si è conclusa avvalorando la tesi del suicidio. Non so come si possa stabilire se una persona morta per strangolamento provocato da impiccagione si sia suicidata o se è stata impiccata. Da che cosa si desume? La posizione in cui è stato trovato a penzolare il cadavere era al contrario di come doveva...

(12 Dicembre 2009)

pietro ancona http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/

Verità e giustizia per Marcello Lonzi

Marcello Lonzi è stato ucciso nel carcere di Livorno nel 2003, il caso è stato archiviato nel 2004 e riaperto nell'anno 2005. A distanza di alcuni anni , il caso Lonzi sta per essere chiuso con due guardie carcerarie indagate per omicidio colposo. Una dura battaglia sostenuta dalla madre di Marcello, Maria Ciuffi, e dai comitati che hanno sostenuto con forza la riapertura del caso. Entro...

(10 Dicembre 2009)

i compagni e le compagne del coordinamento antifascista e antirazzista di pisa e dell'osservatorio repressione prc

La federazione nazionale Rdb aderisce alla manifestazione per chiedere verita’ e giustizia per Stefano Cucchi

Roma, 7 novembre, corteo da via dell’Acquedotto Alessandrino al mercato coperto di Via Ciro da Urbino – ore 15.00 La Federazione nazionale RdB aderisce alla manifestazione indetta a Roma per chiedere verità e giustizia per Stefano Cucchi, che domani, 7 novembre, partirà alle ore 15.00 da via dell’Acquedotto Alessandrino ed arriverà al mercato coperto di via...

(7 Novembre 2009)

RAPPRESENTANZE SINDACALI DI BASE – FEDERAZIONE NAZIONALE

Un sorriso per Stefano e Diana.

Morti compatibili con il diritto borghese.

Come le leggi, cosi’ il diritto, non e’ uguale per tutti. In questa societa’, la legge, come il diritto, serve ai padroni e serve i padroni. Per loro, il diritto alla bella vita. Per noi, sfruttamento ed oppressione. Poi, se qualcuno si ribella, o, piu’ semplicemente sceglie strade diverse, repressione, controllo, botte, carcere, morte. Per noi, l’unico diritto garantito...

(4 Novembre 2009)

COMBAT

Mobilitiamoci contro lo stato di polizia

e le leggi che assicurano l’impunità

Da giorni stanno venendo alla ribalta delle cronache numerosi episodi di violenza che si consumano nelle carceri tra cui l’assassinio del giovane Stefano Cucchi e la vera e propria, e per alcuni tratti pianificata, induzione al suicidio di Diana Blefari. Questi fatti, se li leggiamo e li aggiungiamo ad altri fatti analoghi – dal pestaggio mortale di Aldrovandi a quello di Lonzi nel carcere...

(3 Novembre 2009)

La Rete dei Comunisti

Abolire ergastolo e 41 bis

Nel giro di pochi giorni i giornali ci hanno scodellato due tragedie: la morte di Stefano Cucchi ed il suicidio in carcere di Diana Blefari Milazzi, condannata all'ergastolo perchè coinvolta nell'omicidio del Prof. Marco Biagi. Le due notizie sono giunte alla prima pagina dei massmedia con difficoltà e solo per l'insistente denunzia dei familiari e su internet. Ora è in corso...

(3 Novembre 2009)

Pietro Ancona http://medioevosociale-pietro.blogspot.com/

Barbarie in carcere e fuori

Il barbaro assassinio di Stefano Cucchi, un giovane di 31 anni arrestato per 20 grammi di fumo e pestato a sangue dai suoi carcerieri, è assai simile alle vicende di Federico Aldrovandi, Aldo Bianzino e ad altri casi del genere: http://www.repubblica.it/2009/06/sezioni/cronaca/aldrovandi-processo/aldovrandi-condanna/aldovrandi-condanna.html http://www.reti-invisibili.net/aldrovandi/ http://www.pane-rose.it/files/index.php?c3:o10283. Segnalo...

(1 Novembre 2009)

Lucio Garofalo

Omicidi di stato

Perchè il Governo , la stampa e i media non invocano la tolleranza zero contro gli omicidi in carcere?! Perchè i iministri Alfano e La Russa intervengono a solidarizzare con CC e guardie carcerarie??

il coordinamento antifascista e antirazzista invita le forze democratiche a intervenire con presidi davanti alla prefettura La lista è così lunga da rimepire le enciclopedie:stiamo parlando delle morti in carcere. La cronaca locale si ricorderà dell'uccisione di Franco Serantini o di Marcello Lonzi, morti per le quali nessuno ha pagato! Stefano Cucchi aveva 31 anni, fermato...

(31 Ottobre 2009)

COORDINAMENTO TOSCANO ANTIFASCISTA E ANTIRAZZISTA

Morte securitaria di un maestro elementare cilentano

Francesco Mastrogiovanni, maestro elementare di Castelnuovo Cilento nato il 2 ottobre 1951, è morto il 4 agosto 2009 nel reparto psichiatrico dell'Ospedale San Luca di Vallo della Lucania in circostanze decisamente poco chiare, in conclusione di una vicenda davvero delirante. Secondo la versione ultima (all'inizio si era favoleggiato di una serie di fantomatici incidenti a catena che avrebbe...

(18 Agosto 2009)

Shevek dell'OACN-FAI

Quando si vuole cancellare la memoria

Calabresi, Pinelli, noi e gli altri

Ancora una vicenda privata la fanno diventare una cosa pubblica: dopo gli incontri con le minorenni di Berlusconi comincia la questione tra la famiglia Calabresi e la famiglia Pinelli. Della prima storia non c’ è nulla di nuovo, conosciamo bene che l’immoralità della borghesia è capace di tutto, nulla di nuovo, quindi. Sull’altra questione occorre, a mio avviso,...

(17 Maggio 2009)

Francesco Giordano

Giorgiana e gli spari di Cossiga

Fumo e blindati, candelotti e scudi, poi la pistola e la bisaccia. Le tante pistole e gli spari. Questo vedeva chi dopo le prime cariche della polizia nelle romane piazza Navona e san Pantaleo si ritrovava schiacciato a Campo de’ Fiori tempestato da lacrimogeni e colpi d’arma da fuoco. Non si doveva manifestare a Roma come a Bologna, le piazze nella tarda primavera del 1977 venivano vietate...

(13 Maggio 2009)

Enrico Campofreda

Se Giorgiana Masi...

Giorgiana Masi quando fu ammazzata il 12 maggio del 1977 aveva 19 anni, fu un giorno con una bella Carica d' Alleggerimento: se oggi fosse viva sarebbe una signora 50enne. Se non avesse partecipato ad un sit in in Piazza Navona, malgrado l'allora divieto di manifestazioni pubbliche,oggi chissà se avrebbe avuto ancora la voglia di essere in piazza, a protestare. Se gli autonomi, gli extraparlamentari...

(12 Maggio 2009)

Doriana Goracci

Torino. Via Pisa diventa via Serantini

La notte di giovedì 7 maggio via Pisa è stata rinominata. Da oggi è “via Franco Serantini. Anarchico di 20 anni ucciso dalla polizia. Pisa, 7 maggio 1972”. Uno striscione con scritto “casa per tutti” è stato appeso alle finestre della palazzina ex Enel di via Pisa 5. Questa casa è abbandonata da molti anni, inutilizzata e lasciata all’incuria. Lo...

(9 Maggio 2009)

Federazione Anarchica Torinese – FAI

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

154414