il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Detenuto in attesa di giudizio

Detenuto in attesa di giudizio

(8 Novembre 2009) Enzo Apicella
Secondo i dati di Ristretti Orizzonti sono 82 le persone morte nelle carceri italiane nel 2009. Nella maggior parte dei casi, suicidi; qualcuno morto per cause naturali.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Omicidi di stato)

Omicidi di stato

(143 notizie dal 8 Marzo 2005 al 27 Agosto 2021 - pagina 4 di 8)

Italia, legali Cucchi: “Nessuna perplessità su quanto accaduto”

27 gennaio 2012 Per i difensori di Stefano Cucchi quanto accaduto al giovane dal giorno del suo fermo per droga, il 15 ottobre 2009, fino al suo decesso una settimana più tardi nell’ospedale Sandro Pertini di Roma, è molto chiaro. Tutto è iniziato con un trauma lombo-sacrale, precipitato poi nelle condizioni che, in assenza di un adeguato piano diagnostico-terapeutico,...

(28 Gennaio 2012)

E - il mensile

Carceri: il 2012 inizia male. ed e' polemica tra forze dell'ordine e ministero della giustizia

Due morti e tre tentati suicidi:nelle carceri italiane il nuovo anno inizia nel peggior modo possibile, in tragica continuità con il 2011.E nel corso di una audizione al Senato il vice capo della polizia critica apertamente il pacchetto Severino.

5/1/2012 - Un morto per cause ancora da chiarire, un suicidio, almeno tre tentativi di suicidio: questo il tragico bollettino dalle carceri italiane che apre il 2012. A Torino, carcere delle Vallette, un detenuto romeno di 37 anni si è impiccato utilizzando le lenzuola, mentre a Trani Gregorio Durante, trentaquattrenne di Nardò (Lecce) è stato trovato privo di vita nella sua cella....

(5 Gennaio 2012)

Alessio Ramaccioni – Radio Città Aperta

Dalla Grecia all'Italia: merry crisis and happy new fear

Si avvicina il Natale e se qualcuno, questa volta, non ha mangiato il panettone, qualcun altro ci sta cucinando per bene. Tra pensioni che si smaterializzano, salari che diminuiscono, Iva che aumenta, i consueti preparativi per un Natale al sapor di sacrifici sembrano pronti. E mentre da noi, qualcuno, per esorcizzare la paura della crisi passeggia in strada per guardare (solo guardare...) le vetrine...

(7 Dicembre 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

Emergenza carceri: ennesimo suicidio di un detenuto

Detenuto marocchino si suicida nel carcere di Bologna: è il terzo in poche settimane in Emilia Romagna, il sessantesimo dall’inizio dell’anno in Italia. La situazione del sistema detentivo italiano è oltre l’emergenza, ma nessuno interviene.

5/12/2011 - Era stato arrestato questa estate ed era in attesa di giudizio il detenuto di origini marocchine, 34 anni, che è stato trovato privo di vita all’interno della sua cella nel carcere bolognese della Dozza. La causa della morte, ancora in fase di accertamento, sarebbe riconducibile all’inalazione volontaria di gas dalla bomboletta fornita in dotazione per il fornello da...

(6 Dicembre 2011)

Alessio Ramaccioni Radio Città Aperta - Roma

Cristian De Cupis: "mi hanno pestato mentre mi arrestavano"

Marroni: “L’atroce sensazione di trovarsi davanti a un nuovo caso Cucchi”

15/11/2011 – [RCA News] - «Mi hanno pestato mentre mi arrestavano: sono stati i poliziotti alla stazione Termini...». Si parla già del “nuovo caso Cucchi” guardando a come sono si sono svolti gli eventi che hanno portato alla morte di Cristian De Cupis, 37enne romano arrestato nella capitale e poi trasferito in un reparto sanitario nell'ospedale Belcolle collegato...

(15 Novembre 2011)

Radio Città Aperta - Roma

I parenti delle vittime dei pestaggi: «No alla legge bavaglio»

04-10-2011 --- Ilaria Cucchi, sorella del ragazzo morto di botte in carcere. Lucia Uva, sorella di Giuseppe, fermato dai carabinieri e mai più tornato a casa. Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, Domenica Ferulli, la figlia di Michele che ha avuto un infarto durante le più che brusche procedure d’arresto. Da oggi anche loro saranno davanti alla Camera a protestare, con...

(5 Ottobre 2011)

Checchino Antonini, Liberazione

Per la morte di Luigi Marinelli indagati 4 poliziotti

30-09-2011/13:28 --- Quattro agenti di Polizia del commissariato di Tor Carbone, a Roma, sono indagati per omicidio colposo. Lo ha deciso il pubblico ministero Luca Tescaroli in merito al decesso del 49enne Luigi Marinelli, avvenuto lo scorso 5 settembre in seguito all’intervento dei 4 agenti chiamati dalla madre della vittima, per porre fine a una lite furiosa con il figlio i cui motivi sembrano...

(30 Settembre 2011)

Claudia Cucco per Radio Città Aperta

Aldrovandi, poliziotti colpevoli. Spalleggiati dalla Questura

Gli hanno schiacciato il cuore. Anche la corte d’appello di Bologna ha messo nero su bianco che Federico Aldrovandi è stato ucciso dalla «violenta e pesante contenzione da parte delle forze di polizia». La droga non c’entra («dato tossicologico modesto»), né c’entra la “excited delirium syndrome” su cui si sono asserragliati i consulenti...

(3 Settembre 2011)

Checchino Antonini, Liberazione 2 settembre 2011

Sentenza Aldrovandi. «Federico non doveva essere affrontato con le modalità gratuitamente violente con cui gli agenti lo hanno approcciato»

La sentenza di appello ha confermato le condanne per i quattro agenti che causarono la morte di Federico, ma nelle motivazioni aggiunge pezzi importanti di verità sul comportamento tenuto dai quattro, una verità che rende ancor più gravi i fatti di quel drammatico 25 settembre. «Federico Aldrovandi la mattina del 25 settembre 2005 non poteva e non doveva essere affrontato...

(3 Settembre 2011)

Alessandra Valentini DirittiDistorti

Omicidio Aldrovandi: confermate le miti condanne ai poliziotti responsabili. A Bergamo si indaga sulla morte di un immigrato

13-06-2011/14:01 --- 3 anni e 6 mesi di reclusione, questa la condanna inflitta dalla Corte d'Appello di Bologna ai 4 agenti di polizia accusati di aver ucciso Federico Aldrovandi. Il 18enne ferrarese fu ammazzato all'alba del 25 settembre 2005, dopo essere stato fermato da una pattuglia mentre tornava a casa. La Corte d'Appello ha confermato così la sentenza di primo grado emessa nel luglio...

(13 Giugno 2011)

Grazia Orsati, Radio Città Aperta

Per Gigi Fallico. Il 15 giugno, tutti in tribunale

Gigi è morto di carcere, luogo dove la violenza e il sopruso diventano norma. Il carcere dove era rinchiuso Gigi è il famigerato Mammagialla di Viterbo dove in cinque stavano seguendo il processo a loro carico che si svolge al tribunale di Roma e dove non è disponibile una sezione AS2, il regime di alta sicurezza previsto per chi è accusato di associazione sovversiva. Per...

(11 Giugno 2011)

Assemblea contro il carcere e la repressione

Bandiere rosse ai funerali di Luigi Fallico

Prima una cerimonia nella chiesa del quartiere poi un ricordo al centro sociale. La morte in carcere di Luigi Fallico non passerà sotto silenzio. Si sono svolti questa mattina a Roma, nel popolare quartiere di Casalbruciato, i funerali di Luigi Fallico, “Gigi” come da tutti era conosciuto. La famiglia ha voluto celebrare le esequie prima nella chiesa del quartiere ma ad attendere...

(28 Maggio 2011)

Redazione Contropiano

E' morto in cella Luigi Fallico, detenuto in attesa di giudizio

E' morto nella notte in una cella del carcere "Mammagialla" di Viterbo. Lo chiamavano il "corniciaio" di Casal Bruciato ed era stato arrestato nel giugno 2009 per la sua presunta appartenenza alle Brigate Rosse. Tra le accuse contro Luigi Fallico vi erano capi di imputazione simili a quelle rivolti contro Massimo Papini, anch'egli in carcere dal mese di ottobre 2009 e scarcerato dopo 18 mesi di detenzione...

(25 Maggio 2011)

Portale dei diritti

Luigi Fallico. Condanna a morte per un prigioniero politico

Condannato a morte in attesa di giudizio

L’altro ieri è morto per una crisi cardiaca (sic), nel carcere Mammagialla di Viterbo dove era recluso, Luigi Fallico. Nonostante lamentasse da giorni dei dolori al petto e la pressione altissima l’infermeria del carcere aveva pensato bene di dargli una tachipirina e rispedirlo in cella. Era stato arrestato due anni fa per uno dei numerosi teoremi sulle fantomatiche “nuove...

(25 Maggio 2011)

Militant

Il compagno Gigi è morto.

Gigi è stato arrestato il 10 giugno 2009 con l’accusa di associazione sovversiva ed era da allora detenuto, senza che nessuna sentenza fosse ancora stata emessa. È stato trovato cadavere questa mattina dalle guardie, all’apertura della cella, a causa di un infarto. Erano almeno cinque giorni che accusava forti dolori al petto ed aveva la pressione sanguigna alle stelle,...

(25 Maggio 2011)

Assemblea contro il Carcere e la Repressione

12 maggio 1977: Giorgiana Masi

Il 12 Maggio 1977, il colpo mortale dalla calibro 22, a soli 19 anni, Giorgiana lo ricevette dalle “Squadre speciali di polizia” sotto gli ordini della violenta e feroce repressione del ministro degli interni e capo della Gladio, Cossiga. In quel giorno a Roma, il Partito Radicale organizzò una manifestazione in Piazza Navona, per celebrare il terzo anniversario della vittoria...

(12 Maggio 2011)

www.infoaut.org

Il girone infernale delle carceri italiane

15-04-2011/07:27 --- I legali hanno sciolto le riserve: Carlo Saturno, il giovane detenuto che aveva testimoniato contro nove guardie carcerarie, si è suicidato: si è impiccato in cella con un lenzuolo, ed ha deciso di farla finita. I risultati dell’autopsia effettuata sul corpo del ventiduenne nell’istituto di medicina legale del policlinico di Bari hanno confermato la morte...

(15 Aprile 2011)

Pablo Castellani, Radio Città Aperta

Marcello Lonzi: l'ingiustizia continua!!

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dai legali della madre di Marcello Lonzi, giovane deceduto nel 2003 nel carcere delle Sughere a Livorno. Non si riapre il caso, viene confermata l’archiviazione disposta, nel maggio scorso, dal g.i.p. di Livorno Rinaldo Merani. L’11 luglio di 8 anni fa Marcello venne trovato morto e sul suo corpo numerosi segni traumatici difficilmente...

(6 Aprile 2011)

Zone del silenzio (Pisa)

Mario Salvi (icona)

UN FILO ROSSO, LA MEMORIA

Mario Salvi, ucciso a 21 anni dallo stato perché dalla parte degli sfruttati degli oppressi, lottava contro l’ennesima ingiustizia dello stato dei padroni. Mario viene ucciso con un colpo di pistola alla nuca, in via degli specchi, dall’agente carcerario in borghese Domenico Velluto, nel corso di una manifestazione di protesta indetta dai Comitati Autonomi Operai di Roma, per la...

(4 Aprile 2011)

COLLETTIVO ANTAGONISTA PRIMAVALLE, GRUPPO ANARCHICO CARLO CAFIERO - FAI ROMA

Ventisei anni fa lo stato uccideva il compagno Pietro Greco "Pedro"

Il 9 marzo del 1985 il compagno Pedro veniva assassinato a Trieste da un commando di sicari dello stato borghese, composto da Nunzio Romano, agente dell'allora Sisde, Maurizio Bensa, Mario Passanisi e Giuseppe Guidi, funzionari della Digos. Aspettatolo dentro il portone di casa, lo crivellarono di colpi, finendolo sul marciapiede nella centrale via Giulia. "Aiuto, mi vogliono ammazzare", gridò,...

(11 Marzo 2011)

I compagni e la compagna del Circolo Pedro di Trieste

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |    >>

185471