il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Detenuto in attesa di giudizio

Detenuto in attesa di giudizio

(8 Novembre 2009) Enzo Apicella
Secondo i dati di Ristretti Orizzonti sono 82 le persone morte nelle carceri italiane nel 2009. Nella maggior parte dei casi, suicidi; qualcuno morto per cause naturali.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Invito alla lettura di Scintilla n. 102 - ottobre 2019
    (15 Ottobre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Omicidi di stato)

    Omicidi di stato

    (140 notizie dal 8 Marzo 2005 al 24 Agosto 2019 - pagina 5 di 7)

    Francesco Mastrogiovanni, vita e morte di un anarchico

    Il prossimo 20 novembre presso il C.S.A. Zona Rischio di Roma, il Gruppo Anarchico “Carlo Cafiero” e il Comitato Verità e Giustizia per Franco terranno un incontro per spiegare al pubblico chi era e cosa è successo a Francesco Mastrogiovanni, ucciso dallo Stato in regime di ricovero coatto presso l'Ospedale San Luca di Vallo della Lucania (Salerno) lo scorso 4 agosto 2009. La...

    (17 Novembre 2010)

    Gruppo Anarchico Carlo Cafiero - FAI Roma Comitato Verità e Giustizia per Franco

    "Questa non si chiama giustizia". Intervista a Lucia, sorella di Giuseppe Uva

    Francesco "baro" Barilli Varese, 14 giugno 2008. Sono circa le 3 di mattina quando Giuseppe Uva e Alberto Biggiogero vengono fermati, in stato di ebbrezza, dai carabinieri. Portati in caserma, Biggiogero sente le urla dell'amico provenire da un'altra stanza. Alle 5 i militari chiedono l'intervento di un'ambulanza. In ospedale richiedono un TSO e il trasferimento nel reparto psichiatrico, dove il...

    (5 Novembre 2010)

    Radio Città Aperta - Roma

    Morire di carcere: la storia dei detenuti ‘invisibili’ e senza giustizia

    02-11-2010/12:45 --- Nelle prigioni italiane muoiono mediamente ogni anno 150 detenuti; ben un terzo per "cause oscure". Ma l'elenco delle morti sospette è più alto. Nel conteggio mancano infatti gli "invisibili", i tanti detenuti stranieri il cui decesso si conclude con un certificato e una facile archiviazione. Spesso sono considerati “scarti” della società e nessuno...

    (2 Novembre 2010)

    Marina D’Ecclesiis, Radio Città Aperta

    I familiari di Cucchi: «Nuova perizia, processo basato su una bugia». In Sardegna nuove prove su Giuseppe Casu, morto legato al letto in un ospedale

    05-10-2010/19:12 --- Questa mattina si è tenuta un’altra udienza di quello che ormai è noto come il ‘processo Cucchi’. Il gip, che oggi ha ammesso come parte civile anche il Comune di Roma, ha fissato altre due udienze, oltre a quelle già programmate per il 19 e 26 ottobre prossimi: si terranno rispettivamente il 9 e il 30 ottobre. Il giudice Rosalba Liso deciderà...

    (6 Ottobre 2010)

    Marco Santopadre, Radio Città Aperta

    ACCADDE A OTTOBRE. Diritti spezzati: “morti di protesta” dal dopoguerra ad oggi

    In questo spazio ricorderemo ogni mese i nomi e brevemente le storie di uomini e donne che sono morti manifestando per difendere i loro diritti e più spesso i diritti di un intero Paese Troverete nomi più conosciuti e nomi meno noti, tutte persone che volevano solo manifestare le proprie idee, con dignità, con forza, senza dover piegare la testa, per riconquistare un diritto distorto...

    (2 Ottobre 2010)

    www.dirittidistorti.it

    Ferrara, unione di fatto nel nome di Federico e di tutti gli altri

    Checchino Antonini - Liberazione Unione di fatto. La rete tra i familiari delle vittime di "malapolizia" è informale ma esiste già. Patrizia, Haidi, Ilaria, Lucia, Elia, Stefania e molti altri si soccorrono l'un l'altro, dialogano anche tramite i blog, condividono l'umanità dolente di chi è stato scaraventato su una scena pubblica che mai avrebbe immaginato. Unione di...

    (27 Settembre 2010)

    Liberazione

    Ferrara . Domani è l'anniversario dell'uccisione di Federico Aldrovandi. Nasce un'associazione

    Domani è il quinto anniversario dell'omicidio di Federico Aldrovandi, il giovane assassinato da agenti della Polizia di Stato a Ferrara, dove sono previste proprio per la giornata una serie di iniziativa: alle ore 10 presso la Sala Boldini "Non hanno ucciso il futuro", una tavola rotonda con i famigliari di alcune vittime delle forze dell'ordine (Gabriele Sandri, Stefano Cucchi, Michele Uva). Alle...

    (25 Settembre 2010)

    www.contropiano.org

    I suicidi dei carcerati non interessano gli Oligarchi della Politica

    in meno di nove mesi quarantacinque persone si tolgono la vita nelle allucinanti carceri italiane. In grande maggioranza si tratta di persone giovani. Delle prigioni, nonostante le spettacolari visite ferragostane di Pannella con Dell'Utri e Cosentino e schiere di parlamentari in cerca di pubblicità, non si occupa ness...uno. Aspettiamo il prossimo ferragosto per una nuova kermesse ed un nuovo...

    (23 Settembre 2010)

    medioevosociale-pietro.blogspot.com

    Ferrara . nascerà l'associazione famiglie delle vittime delle forze dell'ordine, nell'anniversario della morte di Aldro

    Tra pochi giorni al festival del cinema di Venezia verrà presentato"E' stato morto un ragazzo", il documentario sull'omicidio Aldrovandi di Filippo Vendemmiati, che il 25 settembre verrà presentato anche a Ferrara, l'anniversario del giorno in cui Federico Aldrovandi fu ucciso di botte da quattro poliziotti. Tra le iniziative della giornata un'impostante proposta: quella della costituzione...

    (8 Settembre 2010)

    www.contropiano.org

    Aldrovandi, Giuliani, Cucchi, Bianzino, Uva, Sandri sono "stati morti" Un'associazione perchè non succeda di nuovo

    Aldrovandi, Giuliani, Cucchi, Bianzino, Uva, Sandri sono "stati morti" Un'associazione perchè non succeda di nuovo A Ferrara nascerà l'associazione famiglie delle vittime delle forze dell'ordine, nell'anniversario della morte di Aldro. Tra pochi giorni al festival del cinema di Venezia verrà presentato"E' stato morto un ragazzo", il documentario sull'omicidio Aldrovandi di Filippo...

    (7 Settembre 2010)

    www.contropiano.org

    ACCADDE A SETTEMBRE. Diritti spezzati: “morti di protesta” dal dopoguerra ad oggi

    In questo spazio ricorderemo ogni mese i nomi e brevemente le storie di uomini e donne che sono morti manifestando per difendere i loro diritti e più spesso i diritti di un intero Paese Troverete nomi più conosciuti e nomi meno noti, tutte persone che volevano solo manifestare le proprie idee, con dignità, con forza, senza dover piegare la testa, per riconquistare un diritto distorto...

    (7 Settembre 2010)

    www.dirittidistorti.it

    Vittime delle forze dell’ordine: le famiglie danno vita a un’associazione

    www.redattoresociale.it Sarà presentata ufficialmente il 25 settembre a Ferrara, nel quinto anniversario della morte di Federico Aldrovandi. La madre, Patrizia Moretti: «Un modo per unire le nostre voci e avere più forza. Lavoreremo perché non accada più» FERRARA – «Continuare a parlarne è la forma più duratura di giustizia»....

    (3 Settembre 2010)

    www.radiocittaperta.it

    Caso Franceschi, troppe domande senza risposta

    Alberto Tundo - Peacereporter In un caso in cui tutto è inspiegabilmente complesso e quasi indecifrabile, forse conviene partire dalle poche cose certe. Daniele Franceschi era un viareggino di 31 anni. Lo scorso febbraio era stato arrestato dalle autorità francesi per falsificazione e uso improprio di carta di credito: aveva tentato di giocare al casinò di Nizza con una carta...

    (1 Settembre 2010)

    Carceri . Un altro detenuto si e' impiccato, questa volta a Parma Un detenuto italiano

    Un detenuto italiano di 30 anni si e' ucciso nel carcere di Parma impiccandosi con le lenzuola. Sale a 42 il numero di suicidi nel 2010.

    (31 Agosto 2010)

    www.contropiano.org

    Agosto 1927, l’esecuzione di Sacco e Vanzetti

    Una mobilitazione operaia, nel mondo intero, contro un crimine di Stato

    Il 23 agosto 1927, vicino a Boston (Usa), poco dopo la mezzanotte, Nicolas Sacco veniva condotto al supplizio. Prima dell’esecuzione sulla sedia elettrica gridò “Viva l’anarchia”. Qualche minuto dopo, Bartolomeo Vanzetti subì la stessa sorte. In seguito all’entrata in guerra degli Usa, nell’aprile del 1917, il presidente Wilson, che ci è sempre...

    (24 Agosto 2010)

    www.webalice.it/mario.gangarossa

    Archiviata la querela contro la madre di Federico Aldrovandi

    Checchino Antonini, Liberazione Aveva definito "delinquenti" i quattro poliziotti allora sotto processo per l'omicidio colposo di suo figlio. Tre di loro l'avevano denunciata ma un giudice di Mantova le ha dato ragione. Accuse archiviate perché Patrizia Moretti, la mamma di Federico Aldrovandi, aveva ragione. «Non consideriamo - così disse all'Ansa Patrizia il 5 luglio 2008 -...

    (24 Luglio 2010)

    www.radiocittaperta.it

    Mantova . Archiviata la querela contro la madre di Federico Aldrovandi

    Mantova . Archiviata la querela contro la madre di Federico Aldrovandi Il gip di Mantova, competente per territorio, ha archiviato la querela presentata da tre dei poliziotti condannati in primo grado per l'omicidio di Federico Aldrovandi.Nella dichiarazione contestata, resa ad un'agenzia di stampa e ripresa da un quotidiano locale il 5 luglio 2008, Patizia Moretti confrontava il caso Aldrovandi...

    (24 Luglio 2010)

    www.contropiano.org

    Ferrara: I poliziotti condannati per l'omicidio di Aldrovandi, ora denunciano anche i bloggers

    Fonte: Osservatorio Repressione Dopo aver denunciato la madre di Federico Aldrovandi – il ragazzo, ora si può dirlo, ucciso da quattro agenti di polizia mentre tornava a casa dopo una serata con gli amici – per diffamazione, i quattro poliziotti di Ferrara se la prendono anche con la rete. Tramite il loro avvocato fanno sapere di aver intentato una causa contro alcuni frequentatori...

    (16 Luglio 2010)

    www.radiocittaperta.it

    Sicurezza. Per chi?

    Convegno contro la repressione a Biella

    Quasi non passa giorno che non ci giunga notizia che in qualche angolo di questa Italia un incontro più o meno fortuito con le forze dell'ordine si è tramutato in tragedia. Per Carlo Giuliani, Federico Aldovrandi, Bianzino, Ala, Cucchi quest'incontro ha segnato la fine del proprio cammino su questa terra. Altri casi sono fortunatamente meno drammatici e, sicuramente, di molti altri,...

    (5 Giugno 2010)

    Rete biellese sprigioniamodiritti

    GIORGIANA MASI.

    C'era una ragazza che come noi......

    Giorgiana Masi C’era una ragazza che come noi… Amava la vita, e la liberta’. Anche lei, come noi, voleva vivere in un altro modo. Anche lei, come noi, non ci e’ riuscita. Lei assassinata, come anche noi, per certi versi. Dallo stato, ma anche dall’abitudine. Dalle pallottole, ma anche dalla “societa’ civile”. Per Giorgiana, e per noi, quella liberta’...

    (11 Maggio 2010)

    C O M B A T

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

    157342