il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e ambiente    (Visualizza la Mappa del sito )

Arsenico Lupin

Arsenico Lupin

(6 Dicembre 2010) Enzo Apicella
Emergenza in Lazio per le concentrazioni di arsenico nell'acqua superiori ai livelli stabiliti dalla UE

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Acqua bene comune

(171 notizie dal 22 Novembre 2002 al 9 Luglio 2019 - pagina 8 di 9)

No alla privatizzazione dell' acqua

Con l'art.15 del decreto Ronchi arriva la liberalizzazione dei pubblici servizi locali: di fatto l'acqua e' privatizzata. Il governo ha posto la fiducia in aula,blindando il decreto legge e vietando al parlamento di esprimersi. E' di questi giorni la presa di posizione ferma di forze politiche democratiche e degli stessi amministratori, sia delle aziende di servizi che dei comuni, che vedono forte...

(21 Novembre 2009)

Rifondazione comunista circolo ernesto che guevara del sandonatese

No alla privatizzazione dell'acqua

Sostegno al presidio a Montecitorio con mail bombing sui Deputati

L'ATTACCO SUBITO IN QUESTI GIORNI E' STATO FRONTALE: sono state calpestate le autonomie locali, la volontà popolare e la democrazia Domani mattina verrà votato il testo del decreto 135/09 che oggi ha ottenuto la fiducia della Camera. Per questo saremo sotto Montecitorio a manifestare ancora una volta la nostra contrarietà. Consapevoli del fatto che saremo solo una rappresentanza...

(19 Novembre 2009)

Paolo Carsetti Segreteria Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua Sito web: www.acquabenecomune.org

No allo scippo dell'acqua pubblica

Appello ai sindaci lucani

Il 6 agosto 2008, il Parlamento italiano, con la legge 133, ha votato il decreto Tremonti 112, con l'articolo 23 bis, obbliga i Comuni a mettere all'asta la gestione delle loro reti idriche, entro il 31 dicembre 2010. Questo è avvenuto con l'appoggio dell'opposizione, in particolare del PD e nel silenzio quasi totale della stampa nazionale. Il governo Berlusconi ha quindi deciso che in Italia...

(8 Novembre 2009)

NOSCORIE TRISAIA noscorietrisaia@libero.it

Nel silenzio generale, Berlusconi privatizza l'acqua

“Ferma restando la proprietà pubblica delle reti (idriche ndr), la loro gestione può essere affidata a soggetti privati”. È il 6 agosto 2008, il governo Berlusconi, approvando la legge di conversione n°133 “recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione...

(28 Novembre 2008)

Alessio Marri - Megachip

Da partigiani dell'acqua a partigiani della democrazia partecipata

Nel nostro territorio, il Veneto, si parla molto di identità, andando a ripescare nella storia, in modo ignorante, una origine a dir poco improbabile in una terra di confine e di scambio. Molto più semplicemente basta chiedersi come può la nostra società essere e farsi società, dare identità, suscitare appartenenza se i cittadini stessi non hanno niente in...

(9 Giugno 2008)

Il pane e le rose

Contro la privatizzazione e la mercificazione dell'acqua

Concerto per la difesa del bene comune

Sabato 26 aprile al presidio di San Pietro di Rosà Apertura stand ore 18, inizio concerti ore 18.30. ------

(19 Aprile 2008)

Acqua privatizzata in sicilia

l'ideologia liberista applicata al bene essenziale della vita

Nonostante l'emendamento incluso nel ddl Bersani che prevede una sospensiva nei procedimenti di privatizzazione della gestione delle acque, ieri, a sorpresa, è stato varato il consorzio delle acque a Palermo, con numerosi società private all'interno che ha giù comunicato come il costo medio dell'acqua crescerà subito a un euro e trenta per metro cubo. Una decisione che...

(16 Giugno 2007)

pietro

In difesa dell'acqua pubblica e del rio Fergia!

La R.A.P. e i compagn* di Perugia salutano con gioia la grandiosa manifestazione popolare di oggi, 24 marzo

SIAMO UMBRI VERDI DI RABBIA PER UN’UMBRIA ROSSA DI VERGOGNA Che consegna beni comuni vitali, in mano alle multinazionali; Che disprezza la vita dei lavoratori (altre 2 morti bianche in Umbria in 48 ore!) lasciando mano libera ai padroni nello sfruttamento delle risorse umane ed ambientali Che obbedisce agli interessi del profitto generando insicurezza sul lavoro, precarietà, devastazione...

(26 Marzo 2007)

Rete Antifascista Perugina

Acquedotto Pugliese: il coraggio che non c'è!

La discussione sulla forma giuridica dell'AQP è tutt’altro che oziosa! Essa costituisce il punto nodale per un governo pubblico dell’acqua. Questo era stato già sottolineato più di un mese fa con un appello indirizzato alla Regione e continuiamo a sottolinearlo con forza all'indomani delle dichiarazioni del governo della Regione su quella che viene definito il dibattito...

(29 Dicembre 2006)

OSSERVATORIO SUD COMITATO TERRITORIALE CONTRATTO MONDIALE SULL'ACQUA

Acqua: il ritorno dei privatizzatori

Il ritiro della delibera che apriva le porte alla gara d’appalto per la cessione ai privati della gestione del servizio idrico integrato nelle province di Napoli e Caserta ha rappresentato una battuta d’arresto del processo di privatizzazione – risultato senz’altro importante strappato dai movimenti che per due anni si sono opposti a quest’ennesimo esproprio padronale. Da...

(3 Ottobre 2006)

Movimento per il Partito Comunista dei Lavoratori-Sezione provinciale di Napoli

Per il diritto alla salute, all'ambiente, all'acqua

Cecina: inquinamento dell'acqua con cromo esavalente

Appello di adesione al Comitato cittadino "verità acque chiare" costituitosi a Cecina per conoscere tutta la verità sull'inquinamento dei pozzi da cromo esavalente Aderiamo in massa e sosteniamo il “Comitato verità acque chiare” nella raccolta di firme affinché non solo venga fatta chiarezza, vengano acquisiti dati certi sulle ultime novità dell’avvelenamento...

(24 Agosto 2006)

Comitato Ilio Barontini e Cecina Social forum

Bilancio del Forum dei movimenti per l'acqua - Roma, 10-12 marzo

Il primo Forum Italiano dei Movimenti per l'acqua si è concluso con un successo di partecipazione sia per numero dei presenti, sia per rappresentanza geografica, sia per presenza di organizzazioni e comitati rappresentanti molte vertenze diffuse sul territorio: più di 600 partecipanti da 18 regioni, un lungo elenco di associazioni, gruppi comitati, sindacati, movimenti e singoli. Il...

(23 Marzo 2006)

SINISTRA CRITICA PRC

Privatizzazione dell'acqua a Napoli: considerazioni su articolo di Carta

Vi inviamo alcune considerazioni sull'articolo a firma di Riccardo Petrella apparso sul N° 7 di Carta in relazione alla vicenda della lotta contro la privatizzazione dell'acqua a Napoli, con la preghiera di pubblicazione. Conosciamo Carta e la sua attenzione ai movimenti. Per questo molto ci ha meravigliato nel vedere che si ospita, un articolo di Riccardo Petrella sulla vertenza acqua a Napoli...

(4 Marzo 2006)

Attivisti dei Comitati di Napoli-Caserta

Privatizzazione dell’acqua: un’inversione di tendenza?

Ma la battaglia deve essere ancora vinta

Nel mese di ottobre del 2004, Antonio Bassolino e Rosa Russo Iervolino, nelle loro rispettive vesti istituzionali, dichiararono pubblicamente che la regione Campania e la città di Napoli avrebbero proceduto all’affidamento del servizio idrico ad una società totalmente privata. Il successivo 23 novembre, l’Ato 2 Napoli-Volturno, che rappresenta un comprensorio di 136 comuni,...

(10 Febbraio 2006)

Valerio Torre

Sull’acqua un incrocio pericoloso tra affari e politica sulla pelle dei cittadini

Dopo la riunione della Consulta di Ambito sembra materializzarsi lo spettro della privatizzazione del servizio idrico integrato nella nostra Provincia anche se l’organo competente a decidere sarà la Conferenza dei Sindaci che si riunirà, a quanto pare, il 25 di Novembre. L’acqua, bene comune dell’umanità, è in pericolo, rischia di andare per i prossimi...

(6 Novembre 2005)

Comitato difesa acqua pubblica Ato 3 Rieti

43000 firme di cittadini non bastano per fermare la privatizzazione di Acea

43000 firme raccolte trasversalmente, che vanno dalla sinistra più estrema fino al centro destra passando dai cattolici, a sostegno della legge di iniziativa popolare per la ri-pubblicizazione del servizio idrico integrato in Toscana , tra cui 420 dei dipendenti di PUBLIACQUA non sono state sufficienti a far fare una pausa di riflesione sul opportuno ingresso di ACEA in Publiacqua, anzi hanno...

(26 Settembre 2005)

COBAS PUBLIACQUA

Venezia: Rischiano da 1 a 7 anni di carcere

per aver manifestato contro la privatizzazione dell'acqua

Rischiano da 1 a 7 anni di carcere solo per uno dei reati per i quali sono indagati: sono quattro sindacalisti che giovedì 25 novembre dell'anno scorso parteciparono piuttosto "vivacemente" ad uno dei più drammatici Consigli comunali su Nes. Violenza o minacce a corpo politico o amministrativo o giudiziario: reato punibile con pene che vanno da 1 a 7 anni; se ci si aggiunge pure l'oltraggio...

(30 Agosto 2005)

Elisio Trevisan (IL GAZZETTINO Mercoledì, 24 Agosto 2005)

Mantova: no alla privatizzazione dell’APAM

I Comunisti Italiani dicono un netto no alla proposta del presidente della provincia Fontanili all’ingresso di capitali privati in Apam: non è questa la soluzione per risolvere i problemi di servizi pubblici essenziali per la cittadinanza quali sono appunto quelli di trasporto pubblico. Gli esempi che si sono verificati nel nostro territorio sono eloquenti, a partire da quello della sanità...

(14 Agosto 2005)

Monica Perugini Segretario provinciale Pdci

Nasce ad Orvieto un Collettivo per la ripubblicizzazione dell’acqua

Costituito in occasione della festa di Liberazione e sotto la spinta della manifestazione di alcune settimane fa “cara acqua o Acqua cara” il Collettivo politico dei movimenti e dei cittadini per la ripubblicizzazione dell’acqua. Hanno aderito Aprile per la sinistra, associazione per la rinascita della sinistra, Associazione culturale “Il ginepro”, Collettivo Il Manifesto,...

(14 Agosto 2005)

orvietosì

Chiudiamo i “rubinetti” alle industrie dell’acqua

Campeggio “sul Peschiera” dal 2 al 4 settembre

In un clima di scompiglio politico e istituzionale, continuare a parlare di acqua può voler dire molto, specialmente in realtà apparentemente minori come la Provincia di Rieti, dove la politica con la “P” maiuscola non si vede da tempo. Grazie alla crescita della consapevolezza e della protesta, in questi giorni i cittadini dell’ATO 3 Laziale cominciano ad esprimere...

(12 Agosto 2005)

Comitato provinciale difesa acqua pubblica ATO3 – Rieti Coordinamento regionale difesa acqua pubblica – Lazio

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |    >>

269351