il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra (dall'Africa)

Paese arabo

(166 notizie dal 7 Settembre 2010 al 14 Gennaio 2016 - pagina 1 di 9)

L'Egitto degli scioperi cerca l'unità sindacale

Il 2015 ha visto una nuova ondata di scioperi in tutto il paese. A dicembre arriva la risposta dei sindacati indipendenti che in una conferenza nazionale puntano all’unità per contrastare il neoliberismo del Cairo Il Cairo, 14 gennaio 2016 – Una nuova ondata di scioperi. A dicembre in diverse regioni dell’Egitto, da Assiut a Suez, al Delta, lavoratori di società nei...

(14 Gennaio 2016)

Antonio Drius - Nena News

Egitto, la cura liberista taglia i primi sussidi

Effetto Blair o meno, gli egiziani ricorderanno questo primo week-end di luglio 2014 per uno dei tagli più drastici a quel particolare welfare nasseriano trasformatosi nei decenni in stato assistenzialista dalle finalità populista. Ogni genere di carburante, dalla benzina meno raffinata a 80 ottani a quella a 92 sino al gasolio, subisce aumenti dal 64 al 78% così da far risparmiare...

(6 Luglio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, parte l’era Sisi

E’ ufficiale: Abdel Fattah Al-Sisi è il nuovo presente egiziano e prende il posto del magistrato Adly Mansour che aveva ricoperto ad interim l’incarico dopo la defenestrazione di Mohamed Mursi (tuttora imprigionato e in attesa di giudizio per attentato alla sicurezza del Paese). Sisi è il quinto presidente della Repubblica araba d’Egitto e fra la folla festante dei...

(4 Giugno 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, presidenziali elastiche: un giorno di voto in più

Non bastano due giorni per decretare il trionfo di Al-Sisi, così la Commissione Elettorale ne introduce un terzo. D’autorità. Oggi l’Egitto vede ancora seggi aperti nella speranza che altri elettori si rechino alle urne alzando il quorum che è diventato l’unico avversario del generale che sognava Sadat e s’illude di rincarnare Nasser. L’imitazione...

(28 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

Al-Sisi, i sì e i no a un passo dal trionfo

Le elezioni più scontate del panorama politico mondiale, le presidenziali che vanno a ratificare quanto in Egitto si prepara da mesi, vedono comunque una divisione in blocchi del fronte politico. Ce n’è per tutti i gusti: sette partiti sostengono l’ex generale Abdel Fatth Al Sisi, sei il post nasseriano Hamdeen Sabbahi, 59 anni entrambi. Quattro formazioni predicano il boicottaggio,...

(19 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

Nour, l’uomo-immagine del presidente

Dodici milioni di sterline egiziane spese per la campagna elettorale (1.700.000 dollari) è il conticino che Al-Sisi lascia in eredità per la campagna presidenziale con un programma talmente articolato - spiega Tareq Nour, coordinatore generale del suo team di propaganda - che ci vorrà un anno per farlo comprendere e divulgarlo a dovere fra la gente. Che comunque lo voterà,...

(13 Maggio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, sangue a poco prezzo

Coprono e commentano, o almeno provano a farlo, le vicende d’un sempre turbolento Egitto ma anche loro diventano bersaglio della repressione. “Il sangue dei giornalisti non è a buon mercato” dicevano alcuni cartelli esposti sotto la sede del Sindacato professionale ieri al Cairo, per una protesta vociante, numerosa, simbolo anch’essa di quella libertà calpestata...

(18 Aprile 2014)

Enrico Campofreda

Presidenziali egiziane: Sabbahi, l’educatore delle uniformi

C’è un’aria leggiadra e naïve (non vogliamo inveire) che caratterizza Hamdeed Sabbahi nel suo doppio passo di vaghezza politica e supporto alla reazione. Non sappiamo se inconsapevoli. Da buon veteranoha molti sostenitori: nel 2012 giunse terzo nella sfida presidenziale, raccogliendo quattro milioni e ottocentomila voti. Possiede un credo e una coerenza rispetto a valori che...

(12 Aprile 2014)

Enrico Campofreda

Al-Sisi, il potere della presidenza e del rispolverato Scaf

L’Egitto che ripristina il Consiglio Supremo delle Forze Armate, quello dell’immediato dopo Mubarak e della continuazione per sedici mesi (marzo 2011-giugno 2012) di repressioni e stragi per mano di poliziotti, agenti dei Servizi, teppisti, provocatori medita sul da farsi. Non c’è più l’Esecutivo provvisorio di Beblawi sostituito da Ibrahim Mehleb, c’è...

(1 Marzo 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, Beblawi lascia incerto il rimpiazzo

Hazem El-Beblawi, il premier egiziano, se ne va con uno scarno annuncio sciorinando massime per il popolo ”Anziché chiedersi cosa farà l’Egitto ognuno dovrebbe domandarsi cosa stia facendo per il proprio Paese”. Concetto sacrosanto, ma un po’ insidioso per il leader d’un governo. Qualche osservatore pungente rilancia criticamente la palla all’ex capo...

(25 Febbraio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto. Reporter: professione da galera

Malmenati, parecchi. Imprigionati, a decine. Uccisi, sei nel 2013. Si fa sempre più difficile la vita di chi in Egitto è impegnato nell’informazione come cronista interno o inviato. Di qualsiasi nazionalità. L’ultimo caso è avvenuto in chiusura dell’anno orribile. Quando tre giornalisti di Al Jazeera: Peter Greste, Mohamed Fahmy, Baher Mohamed sono stati...

(11 Febbraio 2014)

Enrico Campofreda

La Tunisia ad un passo dalla Costituzione

Domani voto definitivo del Parlamento sul nuovo testo costituzionale, progressista e laico. Ma la battaglia prosegue: ancora troppe le discriminazioni economiche. dalla redazione Roma, 24 gennaio 2014, Nena News - Domani la Costituzione tunisina passerà per il voto definitivo del Parlamento. Esattamente a tre anni dalla caduta del regime di Ben Ali, il Paese compie un altro passo nel processo...

(24 Gennaio 2014)

Nena News

Fratellanza egiziana, l’anno logorante del potere

Errori, ingenuità, congiura e repressione. Tutti concetti che s’addicono ai mesi pericolosamente vissuti dalla Fratellanza Musulmana d’Egitto durante la guida d’un Paese che gli si è rivoltato contro. La vulgata diffusa sul governo dell’Islam politico dai media mainstream è ricca anche di notizie molto imprecise, non sempre in buona fede. Economia allo...

(21 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Il plebiscito antislamico dell’Egitto

Votare e votare. Contro la Fratellanza e il caos, per la patria e la rinascita dell’Egitto, per insediare presto come presidente il salvatore della nazione: Abd Fattah Khalil Al-Sisi. Nei 13.000 seggi dove sono chiamati 53 milioni di egiziani, in quel simbolo di democrazia difeso da 200.000 soldati, la popolazione si è recata con ogni mezzo. Vecchi claudicanti sorretti da famigli e militari,...

(15 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, referendum a voto unico

Secondo un sondaggio della società di rilevamento Baseera (che s’attribuisce un margine massimo del 3% d’errore) oltre la metà degli elettori egiziani, che il 14-15 gennaio dovrebbero esprimersi tramite referendum popolare sulla nuova Carta Costituzionale, ignora quali siano gli emendamenti elaborati dall’Assemblea degli esperti. Solo il 5% ha letto l’intera Carta,...

(9 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Solidali con Abdessalem Hiduri e con il popolo tunisino

Comunicato dell’Esecutivo nazionale di Sinistra Anticapitalista Il nostro compagno Abdessalem Hiduri, militante rivoluzionario tunisino, componente dell’Ufficio politico della Lega della Sinistra Operaia, militante sindacale dell’UGTT nel sindacato degli insegnanti di secondo grado, insegnante al liceo di Menzel Buzaian, nella regione di Sidi Buzid, è stato arrestato nel pomeriggio...

(29 Dicembre 2013)

anticapitalista.org

Egitto: Scontri tra manifestanti e polizia, tre morti

dalla redazione Roma, 28 dicembre 2013, Nena News - Tre morti, decine di feriti tra i manifestanti e le forze dell'ordine e almeno 265 arresti tra i Fratelli Musulmani. E' il bilancio degli scontri avvenuti ieri in tutto l'Egitto al termine della preghiera del venerdì, dopo che il governo egiziano - insediatosi nel luglio scorso con un colpo di stato ai danni del presidente eletto Mohammed...

(28 Dicembre 2013)

Nena News

Il Cairo, esplosioni stabilizzanti

Le bombe s’impossessano dell’esplosiva situazione politica egiziana e gli attentati si susseguono a ritmo quasi quotidiano in vari centri urbani. Giovedì mattina paura e sangue si sono riaffacciati al Cairo, nella zona di Nasr City già carica di tensioni da un anno a questa parte: da lì prese il via la protesta contro il deposto presidente Mursi. Un autobus di linea...

(27 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Il Cairo, l’assedio costituzionale alle università

Quattro dita, non forconi nella piazza universitaria egiziana. Accade al Cairo e Giza dove si tenevano sit-in per ricordare l’assassinio di fine novembre degli studenti Mohamed Reda e Abdel-Ghany Mahmoud. Assieme a migliaia di colleghi i due giovani protestavano contro la possibilità sancita dalla nuova Carta Costituzionale di considerare ogni riunione all’aperto, finanche un...

(11 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Tahrir, tornano gli indomabili

Tornano nella piazza che da luglio gli viene proibita, sfidano i gas asfissianti, sfuggono alle manovre aggiranti dei tanks. Sono gli oppositori all’esercito dell’ordine e del golpe, gli universitari islamici e laici che giorni fa hanno pianto un collega ingegnere freddato dalla polizia davanti l’università del Cairo. Rischiano arresti e rapidi processi come quello subìto...

(2 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |    >>

535021