il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Paese arabo

(669 notizie dal 30 Novembre 2006 al 27 Giugno 2019 - pagina 10 di 34)

Egypt, Al Sisi for president

Toccato con mano il proprio strapotere, legittimato dal referendum costituzionale anti Fratellanza, il generale Al Sisi annuncia la candidatura alle presidenziali. Lo fa prima dell’ufficializzazione dei dati elettorali che confermano un sì schiacciante al 97,7% con una partecipazione che s’aggira sul 38,5%. Finora i consensi registrati sono venti milioni, stasera s’ultimerà...

(17 Gennaio 2014)

ecam

Il plebiscito antislamico dell’Egitto

Votare e votare. Contro la Fratellanza e il caos, per la patria e la rinascita dell’Egitto, per insediare presto come presidente il salvatore della nazione: Abd Fattah Khalil Al-Sisi. Nei 13.000 seggi dove sono chiamati 53 milioni di egiziani, in quel simbolo di democrazia difeso da 200.000 soldati, la popolazione si è recata con ogni mezzo. Vecchi claudicanti sorretti da famigli e militari,...

(15 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Dal referendum egiziano Al Sisi attende l’incoronazione

In fila. Documento alla mano gli egiziani vanno al voto referendario sulla nuova Costituzione. Contestatissima. Dalla Fratellanza musulmana e dai laici aderenti al fronte contro il golpe. Attesissima. Dai militari e dall’Egitto dei feloul. Seggi aperti oggi e domani per un sì che pare scontatissimo. Un assenso da molti vissuto come l’approvazione del passo di fine giugno del Fronte...

(14 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Dal Cairo a Gaza, panorami d’illegalità normalizzata

Il blocco prima in entrata poi in uscita che ha tenuto ferma al Cairo, al valico egiziano di Rafah quindi a Gaza, una delegazione di attivisti italiani che portava solidarietà e aiuti finanziari per le strutture sanitarie agli abitanti della Striscia unisce gli antichi ostracismi verso quell’area all’aria che circola da mesi in Egitto. Le chiusure a piacimento del martoriato territorio...

(10 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, referendum a voto unico

Secondo un sondaggio della società di rilevamento Baseera (che s’attribuisce un margine massimo del 3% d’errore) oltre la metà degli elettori egiziani, che il 14-15 gennaio dovrebbero esprimersi tramite referendum popolare sulla nuova Carta Costituzionale, ignora quali siano gli emendamenti elaborati dall’Assemblea degli esperti. Solo il 5% ha letto l’intera Carta,...

(9 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Medio Oriente, il flop di Kerry

Mercoledì 08 Gennaio 2014 00:00 Affrontando pubblicamente la crisi in Iraq, dove il governo centrale del premier Maliki sta combattendo milizie integraliste sunnite nella provincia occidentale di Anbar, qualche giorno fa il segretario di Stato americano, John Kerry, oltre ad escludere il ritorno nel paese mediorientale di soldati USA, ha definito quella in corso come una battaglia che appartiene...

(8 Gennaio 2014)

Michele Paris - Altrenotizie

La mano di al-Qaeda che afferra il Libano

Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante ha rivendicato l'ultimo attentato a Beirut. E i jihadisti promettono di colpire ancora il cuore del nemico Hezbollah di Rossana Tufaro Roma, 7 gennaio 2014, Nena News - Ci sarebbe lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (ISIL) dietro l'attentato di Dahiyeh dello scorso 2 gennaio. Il gruppo affiliato ad al-Qaeda, che in questi giorni è riuscito ad...

(7 Gennaio 2014)

Nena News

Egitto, la morte del venerdì

Quattordici vittime è l’ennesimo tributo di morte pagato ieri dagli oppositori al colpo di stato nei cortei riproposti, come quasi ogni venerdì al Cairo, Alessandria, Ismailia, Minya. Più sessantadue feriti, secondo dati diffusi dal ministero della Salute egiziano. Per l’ormai fuorilegge Fratellanza Musulmana, cuore pulsante della protesta delle quattro dita (Rabaa,...

(4 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Nuovo anno, vecchie bombe a Beirut

Un’auto-bomba dopo l’altra e Beirut riprecipita nell’incubo d’una vita a misura d’esplosione, con la paura, l’apprensione, la rabbia che tornano a dividere gli abitanti. La capitale ne risulta segnata, chiudendosi in settori ancora più marcati di quelli d’appartenenza etnico-confessionale: cristiano-maronita sulle colline centrosettentrionali, sunnita...

(2 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

2013 in Medio Oriente: una violenta eredità

Un anno complesso e terribilmente insanguinato. Dall'Egitto alla Siria, dalla Tunisia all'Iraq. Unica positività, per ora, l'accordo occidentale con Tehran sul nucleare iraniano Roma, 31 dicembre 2013, Nena News - Il 2013 in Medio Oriente e Nord Africa è stato un anno di grande complessità politica e di immensi spargimenti di sangue. Una eredità che peserà sul 2014....

(31 Dicembre 2013)

Michele Giorgio - Il Manifesto

Solidali con Abdessalem Hiduri e con il popolo tunisino

Comunicato dell’Esecutivo nazionale di Sinistra Anticapitalista Il nostro compagno Abdessalem Hiduri, militante rivoluzionario tunisino, componente dell’Ufficio politico della Lega della Sinistra Operaia, militante sindacale dell’UGTT nel sindacato degli insegnanti di secondo grado, insegnante al liceo di Menzel Buzaian, nella regione di Sidi Buzid, è stato arrestato nel pomeriggio...

(29 Dicembre 2013)

anticapitalista.org

Egitto: Scontri tra manifestanti e polizia, tre morti

dalla redazione Roma, 28 dicembre 2013, Nena News - Tre morti, decine di feriti tra i manifestanti e le forze dell'ordine e almeno 265 arresti tra i Fratelli Musulmani. E' il bilancio degli scontri avvenuti ieri in tutto l'Egitto al termine della preghiera del venerdì, dopo che il governo egiziano - insediatosi nel luglio scorso con un colpo di stato ai danni del presidente eletto Mohammed...

(28 Dicembre 2013)

Nena News

Il Cairo, esplosioni stabilizzanti

Le bombe s’impossessano dell’esplosiva situazione politica egiziana e gli attentati si susseguono a ritmo quasi quotidiano in vari centri urbani. Giovedì mattina paura e sangue si sono riaffacciati al Cairo, nella zona di Nasr City già carica di tensioni da un anno a questa parte: da lì prese il via la protesta contro il deposto presidente Mursi. Un autobus di linea...

(27 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Egitto, la via del terrore

Se Mansoura diventa Damasco con un’autobomba che squarcia un edificio di sei piani, fa quattordici vittime e centotrenta feriti, dietro ci può stare lo zampino qaedista ma non solo. Il repentino comunicato con cui il premier El-Beblawi s’è precipitato ad additare la Fratellanza Musulmana come organizzazione terroristica, e quasi ad attribuirle il devastante attentato con...

(24 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Bahrein, bambini incarcerati e torturati

Amnesty accusa la monarchia di ignorare la Convenzione Onu sui Diritti del Fanciullo, di cui è firmataria. Sempre più dure le condanne contro i manifestanti dalla redazione Roma, 16 dicembre 2013, Nena News - Bambini arrestati e torturati perché sospettati di aver preso parte alle proteste anti-governative. E' l'accusa di Amnesty International al Bahrein, dove da più di...

(16 Dicembre 2013)

Nena News

Abu Zaabal, la prigione d’Egitto

Abu Zaabal non è come Ghraib, almeno per ora. E’ comunque un carcere, opprimente come ogni prigione e vigilato in maniera sempre più soffocante, perché lì sono stipati i nemici d’Egitto. Non solo per il generale e attuale ministro della Difesa Al-Sisi, il golpista che fa sognare i conservatori di casa, ma per gli stessi liberali e progressisti del Fronte di...

(12 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Il Cairo, l’assedio costituzionale alle università

Quattro dita, non forconi nella piazza universitaria egiziana. Accade al Cairo e Giza dove si tenevano sit-in per ricordare l’assassinio di fine novembre degli studenti Mohamed Reda e Abdel-Ghany Mahmoud. Assieme a migliaia di colleghi i due giovani protestavano contro la possibilità sancita dalla nuova Carta Costituzionale di considerare ogni riunione all’aperto, finanche un...

(11 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

Bahrein: carcere per i genitori dei manifestanti

Una nuova legge consente di condannare per negligenza padri e madri di chi è coinvolto in atti "terroristici". Roma, 4 dicembre 2013, Nena News - In Bahrein i genitori di minorenni che commettono atti terroristici rischiano fino a un anno di carcere per negligenza, ha riportato il sito di Gulf Daily News. Lo stabilisce una legge passata ieri in Parlamento con una maggioranza risicata (16 sì,...

(4 Dicembre 2013)

Sonia Grieco - Nena News

Libano, week end di scontri a Tripoli: 12 morti

Nella capitale del Nord si combatte una guerra parallela a quella siriana, tra gli alawiti che sostengono Assad e i sunniti pro-opposizione di Sonia Grieco Roma, 2 dicembre 2013, Nena News - Scuole chiuse e la solita calma apparente. Così si è risvegliata Tripoli, racconta la stampa libanese, dopo due giorni di violenze in cui sono morte almeno 12 persone e oltre 80 sono rimaste ferite,...

(2 Dicembre 2013)

Nena News

Tahrir, tornano gli indomabili

Tornano nella piazza che da luglio gli viene proibita, sfidano i gas asfissianti, sfuggono alle manovre aggiranti dei tanks. Sono gli oppositori all’esercito dell’ordine e del golpe, gli universitari islamici e laici che giorni fa hanno pianto un collega ingegnere freddato dalla polizia davanti l’università del Cairo. Rischiano arresti e rapidi processi come quello subìto...

(2 Dicembre 2013)

Enrico Campofreda

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

535017