il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Paese arabo

(678 notizie dal 30 Novembre 2006 al 26 Novembre 2019 - pagina 10 di 34)

Egitto. Reporter: professione da galera

Malmenati, parecchi. Imprigionati, a decine. Uccisi, sei nel 2013. Si fa sempre più difficile la vita di chi in Egitto è impegnato nell’informazione come cronista interno o inviato. Di qualsiasi nazionalità. L’ultimo caso è avvenuto in chiusura dell’anno orribile. Quando tre giornalisti di Al Jazeera: Peter Greste, Mohamed Fahmy, Baher Mohamed sono stati...

(11 Febbraio 2014)

Enrico Campofreda

BREVI DAL MONDO ARABO (Egitto, Libia, Tunisia, Marocco)

EGITTO – Figura di spicco della sinistra egiziana Hamdeen Sabbahi ha formalmente annunciato la sua candidatura alle presidenziali da tenersi nei prossimi mesi. Alle ultime presidenziali del 2012, vinte da Mohamed Morsi, Sabbahi era arrivato in terza posizione. “Spero che la mia decisione sarà ben accolta dai giovani e risponderà alle loro aspettative” ha dichiarato...

(10 Febbraio 2014)

Misna

Yemen, la tregua è già finita

La calma è durata poco. Dopo solo due giorni, i combattimenti sono ricominciati e con essi anche lo scambio di accuse su chi abbia violato gli accordi di Francesca La Bella Roma, 8 febbraio 2014, Nena News – Dopo mesi di scontri e di discussioni sul futuro dello Yemen, all’inizio di questa settimana sembrava si fosse raggiunto l’accordo e che la possibilità di pensare...

(8 Febbraio 2014)

Nena News

La lunga crisi yemenita

A tre anni dalle prime manifestazioni, lo Yemen è un Paese lacerato dalle divisioni e sull'orlo del collasso. Ma la sua crisi non nasce nel 2011, ma ha origini più lontane. Roma, 4 febbraio 2014, Nena News - Alcuni Paesi suscitano più interesse di altri e, allo stesso modo, alcune rivolte riscuotono più attenzione di altre. Eventi avvenuti in nazioni periferiche con una...

(4 Febbraio 2014)

Francesca La Bella - Nena News

Mohamed Mursi: imputato ottantatre

L’imputato numero 83 urla da dentro un cubo di vetro. Stavolta indossa l’abbigliamento bianco dei detenuti e grida d’essere il presidente. L’aveva già fatto nello scorso novembre stretto in un anonimo ma dignitoso completo grigio, sempre in cattività. Ora nessuno sembra ascoltarlo. Nelle immagini trasmesse in differita dalla tivù di Stato sembra un leoncino...

(29 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

L’incerto cammino egiziano fra paura e paranoia

La paura della galera e di quel che vi accade dentro vince i cittadini d’Egitto, prima e più delle anto-bomba simboliche o pilotate. Le esplosioni mortali nell’anniversario d’una Rivoluzione scippata, calpestata, trasformata in regime militar-poliziesco assegnano al nuovo raìs il primato di presidente in anticipo sull’annuncio dell’uomo dell’interim...

(27 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

La Tunisia ad un passo dalla Costituzione

Domani voto definitivo del Parlamento sul nuovo testo costituzionale, progressista e laico. Ma la battaglia prosegue: ancora troppe le discriminazioni economiche. dalla redazione Roma, 24 gennaio 2014, Nena News - Domani la Costituzione tunisina passerà per il voto definitivo del Parlamento. Esattamente a tre anni dalla caduta del regime di Ben Ali, il Paese compie un altro passo nel processo...

(24 Gennaio 2014)

Nena News

"Pietre miliari", il "Che fare?" del movimento islamista

Sayyd Qutb non chiama alla lotta contro il capitalismo e allo sfruttamento del lavoro. La sua "liberazione" si svolge solo nell'alveo religioso, con un forte pregiudizio verso il socialismo di Cristina Micalusi Roma, 23 gennaio 2013, Nena News - Sayyd Qutb non è stato un condottiero di uomini, un organizzatore, ma un 'adib', un uomo di lettere che diverrà, negli ultimi quindici anni...

(23 Gennaio 2014)

Nena News

Fratellanza egiziana, l’anno logorante del potere

Errori, ingenuità, congiura e repressione. Tutti concetti che s’addicono ai mesi pericolosamente vissuti dalla Fratellanza Musulmana d’Egitto durante la guida d’un Paese che gli si è rivoltato contro. La vulgata diffusa sul governo dell’Islam politico dai media mainstream è ricca anche di notizie molto imprecise, non sempre in buona fede. Economia allo...

(21 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Egypt, Al Sisi for president

Toccato con mano il proprio strapotere, legittimato dal referendum costituzionale anti Fratellanza, il generale Al Sisi annuncia la candidatura alle presidenziali. Lo fa prima dell’ufficializzazione dei dati elettorali che confermano un sì schiacciante al 97,7% con una partecipazione che s’aggira sul 38,5%. Finora i consensi registrati sono venti milioni, stasera s’ultimerà...

(17 Gennaio 2014)

ecam

Il plebiscito antislamico dell’Egitto

Votare e votare. Contro la Fratellanza e il caos, per la patria e la rinascita dell’Egitto, per insediare presto come presidente il salvatore della nazione: Abd Fattah Khalil Al-Sisi. Nei 13.000 seggi dove sono chiamati 53 milioni di egiziani, in quel simbolo di democrazia difeso da 200.000 soldati, la popolazione si è recata con ogni mezzo. Vecchi claudicanti sorretti da famigli e militari,...

(15 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Dal referendum egiziano Al Sisi attende l’incoronazione

In fila. Documento alla mano gli egiziani vanno al voto referendario sulla nuova Costituzione. Contestatissima. Dalla Fratellanza musulmana e dai laici aderenti al fronte contro il golpe. Attesissima. Dai militari e dall’Egitto dei feloul. Seggi aperti oggi e domani per un sì che pare scontatissimo. Un assenso da molti vissuto come l’approvazione del passo di fine giugno del Fronte...

(14 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Dal Cairo a Gaza, panorami d’illegalità normalizzata

Il blocco prima in entrata poi in uscita che ha tenuto ferma al Cairo, al valico egiziano di Rafah quindi a Gaza, una delegazione di attivisti italiani che portava solidarietà e aiuti finanziari per le strutture sanitarie agli abitanti della Striscia unisce gli antichi ostracismi verso quell’area all’aria che circola da mesi in Egitto. Le chiusure a piacimento del martoriato territorio...

(10 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Egitto, referendum a voto unico

Secondo un sondaggio della società di rilevamento Baseera (che s’attribuisce un margine massimo del 3% d’errore) oltre la metà degli elettori egiziani, che il 14-15 gennaio dovrebbero esprimersi tramite referendum popolare sulla nuova Carta Costituzionale, ignora quali siano gli emendamenti elaborati dall’Assemblea degli esperti. Solo il 5% ha letto l’intera Carta,...

(9 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Medio Oriente, il flop di Kerry

Mercoledì 08 Gennaio 2014 00:00 Affrontando pubblicamente la crisi in Iraq, dove il governo centrale del premier Maliki sta combattendo milizie integraliste sunnite nella provincia occidentale di Anbar, qualche giorno fa il segretario di Stato americano, John Kerry, oltre ad escludere il ritorno nel paese mediorientale di soldati USA, ha definito quella in corso come una battaglia che appartiene...

(8 Gennaio 2014)

Michele Paris - Altrenotizie

La mano di al-Qaeda che afferra il Libano

Lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante ha rivendicato l'ultimo attentato a Beirut. E i jihadisti promettono di colpire ancora il cuore del nemico Hezbollah di Rossana Tufaro Roma, 7 gennaio 2014, Nena News - Ci sarebbe lo Stato Islamico dell'Iraq e del Levante (ISIL) dietro l'attentato di Dahiyeh dello scorso 2 gennaio. Il gruppo affiliato ad al-Qaeda, che in questi giorni è riuscito ad...

(7 Gennaio 2014)

Nena News

Egitto, la morte del venerdì

Quattordici vittime è l’ennesimo tributo di morte pagato ieri dagli oppositori al colpo di stato nei cortei riproposti, come quasi ogni venerdì al Cairo, Alessandria, Ismailia, Minya. Più sessantadue feriti, secondo dati diffusi dal ministero della Salute egiziano. Per l’ormai fuorilegge Fratellanza Musulmana, cuore pulsante della protesta delle quattro dita (Rabaa,...

(4 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

Nuovo anno, vecchie bombe a Beirut

Un’auto-bomba dopo l’altra e Beirut riprecipita nell’incubo d’una vita a misura d’esplosione, con la paura, l’apprensione, la rabbia che tornano a dividere gli abitanti. La capitale ne risulta segnata, chiudendosi in settori ancora più marcati di quelli d’appartenenza etnico-confessionale: cristiano-maronita sulle colline centrosettentrionali, sunnita...

(2 Gennaio 2014)

Enrico Campofreda

2013 in Medio Oriente: una violenta eredità

Un anno complesso e terribilmente insanguinato. Dall'Egitto alla Siria, dalla Tunisia all'Iraq. Unica positività, per ora, l'accordo occidentale con Tehran sul nucleare iraniano Roma, 31 dicembre 2013, Nena News - Il 2013 in Medio Oriente e Nord Africa è stato un anno di grande complessità politica e di immensi spargimenti di sangue. Una eredità che peserà sul 2014....

(31 Dicembre 2013)

Michele Giorgio - Il Manifesto

Solidali con Abdessalem Hiduri e con il popolo tunisino

Comunicato dell’Esecutivo nazionale di Sinistra Anticapitalista Il nostro compagno Abdessalem Hiduri, militante rivoluzionario tunisino, componente dell’Ufficio politico della Lega della Sinistra Operaia, militante sindacale dell’UGTT nel sindacato degli insegnanti di secondo grado, insegnante al liceo di Menzel Buzaian, nella regione di Sidi Buzid, è stato arrestato nel pomeriggio...

(29 Dicembre 2013)

anticapitalista.org

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

550372