">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Paese arabo

(691 notizie dal 30 Novembre 2006 al 13 Dicembre 2022 - pagina 17 di 35)

La CIA "avverte" Hezbollah: Attento ad Al Qaeda

Secondo l'intelligence USA a devastare la roccaforte di Hezbollah sono stati i jihadisti. Che progetterebbe un'operazione di vasta scala contro il movimento sciita. di Sonia Grieco Roma, 13 giugno 2013, Nena News - Spunta al Qaeda dietro l'attentato del 9 luglio a Beirut, in cui sono rimaste ferite 53 persone. Un'ipotesi ventilata dalla CIA che avrebbe avvertito l'intelligence libanese del rischio...

(13 Luglio 2013)

Nena News

Egitto, incognite politiche e alimentari

Attacchi e ordini di cattura ma anche ipotesi di partecipare al governo tecnico di El-Beblawi. La Fratellanza Musulmana è al centro di un’offensiva che le rammenta gli anni bui delle persecuzioni con cui figure del calibro di Al-Shater, ora agli arresti, sono nate e cresciute politicamente. Per questo non s’intimorisce. Polizia e giudici – i nemici di sempre – praticano...

(12 Luglio 2013)

Enrico Campofreda

Egitto, il grande malato

Golpe negato ma effettuato e stragi s’inseguono nell’Egitto della Primavera incompiuta dove in tanti parlano di Rivoluzione ma quel che soffoca il popolo, accanto all’emergenza economica, è l’emergenza democratica. Schiacciata da una lotta per il potere che usa le masse ma si dimentica di loro e le illude. Ed è una grande fetta del popolo stesso a illudersi che...

(10 Luglio 2013)

Enrico Campofreda

AUTOBOMBA AL SUD DI BEIRUT, COLPITA ROCCAFORTE HEZBOLLAH

luglio 9, 2013 - 12:03 Sono almeno 37 i feriti, di cui diversi bambini, causati dall’autobomba esplosa oggi alle 11.15 (ora locale) a Bir al-Abed, quartiere alla periferia sud di Beirut: lo riferiscono fonti di stampa libanesi e panarabe, tra cui la tv al-Manar, emittente del gruppo sciita di Hezbollah. Il veicolo è deflagrato in un parcheggio situato nei pressi di una cooperativa commerciale...

(9 Luglio 2013)

Misna

Palestinesi di Gaza presi di mira in Egitto

Mentre l'Esercito egiziano continua la sua offensiva nel Sinai, i palestinesi di Gaza sono vittime di una assurda caccia alle streghe e soggetti a restrizioni e detenzioni di Michele Giorgio Gaza, 9 luglio 2013, Nena News - L'Esercito egiziano ha lanciato un'offensiva massiccia nel Sinai contro le formazioni jihadiste armate. Non è la prima volta che accade. Stavolta però ha a disposizone...

(9 Luglio 2013)

Nena News

Putin: il golpe in Egitto porterà il Paese alla guerra civile

Londra – Quds Press. Il presidente russo Vladimir Putin ha espresso la propria preoccupazione per l’attuale situazione egiziana, riferendosi al golpe che in Egitto ha portato alla deposizione del presidente eletto Muhammad Mursi. In un comunicato trasmesso all’Agenzia di informazione ufficiale russa il 6 luglio, durante una visita in Kazakhistan, Putin ha dichiarato che ”l’Egitto...

(8 Luglio 2013)

Traduzione per InfoPal a cura di Federica Pistono

Decine di morti in Egitto. Partito salafita ritira l’appoggio alle forze armate

Il Cairo-InfoPal. All’alba di lunedì 8 luglio, decine di sostenitori d Mohammed Mursi, il presidente egiziano destituito la scorsa settimana dai militari, sono stati uccisi. Fonti dal partito Libertà e Giustizia, espressione politica della Fratellanza Musulmana, hanno riferito di più di 50 persone uccise tra coloro che partecipavano ad un sit-in pro Mursi, organizzato di...

(8 Luglio 2013)

InfoPal

EGITTO. SCIA DI VIOLENZA, PRIMO MINISTRO CERCASI

luglio 8, 2013 - 9:15 In Egitto non si ferma l’ondata di proteste e violenze successiva alla destituzione, cinque giorni fa, del presidente Mohammed Morsi. In quello che il movimento dei Fratelli musulmani ha denunciato come un “massacro”, nella notte un corteo di sostenitori di Morsi è stato disperso a colpi d’arma da fuoco dalle forze di sicurezza. Pesante il bilancio...

(8 Luglio 2013)

Misna

Fratelli musulmani e potere. Una difficile convivenza

A fronte del mantenimento del modello assistenzialista, nel sistema islamista non è prevista una messa in discussione del potere economico e della divisione di classe. di Francesca La Bella Roma, 8 luglio 2013, Nena News - Ormai da molti anni i Fratelli Musulmani sono al centro delle analisi di coloro che si occupano di interpretare i cambiamenti in atto in Medio Oriente. Se per alcuni la Fratellanza...

(8 Luglio 2013)

Nena News

"Vicolo del Mortaio", Una Cairo lontana ma non troppo

E' un capolavoro della letteratura araba. Un romanzo di Mahfuz del 1947 sull'Egitto, il suo popolo, la sua cultura che tanto assomiglia all'Egitto di oggi di Cristina Micalusi Roma, 6 luglio 2013, Nena News - Tutta la vita di Nagib Mahfuz è stata spesa a raccontare l'Egitto nelle sue molteplici sfaccettature e da attento osservatore ha saputo trasferire la realtà di settant'anni di storia...

(6 Luglio 2013)

Nena News

Caste contro Mursi e strisciante guerra civile

Negli oltre cinquemila scioperi, cortei, sit-in che la governance egiziana in salsa islamista ha registrato negli ultimi cinque mesi (per tutte ricordiamo quella localistica e popolare di Port Said che aveva generato dei comitati di autogestione) si collocano anche talune manifestazioni degli uomini in nero: i poliziotti. Categoria ad altissima capacità rivendicativa e contrattuale e diciamo...

(6 Luglio 2013)

Enrico Campofreda

Dopo-Morsi: Assad brinda, Istanbul accusa, Qatar piange

I leader dei Fratelli Musulmani erano arrivati a conquistare nel mondo arabo vette di potere impensabili fino a tre anni fa. La vicenda egiziana potrebbe aver invertito la tendenza di Michele Giorgio Roma, 5 luglio 2013, Nena News - Il golpe in Egitto è un colpo alle ambizioni dei Fratelli Musulmani, proprio quando i leader del movimento islamista, sotto nomi e bandiere nazionali diverse, erano...

(5 Luglio 2013)

Nena News

Tahrir, dalla piazza della speranza a quella del golpe

I depositari laici della Primavera egiziana, come Salma Hamed del movimento “6 Aprile” sostengono che il percorso della Rivoluzione riprenderà da dove s’era interrotto. Non sappiamo se la sua sia illusione o flebile speranza. Dall’esperienza dei terribili mesi dello Scaf dovrebbe aver imparato che le “divise cachi” non garantiscono democrazia e progresso...

(4 Luglio 2013)

Enrico Campofreda

Ancora crisi e giochi di potere in Egitto, mentre le masse muoiono di fame e di miseria

Piazza Takhir è riesplosa. Milioni di manifestanti hanno invaso le piazze delle principali città dell’Egitto. Il presidente Morsi è stato destituito, arrestato e sorvegliato negli “uffici” della Guardia repubblicana. Un presidente ad interim Adli Mansuor, ex presidente della Corte costituzionale, ne ha preso il posto, la costituzione sospesa. In progetto c’è...

(4 Luglio 2013)

FD - Partito Comunista Internazionalista (Battaglia Comunista)

Un colpo di stato non è la rivoluzione

Scaduto l’ultimatum i militari egiziani sono passati all’azione con determinazione ed hanno destituito il presidente islamista Morsi; la situazione è nel caos ed in completa evoluzione in modo tale che gli esiti finali ed i tempi di tali esiti non possono essere affatto chiari. Significativo è stato che l’unica reazione nella serata del 3 luglio sia stata quella di...

(4 Luglio 2013)

Rete dei Comunisti

Egitto: si infrange il sogno islamista tra divisioni e incompetenza

Con la vittoria di Morsi, il movimento represso da Mubarak, aveva ottenuto un risultato storico. Ma non è durato molto, appena un anno. Un periodo costellato di errori politici. Il Cairo, 4 luglio 2013, Nena News - Da 80 anni i Fratelli musulmani aspettavano di arrivare al potere. Con la vittoria di Morsi, il movimento semi-clandestino, represso duramente dal regime di Mubarak, ha ottenuto un...

(4 Luglio 2013)

Giuseppe Acconcia - Il Manifesto

EGITTO. SCADUTO ULTIMATUM, TENSIONE ALLE STELLE

SCADUTO ULTIMATUM, TENSIONE ALLE STELLE luglio 3, 2013 - 19:37 “L’era di Mohamed Morsi è chiusa. L’hanno dichiarato in stato d’arresto intimandogli di restare dove si trova, ma hanno scelto di non andare a prenderlo per non agitare ulteriormente i vari fronti. Ora tuttavia bisogna attendersi delle ritorsioni”: fonti contattate al Cairo descrivono così...

(3 Luglio 2013)

Misna

Egitto, fallimenti e liquidatori

Anche analisti non teneri con la Fratellanza egiziana - com’è giusto essere davanti a una dirigenza autoreferenziale, poco flessibile e scarsamente rodata - non possono esimersi dal definire golpe, magari soft ma comunque autoritario quello che si prospetta al Cairo nelle prossime ore. Si dice per evitare il massacro dei due Egitti-contro, più che laico e islamico due pezzi del...

(3 Luglio 2013)

Enrico Campofreda

Egitto
Via Morsi! Via i militari!

dichiarazione del Segretariato della Lit-Quarta Internazionale Milioni scendono in strada in Egitto Le masse popolari egiziane una volta ancora sconvolgono il mondo. La loro valorosa dedizione, la loro tenace persistenza e poderosa energia rivoluzionaria sembrano inesauribili e illuminano il cammino della liberazione sociale delle classi sfruttate di tutti i Paesi. Al compiersi di un anno dall'investitura...

(3 Luglio 2013)

Traduzione dall'originale in spagnolo di Giovanni “Ivan” Alberotanza

EGITTO: I RIBELLI AVANZANO, PROVE DI GUERRA CIVILE

Redazione di Operai Contro, Il presidente egiziano Mohamed Morsi ha chiesto all’esercito di ritirare il suo ultimatum riaffermando la sua “legittimità costituzionale” e rifiutando “ogni tentativo di deviare da essa”. Negli scontri tra ribelli e sostenitori di Morsi i primi 16 morti e 200 feriti Secondo l’agenzia di stampa Dpa che cita fonti delle forze...

(3 Luglio 2013)

www.operaicontro.it

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ...    >>

635061