">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra (da Medio oriente e Asia)

Paese arabo

(282 notizie dal 23 Maggio 2007 al 13 Agosto 2020 - pagina 8 di 15)

Alaa al aswani: siamo davanti alla svolta

Per il famoso scrittore egiziano, autore di romanzi venduti in tutto il mondo, il regime di Mubarak e' vicino al collasso e non potra' fermare la rivolta

Roma, 27 gennaio 2011, Nena News - Alaa Aswani l'altro giorno era con i manifestanti scesi in strada a scandire «Pane e Libertà» e «Via Mubarak». Lo stimato scrittore egiziano nei suoi romanzi, a partire da Palazzo Yacobian, ha raccontato la vita della sua gente, la miseria diffusa e l'opulenza per pochi, i più deboli costretti a subire le angherie di un potere...

(27 Gennaio 2011)

Nena News

Fotostoria: 25 gennaio, “la giornata della collera”

I libanesi sunniti, sostenitori del premier uscente Saad Hariri, sono scesi in piazza contro la nomina a nuovo primo ministro di Najib Miqati, l’uomo d’affari sunnita vicino al movimento sciita Hezbollah. Nena News vi propone alcune immagini di quello che è accaduto ieri a Beirut.

Beirut, 26 gennaio 2010, Nena News - Migliaia di sunniti libanesi sono scesi in strada a Tripoli, Sidone, nello Shuf e a Beirut in quella che è stata chiamata “la giornata della collera”. Protestando contro la nomina ufficiale per formare un nuovo governo, che il presidente libanese Suleiman ha affidato al magnate delle telecomunicazioni, l’uomo d’affari Najib Mikati,...

(26 Gennaio 2011)

Nena News

Libano in fiamme, sostenitori hariri in piazza

"Giornata di collera" proclamata dal partito del premier uscente contro l'esponente sunnita Najib Miqati, vicino a Hezbollah, che dovrebbe ricevere l'incarico di formare il nuovo governo

"Giornata di collera" proclamata dal partito del premier uscente contro l'esponente sunnita Najib Miqati, vicino a Hezbollah, che dovrebbe ricevere l'incarico di formare il nuovo governo Roma, 25 gennaio Nena News (nella foto l'esponente sunnita Najib Miqati) – Alta tensione in Libano. I libanesi sunniti, sostenitori del premier uscente Saad Hariri, appoggiato da Stati Uniti e Arabia saudita,...

(25 Gennaio 2011)

Nena News

Tawakel karman torna libera

L’attivista e giornalista yemenita che ha organizzato e guidato le proteste universitarie di questi giorni nella capitale Sana’a, è uscita ieri dal carcere. Ma promette che "la rivoluzione del gelsomino" continuerà fino a quando il regime non sarà mandato via.

L’attivista e giornalista yemenita che ha organizzato e guidato le proteste universitarie di questi giorni nella capitale Sana’a, è uscita ieri dal carcere. Ma promette che "la rivoluzione del gelsomino" continuerà fino a quando il regime non sarà mandato via. Roma 25 gennaio 2011, Nena News - Le proteste di oltre 5000 manifestanti, per la maggior parte donne, scesi...

(25 Gennaio 2011)

Nena News

Libano: jumblat abbandona il filo-usa hariri e si schiera con la resistenza

Il leader druso e il premier sunnita sono stati alleati contro Siria e Hezbollah. Ora Jumblat denuncia chi vuole fare del Tribunale Speciale uno strumento per attaccare la resistenza libanese e non per trovare gli assassini dell'ex primo ministro Rafiq Hariri

DI MICHELE GIORGIO* Roma, 22 gennaio 2011, Nena News (nella foto dal sito yaliban.com il leader druso Walid Jumblat) - Saad Hariri è solo. Il leader druso Walid Jumblat, che solo un paio di anni fa era un suo strettissimo alleato, ieri lo ha abbandonato e si è schierato «con la Siria e la resistenza», quindi con i combattenti di Hezbollah, nella crisi sul Tribunale speciale...

(22 Gennaio 2011)

Nena News

Pc libanese: pesanti le ingerenze usa nel nostro paese

Un'analisi dei vertici comunisti libanesi sulle cause che hanno portato alla caduta del governo di consenso nazionale guidato da Saad Hariri

Roma, 22 gennaio 2011, Nena News - A causa della palese interferenza negli Stati Uniti, il Libano si trova ad un bivio nei suoi affari interni, in particolare riguardo al “Tribunale Internazionale per il Libano”(TPL) che viene utilizzato come strumento per fomentare la sedizione interna, al fine di liquidare la Resistenza patriottica libanese e lo stesso ruolo politico del Libano. L’obiettivo...

(22 Gennaio 2011)

Nena News

2 miliardi dai regimi arabi per prevenire rivolte

La paura di altre ribellioni, dopo quella tunisina, spinge despoti e dittatori ad aumentare i sussidi pubblici ai milioni di poveri e disoccupati che popolano la regione.

Roma, 21 gennaio 2011, Nena News – La paura di subire la stessa sorte del presidente-tiranno della Tunisia, Ben Ali, costretto a fuggire dal suo paese sull’onda della rivolta popolare, spinge i despoti e dittatori arabi, a cominciare da quelli che partecipano fedelmente i disegni statunitensi nella regione, ad aumentare il sostegno ai più poveri e ai disoccupati. Al termine del...

(22 Gennaio 2011)

Nena News

Libano: usa pronti ad agire contro hezbollah?

Lo lascia capire Barack Obama a sostegno della decisione del premier Hariri di respingere, su pressione di Washignton, l’intesa elaborata da Siria e Arabia saudita sul Tribunale internazionale che indaga sull’attentato al padre

DI MARIO CORRENTI Roma, 18 gennaio 2011, Nena News (nella foto dal sito csmonitor.com, il premier libanese Saad Hariri con il presidente Usa Obama) – L’Amministrazione americana canta vittoria dopo la consegna fatta ieri dal procuratore internazionale Daniel Bellemare al Tribunale speciale per il Libano (Tsl) dell’atto di accusa contro i presunti responsabili dell’attentato...

(18 Gennaio 2011)

Nena News

Attentato hariri, a breve le incriminazioni

Il Tribunale speciale per il Libano formalizzerà le accuse contro membri di Hezbollah per l’attentato di 6 anni fa all’ex premier. La tensione è altissima, Nasrallah ha avvertito che il movimento sciita si difenderà da un procedimento che considera un «progetto israelo-americano».

Roma, 17 gennaio, Nena News (nella foto il leader di Hezbollah, Hassan Nasrallah) – Sono ore di forte tensione in Libano. A breve il procuratore internazionale Daniel Bellemare dovrebbe consegnare al Tribunale speciale per il Libano (Tsl, presieduto dal giudice italiano Antonio Cassese) la richiesta di incriminazione per un numero non precisato di persone apparentemente coinvolte nell’assassinio...

(17 Gennaio 2011)

Nena News

Libano: lo spettro della guerra civile

E' cominciata una grave crisi politica dopo il fallimento, provocato anche da Usa e Francia, dell’iniziativa siro-saudita per un compromesso sulle incriminazioni del Tsl per l’attentato a Rafiq Hariri che chiamano in causa membri di Hezbollah.

DI MARIO CORRENTI Roma, 13 gennaio 2011, Nena News - Il capo di stato libanese Michel Suleiman avrà colloqui oggi con lo speaker del Parlamento Nabih Berri all'indomani della caduta del governo guidato dal leader sunnita Saad Hariri (sostenuto dagli Usa), causata dalle dimissioni di dieci ministri dell'opposizione, guidata da Hezbollah, e di un ministro di quelli scelti dal presidente. Tuttavia...

(13 Gennaio 2011)

Nena News

Egitto: il regime non combatte il settarismo

Il deterioramento delle relazioni tra cristiani e musulmani è parte di un problema più grande. Mubarak sembra non sapere, o forse non volere, trovare soluzioni alle questioni più critiche che attanagliano il paese.

DI AZZURRA MERINGOLO Il Cairo, 13 gennaio 2011, Nena News - Blindate dalle forze di polizia le celebrazioni del Natale copto si erano svolte tranquillamente. Il rischio di nuovi attentati sembrava scampato e la tensione nelle strade del Cairo stava diminuendo ogni giorno di più. Passata la data critica, molti pensavano che per un po’ di tempo i cristiani sarebbero stati al sicuro, ma...

(13 Gennaio 2011)

Nena News

Egitto: cristiani e musulmani a ritmo solidale

Al concerto contro la strage di Capodanno anche un messaggio di Mohammed el Baradei critico del governo che non vuole affrontare in modo deciso la questione del settarismo.

DI AZZURRA MERINGOLO Il Cairo, 11 gennaio 2011, Nena News - Ragazzi giovani al fianco di professionisti in giacca e cravatta. Cristiani che tengono in mano un piccolo rosario al fianco di ragazze velate. Un pubblico contenuto, ma enormemente variegato quello che ha assistito ieri sera a Microphone for Alexandria il concerto organizzato per mostrare solidarietà non solo alle vittime dell’attacco...

(12 Gennaio 2011)

Nena News

Egitto: natale copto blindato

Misure di sicurezza straordinarie in vari paesi in occasione del Natale ortodosso che per le chiese orientali viene celebrato oggi. In Egitto sorveglianza speciale della polizia in tutti i luoghi di culto cristiani, dopo l’attacco di capodanno ad Alessandria che ha fatto 23 vittime.

Il Cairo, 07 gennaio 2011 (foto Al Jazeera) Nena News - Saranno molti i copti a celebrare oggi il Natale vestiti a lutto, mentre oltre settantamila poliziotti e ufficiali sono stati schierati in tutto l’Egitto, soprattutto dopo le nuove minacce rivolte ieri alla comunità copta, apparse su alcuni siti internet di gruppi islamici integralisti che hanno chiesto più attacchi, pubblicando...

(7 Gennaio 2011)

Nena News

Egitto: capodanno, il fallimento di mubarak

Attentato contro i copti: il regime usa il pugno di ferro contro gli oppositori politici, laici e islamici, ma si dimostra incapace di assicurare la sicurezza dei cittadini.

DI AZZURRA MERINGOLO * Roma, 04 gennaio 2011, Nena News - Dopo la strage, la morte e il sangue delle vittime sulla facciata della chiesa, cordoni della polizia, a volte in doppia fila, avvolgono le chiese del Cairo e di Alessandria d’Egitto. Volanti con la sirena pattugliano le vicinanze dei luoghi di culto per impedire l’ingresso a chiunque non voglia prendere la comunione o partecipare...

(5 Gennaio 2011)

Nena News

Egitto, attentato fa strage di cristiani

Una potente esplosione avvenuta davanti alla chiesa copta dei Santi di Alessandria ha ucciso almeno 21 persone. Dietro l’attacco forse la mano dei qaedisti. Si rialza la tensione tra cristiani e musulmani nel paese.

Roma, 01 gennaio 2011, Nena News - Sono almeno 21 gli egiziani, con ogni probabilità tutti cristiani copti, rimasti uccisi nell'attentato contro la Chiesa dei Santi di Alessandria avvenuto nel corso della notte. I feriti sono almeno 40, diversi dei quali in gravi condizioni. L’esplosione è stata causata da un centinaio di chili di tritolo posti su un'auto parcheggiata davanti alla...

(1 Gennaio 2011)

Nena News

Libano: compromesso vicino sul tribunale speciale

Il premier Hariri è andato ieri in Arabia saudita per, si dice, discutere della soluzione politica volta a salvare il suo paese dalla guerra civile

Roma, 30 dicembre 2010, Nena News - Il nuovo viaggio, ieri, in Arabia Saudita del premier libanese (sunnita) Saad Hariri conferma indirettamente le indiscrezioni che circolano da settimane su un possibile accordo tra maggioranza e opposizione per porre fine alla grave crisi politica interna sorta intorno alla legittimità del Tribunale speciale per il Libano (Tsl). La corte internazionale (presieduta...

(30 Dicembre 2010)

Nena News

Tunisia: non si placa la collera di sidi bou zid

Nella regione i manifestanti, in gran parte giovani, chiedono lavoro. Scontri nelle strade. Un morto e diversi feriti. Dopo diversi suicidi di laureati disoccupati e' esplosa la collera popolare.

di Geraldina Colotti * Un morto e diversi feriti, nel corso di una manifestazione di disoccupati che si è svolta nella regione di Sidi Bou Zid, nella Tunisia centro-occidentale. Secondo una nota del ministero degli Interni, gli agenti della Guardia nazionale hanno sparato per «legittima difesa», in seguito all'attacco di alcuni «gruppi di individui che hanno incendiato la...

(29 Dicembre 2010)

Nena News

Sinistra araba rientra in campo in medio oriente

Bilancio dell'assemblea tenuta a Beirut. Presenti diversi partiti comunisti della regione ma anche organizzazioni della sinistra araba e palestinese. Lo slogan: Unire la sinistra araba, rafforzare la resistenza contro i piani imperialisti .

Roma, 21 dicembre 2010, Nena News - I due giorni di lavoro del forum si sono conclusi con un documento che la coordinatrice dell'Assemblea della sinistra araba, Marie Nassif-Debs (vice segretario e responsabile esteri del PCL) ha letto nella conferenza stampa che si è tenuta giovedì 4 novembre 2010. L’assemblea rappresenta un passaggio importante perché dopo avere tracciato...

(21 Dicembre 2010)

Contropiano Internazionale

Libano . Scoperti sistemi di spionaggio israeliani dentro rocce finte

Dovevano confondersi fra le rocce i dispositivi di sorveglianza installati dalle spie israeliane sulle montagne di Beirut. Ma il mimetismo, più degno di Wilie Coyote che del Mossad, è stato scoperto dal movimento islamista sciita, Herzobollah. L'esercito di Beirut, allertato dai miliziani, ha immediatamente smantellato i dispositivi, che erano nascosti all'interno di grandi rocce finte...

(18 Dicembre 2010)

Peacereporter

Ue all'egitto: liberare ostaggi eritrei

Ma il Cairo continua a negare il sequestro nel Sinai di 250 migranti da parte di un gruppo criminale e parla di «regie occulte».

Roma, 17 dicembre 2010, Nena News – Scende in campo, con colpevole ritardo, anche la Commissione europea nell’esercitare pressioni affinchè le autorità egiziane facciano il tutto il possibile per liberare i 250 migranti eritrei sequestrati nel Sinai da un gruppo criminale. «Stiamo seguendo la situazione da vicino e siamo in contatto constante con altre organizzazioni»...

(17 Dicembre 2010)

Nena News

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

636313