">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il dilemma dei generali

Il dilemma dei generali

(23 Giugno 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Capitale e lavoro (dall'Africa)

Il Mondo Arabo in fiamme

(390 notizie dal 7 Gennaio 2011 al 12 Marzo 2019 - pagina 11 di 20)

Egitto: l'ombra saudita dietro i salafiti

Aumenta l’aggressività di questa corrente islamica che gode di non pochi appoggi nella Riyadh wahabita. Sarebbe manovrata anche da uomini dei servizi un tempo agli ordini di Mubarak. Dopo gli ultimi scontri con morti e feriti, non pochi cristiani rimpiangono il raìs.

DI AZZURRA MERINGOLO Roma, 09 maggio 2011, Nena News (nella foto uno dei leader dei salafiti egiziani, Aboud Zomor) - Dodici morti, duecento i feriti: questo il bilancio degli ultimi scontri che hanno visto coinvolti musulmani e cristiani nella capitale egiziana del Cairo a seguito di un tentativo da parte di un gruppo di musulmani estremisti di dare fuoco a due chiese. La violenza esplosa arriva...

(10 Maggio 2011)

Nena News

Egitto: fratelli musulmani ora protagonisti ufficiali

Gli islamisti dopo decenni trascorsi in semiclandestinita' hanno annunciato nei giorni scorsi la nascita del loro partito che prendera' parte alle elezioni legislative di settembre. I sondaggi li danno in forte crescita.

ANALISI DI AZZURRA MERINGOLO Roma, 2 maggio 2011, Nena News (nella foto il leader del partito dei Fratelli Musulmani, Mohammed Mursi) - Anche l’ultimo sforzo sembra ormai essere stato compiuto e il movimento islamista della Fratellanza Musulmana è giunta a pochi centimetri dall’ingresso ufficiale nell’arena politica egiziana dell’era post-Mubarak. Compiendo un passo...

(2 Maggio 2011)

Nena News

1 maggio; egitto; lavoratori in piazza tahrir con sindacati veri

Per la prima volta nella sua storia repubblicana, l’Egitto e la sua classe lavoratrice festeggiano il 1 Maggio con i nuovi sindacati indipendenti e liberi. Una novità figlia della «rivoluzione del 25 gennaio» che ha cacciato via Mubarak e abbattuto il suo partito, Pnd.

Cairo, 1 maggio 2011, Nena News – Ad organizzare quest’anno le celebrazioni del 1 Maggio in Egitto è stata la neonata Federazione Egiziana dei Sindacati Indipendenti (Fesi), che riunisce 12 sindacati di categoria sorti dopo la caduta dell’ex raìs Hosni Mubarak sull’onda della «rivoluzione del 25 gennaio» e delle manifestazioni oceaniche in Piazza Tahrir....

(1 Maggio 2011)

Nena News

La crisi in Burkina Faso : BLAISE DEGAGE !

Cronaca degli avvenimenti giorno per giorno dal 18 al 29 aprile 2011

Domani Sabato 30 Aprile 2011 a Ouagadougou tutti in Piazza della Nazione alle 8,00 18 aprile mentre a Po si segnalano negoziati tra i militari e le autorità, notizie di ammutinamenti esplosi a Tenkodogo e a Kaya, dove nella notte dal 17 al 18 era coinvolta anche la gendarmeria. Le minacce delle autorità secondo cui gli spari sarebbero sanzionati non sembrano frenare i militari. Secondo...

(29 Aprile 2011)

Basi della rivolta in EGITTO

La storia insegna che le sommosse e le rivoluzioni sempre si fanno non per qualche cosa ma contro qualcuno, che opprime ed affama le classi più povere e sfruttate. Così è stato in Egitto, anche se si cerca di far passare la richiesta delle folle a Il Cairo e altrove per una svolta verso un sistema realmente democratico borghese, oscurando dietro una fumosa cortina ideologica la...

(23 Aprile 2011)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Egitto, l'ora della giustizia sociale

Adala Igtimaiyyah (giustizia sociale) è tra le richieste della rivolta egiziana. Durante il regime di Mubarak palazzinari e investitori hanno molitiplicato i loro profitti e fatto affari con una classe politica corrotta, a danno della maggioranza della popolazione.

DI SILVIA MOLLICHI Il Cairo, 19 aprile 2011, Nena News (foto di Houssam Hamalawi) - ‘Adala Igtima’iyyah (giustizia sociale) è tra le principali richieste della protesta egiziana iniziata il 25 gennaio. In un paese dalle fortissime sperequazioni sociali, la classe di businessmen legata ai Mubarak, gli uomini di governo del Partito Nazional Democratico (PND) e la stessa famiglia...

(19 Aprile 2011)

Nena News

Il PFLP Condanna i massacri del regime di Gheddafi contro il popolo Libico

Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina ha chiesto l'immediata fine dei bombardamenti e dei massacri contro l'eroico popolo libico, condannando l'uccisione di dimostranti commessa dal regime di Gheddafi. Il Fonte Popolare per la Liberazione della Palestina ha chiesto l'immediata fine dei bombardamenti e dei massacri contro l'eroico popolo libico, condannando l'uccisione di dimostranti...

(18 Aprile 2011)

Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina

I lavoratori egiziani, la rivoluzione e l’esercito

In Egitto, centinaia di agenti della polizia militare hanno sgombrato con la violenza piazza Tahrir al Cairo, ucciso due dimostranti e ferito un numero imprecisato di persone. Quando cade un regime, c’è un breve periodo di gioia e di festeggiamenti. Tutte le responsabilità e le colpe vengono addossate al dittatore, al tiranno. Strati della borghesia, fino ad allora esclusi dal...

(13 Aprile 2011)

Michele Basso

Egitto: Mubarak torna a parlare

L’ex raìs cacciato dalla «rivoluzione del 25 gennaio», davanti alle telecamere di al Arabiya, si difende dall’accusa di aver accumulato immense ricchezze nei suoi trent’anni al potere. Rabbia e sdegno tra i protagonisti della rivolta.

Roma, 11 aprile 2011, Nena News – Dato in fin di vita, sul punto di esalare l’ultimo respiro nel suo esilio a Sharm el Sheikh, l’ex raìs egiziano Hosni Mubarak ieri all’improvviso ha rotto il silenzio che durava da due mesi e, approfittando della compiacenza della tv satellitare saudita al Arabiya, è sceso in campo per negare l’accusa di aver accumulato...

(11 Aprile 2011)

Nena News

Egitto: esercito spara in piazza tahrir, 2 morti

Centinaia di uomini della polizia militare la scorsa notte hanno sgomberato sparando i manifestanti riuniti in piazza Tahrir. I morti sono stati almeno 2, i feriti decine. Rabbia e sconcerto tra i protagonisti della rivoluzione del 25 gennaio

Roma, 09 aprile 2011, Nena News – Armati di bastoni, taser, candelotti lacrimogeni, centinaia di agenti della polizia militare, giunti con i blindati la scorsa notte in piazza Tahrir al Cairo, hanno sgomberato con la forza i manifestanti che avevano stabilito un presidio permanente nel luogo simbolo della «Rivoluzione del 25 gennaio» per chiedere che venga processato l’ex presidente...

(10 Aprile 2011)

Nena News

Il vento del Nordafrica e i sospiri dell’Italia

Brevi note sull’ambiente rivoluzionario italiano

Le insorgenze del Nordafrica, oltre a sconvolgere decennali equilibri geo-politici, hanno turbato il tranquillo tran tran dei sinistri italiani, il cui orizzonte, malgrado le sferzate della crisi, difficilmente si spinge oltre alle beghe con Berlusconi e con Marchionne, a parte qualche sporadico colpo di testa. Ma non tutto il male viene per nuocere. Il vento del Nordafrica ha fatto un po’...

(9 Aprile 2011)

Dino Erba

Egitto, le speranze tradite di piazza tahrir

La rivolta contro Mubarak aspetta ancora la sospensione dello stato di emergenza, il processo ai membri del regime, la restituzione del danaro pubblico rubato durante questi decenni, una nuova costituzione, la liberazione di tutti i prigionieri politici.

DI SILVIA MOLLICHI Il Cairo, 07 aprile 2011, Nena News - Osama, designer cairota, circa due mesi fa ha creato delle etichette per promuovere le richieste della rivolta egiziana. Ha listato dieci domande e ha apposto accanto ad ognuna un cerchio vuoto da segnare a penna. Una x per ogni richiesta soddisfatta. Le etichette sono andate a ruba. Quello che Osama non si aspettava è che, a distanza...

(7 Aprile 2011)

Nena News

Riflessioni sulla Libia e sulla rivoluzione araba

Per formulare giudizi sicuri sulle gigantesche lotte che si svolgono nel Nord Africa e nel Medio Oriente sarebbe necessaria una conoscenza approfondita delle condizioni sociali, delle strutture politiche dei principali stati, della lingua araba e della storia dell’intera regione. Conoscenze non molto diffuse in Italia. Non bisogna mai dimenticare che il marxismo – diceva Engels - è...

(6 Aprile 2011)

Michele Basso

La Libia non è l'Egitto e non tutte le ribellioni sono rivoluzioni!

Giù le mani dalla Libia, Giù le mani dall’Africa! Un documento di una organizzazione progressista africana, offre un punto di vista radicalmente diverso sugli avvenimenti in Libia. . I rivoluzionari devono essere consci e attenti nel distinguere le diverse componenti di una rivoluzione rispetto a quelle delle rivolte. Non dobbiamo mai essere troppo rapidi a schierarsi o dimenticare...

(2 Aprile 2011)

All African People's Revolutionary Party (Partito Rivoluzionario di tutti i Popoli d’Africa)

Marzo 2011.... In Burkina Faso è il caos.

Blaise Compaoré degage

"I gravi avvenimenti degli ultimi giorni dimostrano che il capo si stato M. Compaoré è definitivamente e assolutamente incapace di assolvere alle sue funzioni". Il capo fila dell'opposizione chiede sia immediatamente "dimesso". Da alcune settimane il Burkina Faso è in piena ebollizione. Dopo le settimane di rivolta dei giovani che hanno saccheggiato e bruciato in particolar modo...

(31 Marzo 2011)

Comitato SankaraXX

Libia, rivoluzione telecomandata

Se non fosse per l'aspro scontro diplomatico in atto tra Italia e Francia sulla Libia, difficilmente saremmo venuti a conoscenza degli imbarazzanti retroscena della 'rivoluzione libica' pubblicati ieri dalla stampa berlusconiana, che dimostrano come la rivolta popolare contro Gheddafi sia sta orchestrata da Parigi fin dallo scorso ottobre. Il quotidiano Libero, citando documenti riservati dell'intelligence...

(26 Marzo 2011)

Enrico Piovesana - Peacereporter

Egitto: in difesa del diritto di sciopero

Un decreto del governo Sharaf se ratificato dal Consiglio Supremo delle Forze Armate, renderà illegali le manifestazioni per la democrazia e gli scioperi dei lavoratori. Sullo sfondo la voglia di «normalizzazione» dei poteri economici più forti

DI SILVIA MOLLICHI Il Cairo, 26 marzo 2011, Nena News - Come nelle passate settimane, anche ieri, venerdì, migliaia di egiziani sono scesi in strada, a Tahrir e di fronte al palazzo della televisione e della radio pubblica. Le ragioni della protesta questa volta erano molteplici: supporto ai lavoratori della televisione egiziana, in sciopero da giorni per chiedere la sostituzione dei vertici...

(26 Marzo 2011)

Nena News

Che cosa succede in Libia

I RIBELLI LIBICI E I PONZATORI ITALICI, CHE GUARDANO L’ALBERO, E NON VEDONO LA FORESTA Nel 1917, il governo tedesco fornì a Lenin e ai bolscevichi un treno per recarsi in Russia. Gli imperialisti tedeschi pensavano che i bolscevichi avrebbero fomentato rivolte, facendo così uscire l’impero zarista dalla guerra. La Russia, dalla guerra uscì, ma prima, i bolscevichi...

(25 Marzo 2011)

Dino Erba

Egitto:costrette al test di verginita'

La denuncia di Amnesty International contro i militari egiziani: 18 donne arrestate in Piazza Tahrir lo scorso 9 marzo sono state picchiate, umiliate, sottoposte a scariche elettriche e costrette a subire un "test di verginità".

La denuncia di Amnesty International contro i militari egiziani: 18 donne arrestate in Piazza Tahrir lo scorso 9 marzo sono state picchiate, umiliate, sottoposte a scariche elettriche e costrette a subire un "test di verginità". Cairo, 24 Marzo 2011, Nena News (foto CSMonitor) - Non erano bastate le aggressioni subite in Piazza Tahrir, la piazza egiziana simbolo della rivoluzione del 25 gennaio;...

(24 Marzo 2011)

Nena News

Egitto: vince il si

Una vittoria netta: al referendum sugli emendamenti costituzionali, il 77% degli egiziani ha detto si, contro il 23% dei no.

DI SILVIA MOLLICHI Cairo 21 Marzo 2011, Nena News (foto Al Jazeera) - Fin dalla tarda mattinata di ieri, la maggioranza dei governatorati fuori la capitale davano il “si” in vantaggio. La circoscrizione di Alessandria è rimasta indecisa fino alla serata di ieri. Alle sette del pomeriggio, solo un terzo dei voti della città costiera era stato contato e il “no”...

(22 Marzo 2011)

Nena News

<<    | ... | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |    >>

465660