il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Egitto. Per quanto ancora?

Egitto. Per quanto ancora?

(29 Luglio 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il Mondo Arabo in fiamme

(671 notizie dal 7 Gennaio 2011 al 9 Febbraio 2019 - pagina 5 di 34)

Egitto: riflessioni sulle presidenziali

Shafiq rappresenta quelli che la rivoluzione non l'hanno mai digerita, e anche molti che dopo un anno e mezzo di "strategia della tensione" all'egiziana, ora desiderano un uomo forte

PAOLO GONZAGA Roma, 01 giugno 2012, Nena News - I risultati del primo turno delle presidenziali egiziane che terminano con il ballottaggio tra il candidato dei Fratelli Musulmani , Mohammed Mursy, e quello dell'Esercito e del vecchio regime Ahmed Shafiq, hanno stupito molti, anche se in realtà c'è poco da meravigliarsi: hanno vinto gli unici due candidati che avevano alle loro spalle...

(1 Giugno 2012)

Nena News

Sabato sentenza, mubarak rischia condanna a morte

Nel giorno dell’annuncio della revoca dopo trent’anni delle leggi d’emergenza, si è appreso che sabato verrà pronunciata la sentenza contro l’ex presidente per il quale l'accusa ha chiesto la pena capitale

Roma, 31 maggio 2012, Nena News - Verrà pronunciato sabato il verdetto contro l'ex rais egiziano Hosni Mubarak che per trent’anni ha dominato il paese grazie anche alle leggi d’emergenza revocate oggi dalla giunta militare al potere. Mubarak è accusato di avere dato il via libera alle uccisioni di oltre 850 manifestanti nei giorni della rivoluzione del 25 gennaio. La sentenza...

(1 Giugno 2012)

Nena News

Bahrain: liberare prigionieri politici, amnesty

Abdelhadi Al-Khawaja ha sospeso lo sciopero della fame e alcuni prigionieri di coscienza sono stati rilasciati su cauzione. Ma tutti i detenuti politici devono tornare subito liberi, dice l’organizzazione internazionale per i diritti umani

Roma, 30 maggio 2012, Nena News (nella foto l'attivista dei diritti umani Abdelhadi al Khawaja in carcere da oltre un anno) - Il 28 maggio Nabeel Rajab, presidente del Centro per i diritti umani del Bahrein, è stato rilasciato dietro pagamento di una cauzione equivalente a circa 800 dollari. Dovrà comparire in tribunale il 17 giugno per rispondere delle imputazioni di aver incitato persone...

(30 Maggio 2012)

Nena News

Il voto della paura sul domani egiziano

Mentre Sabbahi, terzo con 4.820.000 preferenze e fuori dal ballottaggio, grida all’imbroglio accusando il Ministero dell’Interno di aver “orientato” 900.000 preferenze su Shafiq e minaccia un ricorso alla Commissione Elettorale Suprema, l’apparato politico della Fratellanza Musulmana ha lanciato un appello ai candidati esclusi “L’Egitto e la rivoluzione sono...

(29 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

Egitto, presidenziali: chi e' il candidato del lavoro?

Tra polemiche e tensioni ci si prepara per il ballottaggio di metà giugno, HOUSSAM HAMALAWI, si domanda se tra i candidati c’è un vero sostenitore dei diritti della classe lavoratrice egiziana

Il Cairo, 28 maggio 2012, Nena News - Chi è il candidato del lavoro in queste elezioni presidenziali? E’ una domanda che mi è stata posta spesso nei giorni scorsi. La mia risposta è "Nessuno". Nonostante la presenza di candidati di sinistra in gara (al primo turno), tra cui l’avvocato del lavoro Khaled Ali, che a detta di tutti è il più esperto in organizzazione...

(28 Maggio 2012)

Nena News

Egitto: ha vinto la democrazia non la rivoluzione

Mohammed Morsi dei Fratelli musulmani e Ahmed Shafiq, espressione dell’ancien regime, vanno al ballottaggio di metà giugno, che potrebbe essere a tre con il nasserista Hamdeen Sabahi. Deciderà la Commissione elettorale. Rabbia e delusione tra i giovani rivoluzionari.

Il Cairo, 26 maggio 2012, Nena News – Il candidato dei Fratelli musulmani Mohamed Morsi con il 25,3 per cento dei voti e il controverso esponente laico Ahmed Shafiq (l’ultimo premier dell’ex raìs-faraone Hosni Mubarak) con il 24 per cento, hanno vinto il primo turno delle elezioni presidenziali del 23 e 24 maggio. Si sfideranno in un faccia e faccia, senza precedenti nella...

(26 Maggio 2012)

Nena News

Militari contro Fratelli nell’Egitto post Mubarak

L’urna dice: militari contro fratelli e l’Egitto della conservazione (islamica e laica) prevale su quello del rinnovamento. Così a giocarsi lo scranno presidenziale il 16 e 17 giugno saranno l’uomo del Partito della Libertà e Giustizia, Mursi, che raccoglie 5,5 milioni di voti (il suo gruppo sostiene di più) e l’ex generale dell’aeronautica Shafiq...

(26 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

Egitto: attesa per risultati presidenziali

Si conoscera' solo tra domenica e martedi' il risultato delle votazioni del 23 e 24 maggio. Quasi certo il ballottaggio a meta' giugno. Intanto mentre i candidati laici Amr Musa e Ahmed Shafik litigano, quello dei Fratelli musulmani Mohamed Morsi sembra raccoglie consensi superiori alle previsioni

PAOLO GERBAUDO* Il Cairo, 25 maggio 2012, Nena News - In un salone della Chiesa copta di Santa Maria e San Michele, nel quartiere popolare di Imbaba nel nord del Cairo, attorno a un tavolo una decine di fedeli discute dei lavori di restaurazione della sede di culto. Presto la conversazione vira sulle elezioni presidenziali che ieri hanno visto il secondo giorno di votazioni. Tutti, nessuno escluso,...

(25 Maggio 2012)

Nena News

Egitto: l’economia secondo i candidati presidenti

Nel secondo giorno di elezioni presidenziali in Egitto, Nena News vi propone i programmi economici dei cinque candidati allo scranno presidenziale. Programmi che guardano tutti a riforme liberiste, lontane dalle richieste di maggiore giustizia sociale della rivoluzione egiziana.

DALLA REDAZIONE Roma, 24 maggio 2012, Nena News – Secondo giorno di urne aperte in Egitto per le elezioni presidenziali dopo la caduta del decennale regime di Hosni Mubarak. Un voto che giunge dopo un anno di governo militare, da molti ritenuto colpevole di aver soffocato le spinte democratiche e le richieste per cui il popolo egiziano è sceso in piazza nel 2011, sacrificando il proprio...

(24 Maggio 2012)

Nena News

Egitto, presidenziali: bye bye first lady

Tutti i 13 candidati in lizza per le presidenziali egiziane hanno affermato nero su bianco di volere che le loro compagne stiano distanti dagli affari di stato del paese.

ELEONORA VIO Roma, 23 maggio 2012, Nena News (le ultime first lady dell'Egitto, da sinistra Suzanne Mubarak e Jihan Sadat) - Il popolo egiziano è chiamato a votare liberamente il suo nuovo presidente dopo quindici mesi dal rovesciamento di Hosni Mubarak. Che si tratti di un rappresentante dell’elitaria cerchia orbitante attorno all’ex presidente Hosni Mubarak, o che il popolo...

(23 Maggio 2012)

Nena News

Egitto, presidenziali: la battaglia dei muri e i conflitti di classe

La campagna elettorale riflette le spaccature e i conflitti di classe che attraversano la società. Lo scontro tra i vari candidati non è combattuto solo sui canali satellitari e in Facebook ma pure sui muri nelle strade della capitale egiziana

PAOLO GERBAUDO* Roma, 23 maggio 2012, Nena News - Una «battaglia dei muri» condotta strada per strada, tra attacchinaggi e «strappinaggi», volantinaggi e contro-volantinaggi. La campagna per le elezioni presidenziali al Cairo è lo specchio delle linee di spaccatura della società egiziana, e dei complessi conflitti di classe che la attraversano. Uno scontro combattuto...

(23 Maggio 2012)

Nena News

Egitto sceglie nuovo presidente,incognita militari

Per la prima volta negli ultimi decenni, gli egiziani vanno oggi e domani alle urne per eleggere il capo dello stato. Quasi certamente si andra' al ballottaggio di giugno. Dopo i generali al potere si faranno da parte come hanno promesso?

MICHELE GIORGIO Roma, 23 maggio 2012, Nena News - Il dopo Hosni Mubarak è stato duro, segnato da momenti esaltanti ma anche da violenze e repressione (da parte di militari e polizia). Quello davanti ai nostri occhi non è l'Egitto che sognavano i milioni di «rivoluzionari» che un anno e mezzo fa, urlando « Erhal» (vattene) in Piazza Tahrir costrinsero il rais-faraone...

(23 Maggio 2012)

Nena News

Egitto, silenzio si vota

Se chiedi al fruttivendolo, fiorista, lavamacchine o al più socialmente piazzato egiziano d’Italia che magari fa il ricercatore universitario cosa si decide nell’urna delle presidenziali di mercoledì e giovedì prossimi la risposta è unanime: l’Egitto sceglie fra passato e futuro. Sembra un’ovvietà anche impulsiva e semplicistica, ma porta...

(22 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

Presidenziali egiziane: tutto il vecchio vestito di nuovo

Nelle presidenziali egiziane c’è un pezzo di propaganda che ha contorni occidentali, potremmo dire italiani. Se la vigilia del voto accomuna le promesse populiste di ogni latitudine il refrain ossessivamente ripetuto da Ahmed Shafiq, il candidato graziato dalla severissima (per altri) Suprema Commissione Elettorale, “l’Egitto per ognuno” riecheggia un po’ “l’Italia...

(17 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

Bagarre alle presidenziali egiziane fra accuse di corruzione e spionaggio

A una settimana dall’attesissima scadenza delle presidenziali d’Egitto alcuni candidati fanno volare gli stracci. Se ancora non si placano le conseguenze della tenzone programmatica fra Amr Moussa e Abul Fotouh, soprattutto attorno all’eventuale rimessa in discussione degli accordi con Israele del 1979 lanciata da quest’ultimo, attorno ad Ahmed Shafiq si scatena uno scontro...

(15 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

Elezioni algeria, lo spettro dei brogli

Il regime resta al suo posto e guadagna quasi metà del Parlamento. Sconfitti gli islamisti, che negli ultimi vent'anni di storia algerina sono stati i prescelti dalla popolazione. Le opposizioni denunciano brogli, confermati dagli osservatori locali.

GIORGIA GRIFONI Roma, 12 maggio 2012, Nena News - Alle elezioni algerine ha trionfato le pouvoir, come i cittadini qui designano il regime. “Impossibile – ribatte l’analista politico Lahouari Addi de l’Institut d’Etudes Politiques de Lyon, riportato dal New York Times –perché il Fln è rifiutato dalla popolazione. In elezioni oneste, la gente avrebbe...

(12 Maggio 2012)

Nena News

Bahrain: usa riforniscono di armi re al khalifa

L’annuncio durante la visita a Washington del principe ereditario Salman al Khalifa.Nell’ultimo anno Obama aveva limitato i rifornimenti all’alleata monarchia del Golfo impegnata a reprimere la rivolta popolare

Roma, 12 maggio 2012, Nena News – «Non daremo strumenti antisommossa, come i gas lacromogeni e le granate assordanti». Così la portavoce del Dipartimento di stato Usa, Victoria Nuland, ha provato a giustificare il passo fatto dall’Amministrazione Obama di riprendere «in parte» le forniture di armi all’alleata monarchia (assoluta) al Khalifa del Bahrain,...

(12 Maggio 2012)

Nena News

Militari e islamisti, i due timori dell’Egitto

Ancora le mani del Consiglio Supremo delle Forze Armate sul passo dopo passo della politica egiziana. Nei giorni della ripresa di una “normalità vigilata”, dopo lo scorrazzare degli assassini prezzolati e degli autoblindo repressivi, gli uomini di Tantawi si ergono a difensori delle elezioni presidenziali. La vulgata diffusa da diversi media sostiene che il CSFA sarebbe intervenuto...

(12 Maggio 2012)

Enrico Campofreda

La crescita del qaedismo in siria

I militanti sunniti non appaiono in grado di sconfiggere le forze armate siriane campo aperto, stanno percio' sviluppando una strategia, dove bombe e altri attacchi asimmetrici verso obiettivi civili e governativi diverranno probabilmente la norma nell’imminente futuro.

DANIEL BRODE (questo servizio e' stato pubblicato in origine da ekurd.net) Roma, 11 maggio 2012, Nena News - La recente ondata di attentati suicidi, e la confisca libanese di un carico zeppo di armi destinato ai ribelli siriani, mette in secondo piano l’infiltrazione non solo dell’ideologia sunnita-jihadista in Siria, ma anche di armi, tattiche, e combattenti provenienti da tutto il...

(11 Maggio 2012)

Nena News

Egitto, presidenziali: sinistra nell'angolo

Le presidenziali sono una nuova dimostrazione della paralisi che blocca i progressisti egiziani che pure sono stati i principali protagonisti della rivolta contro Mubarak nel 2011

GENNARO GERVASIO* Il Cairo, 10 maggio 2012, Nena News - La manifestazione del Primo maggio di quest'anno al Cairo può essere presa a simbolo dello stato della sinistra in Egitto a oltre un anno dalla Rivoluzione che ha eliminato Mubarak e a pochi giorni dal primo turno delle attesissime elezioni presidenziali. I militanti della variegata e spesso rissosa sinistra egiziana si sono ritrovati...

(10 Maggio 2012)

Nena News

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

385751