il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Cardio Palma

Cardio Palm

(25 Febbraio 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra (dall'Africa)

La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze

(135 notizie dal 7 Marzo 2011 al 21 Maggio 2014 - pagina 6 di 7)

Oltre la nato, gheddafi deve temere le finte mediazioni di cina e russia

Con uno di quei sovvertimenti morali tipici del mobbing, il fallimento dei tentativi della NATO di assassinare Gheddafi è diventato per la propaganda ufficiale un'ulteriore prova della malvagità del dittatore, che infatti cerca di sfuggire alle bombe invece di lasciarsi ammazzare docilmente. Questa delegittimazione totale dell'aggredito, comporta la infantilizzazione/ridicolizzazione...

(19 Maggio 2011)

Comidad

Arriva in Libia una delegazione internazionale di attivisti per la pace. Il vescovo Martinelli: la Nato bombarda i civili

15-05-2011/11:25 --- Mentre a Roma si sta svolgendo la seconda assemblea nazionale contro la guerra in Libia con delegazioni provenienti da tutto il paese, una delegazione di “Global Civilians for Peace in Libya”, un gruppo di attivisti indipendenti europei (fra cui due italiani), nordamericani, africani e mediorientali è arrivata a Tripoli nelle scorse ore. Due gli obiettivi della...

(15 Maggio 2011)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Mani sporche sulla guerra in Libia

Nella guerra di Libia, stanno emergendo una dietro l'altra tutte le assai poco nobili motivazioni che hanno portato le maggiori potenze europee della Nato a scatenare una operazione militare vera e propria contro quello che fino a tre mesi era ritenuto “un membro decisivo del partenariato euro-mediterraneo”. Ormai sono sempre meno coloro disposti ad accettare la motivazione ufficiale che...

(12 Maggio 2011)

Sergio Cararo

Il nuovo "ordine" mondiale

Gheddafi … stavolta tocca a te!

Cominciamo con l’invocazione di un’icona della cultura occidentale, Dante: “lasciate ogni speranza, o voi che entrate”, perché il diritto internazionale come lo conosciamo ha appena ricevuto una stoccata al cuore. Il “nuovo” darwinismo sociopolitico implica neocolonialismo umanitario, assassinii mirati (esecuzioni extragiudiziali) e guerra di droni, tutto...

(12 Maggio 2011)

Pepe Escobar

Attacco nato uccide figlio e tre nipoti di gheddafi

Nel 1986 la figlia adottiva del colonnello libico perse la vita in un bombardamento americano, la scorsa notte a Tripoli i cacciabombardieri della Nato hanno ucciso il figlio minore, Saif al Arab, e tre nipoti. Effetti «collaterali» della «guerra umanitaria». A Bengasi hanno festeggiato la morte di bambini innocenti

Roma, 1 maggio 2011, Nena News (nella foto Seif al Arab Gheddafi) – Gli aerei Nato dovrebbero, secondo la risoluzione dell’Onu, attuare una No Fly Zone e proteggere i civili. Ma la scorsa notte la «guerra umanitaria» alla quale partecipa anche l’Italia con i suoi cacciabombardieri, ha ucciso Saif al-Arab, figlio minore di Muammar Gheddafi, mentre si trovava nella sua...

(1 Maggio 2011)

Nena News

L'assalto dei "volenterosi" ai fondi sovrani libici

Le potenze neocoloniali si sono appropriate dei colossali investimenti esteri dello Stato libico. Il denaro congelato, continua a "girare" nella forma di garanzie bancarie, questa volta a favore degli occidentali.

L'ASSALTO DEI "VOLENTEROSI" AI FONDI SOVRANI LIBICI Le potenze neocoloniali si sono appropriate dei colossali investimenti esteri dello Stato libico. Il denaro congelato, continua a "girare" nella forma di garanzie bancarie, questa volta a favore degli occidentali. DI MANLIO DINUCCI Roma, 30 aprile 2011, Nena News (nella foto dal sito voltairenet.org, la Banca Centrale libica) - L’obiettivo...

(1 Maggio 2011)

Nena News

Barbarie cristiane

(29 Aprile 2011)

Fulvio Grimaldi

Libia: la nato come i nazifascisti? una riflessione di fidel castro

Un fuoco che può bruciare tutto

Si può essere o meno d’accordo con le idee politiche di Gheddafi, ma nessuno ha il diritto di mettere in discussione l’esistenza della Libia come stato indipendente e membro delle Nazioni Unite. Il mondo non è ancora arrivato a ciò che, dal mio punto di vista, costituisce oggi una questione elementare per la sopravvivenza della nostra specie: l’accesso di tutti...

(28 Aprile 2011)

Fidel Castro Ruz

Intervento francese in Libia : Il naso finto del governo Sarkozy

All’epoca della guerra del Vietnam o della guerra d'Algeria, per una larga parte della classe operaia e dei giovani, era ovvio considerare queste guerre per quello che erano: aggressioni imperialiste. Per quanto riguarda l’attuale guerra in Libia, bisogna constatare che, per gli stessi strati sociali, le cose sono molto meno chiare. L’odio dei lavoratori e dei giovani nei confronti...

(24 Aprile 2011)

Jean-Louis Roussely

Libia: addestratori militari italiani tra una settimana a Bengasi

Lo prevede l'inviato italiano De Sanctis. Nuovi bombardamenti Nato la scorsa notte su Tripoli. Sarkozy sarà il primo capo di stato a visitare i territori sotto il controllo dei ribelli.

Bengasi, 23 aprile 2011, Nena News – Gli addestratori militari italiani, una decina in tutto, dovrebbero raggiungere Bengasi entro una settimana. Lo ha detto ieri, parlando con alcuni giornalisti, il console Guido De Sanctis rappresentante permanente a Bengasi, di fatto «ambasciatore italiano» nella Libia orientale sotto il controllo dei ribelli anti-Gheddafi. De Sanctis ha spiegato...

(23 Aprile 2011)

Nena News

Libia, gli usa bombardano con i predator

Si intensificano i raid della Nato su Tripoli. Prosegue l’assedio delle truppe di Gheddafi alla città ribelle di Misurata. Il ministro degli esteri russo Lavrov condanna l'invio di istruttori militari a Bengasi, l'Olanda critica il riconoscimento politico degli insorti libici compiuto da Roma e Parigi.

Roma, 22 aprile 2011, Nena News - Gli Stati Uniti hanno iniziato a impiegare per i bombardamenti in Libia gli aerei senza pilota “Predator”, gli aerei senza pilota da tempo usati dagli americani in Afghanistan e Pakistan. La prima missione è avvenuta ieri, lo ha annunciato il Segretario alla difesa Robert Gates. Washington scende in campo con forza e torna a colpire con i suoi aerei....

(23 Aprile 2011)

Nena News

Libia

Come trasformare una “missione militare cinetica” – che non è una guerra – in una specie di fase finale, falsificando una risoluzione delle Nazioni Unite che a quanto pare è stata approvata per minimizzare una minaccia umanitaria? Si scrive un articolo d’opinione grossolano, basta chiedere ai Tre Amici – il presidente degli Stati Uniti Barak Obama,...

(23 Aprile 2011)

Pepe Escobar – atimes.com

Libia, oggi in italia mustafa abdul jalil

Due mesi fa era ministro della giustizia di Gheddafi ora è presidente del Cnt, l’esecutivo politico dei ribelli libici. Chiederà a Berlusconi e Frattini di inviare subito addestratori e armi a Bengasi. In cambio assicura il rispetto dell'accordo italo-libico, anche del capitolo anti-migranti che aveva firmato Gheddafi

Roma, 19 aprile 2011, Nena News – Sarà oggi a Roma Mustafa Abdul Jalil, presidente del Consiglio nazionale transitorio dei ribelli libici anti-Gheddafi. Questa mattina Abdul Jalil avrà incontri con il ministro degli esteri Frattini, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e persino con il capo dello stato Napolitano. Un benvenuto al massimo livello per un leader di un esecutivo...

(19 Aprile 2011)

Nena News

Libia: raid nato su tripoli, civili sotto le bombe a misurata

Infuria la guerra civile. Le forze governative e quelle ribelli si combattono a Misurata dove da giorni i civili vivono sotto i bombardamenti. Evacuati un migliaio di migranti. Gli aerei della Nato prendono di mira Tripoli e Sirte.

Roma, 16 aprile 2011, Nena News - E’ cominciata ieri l’evacuazione dei migranti da Misurata, la città della Libia dove da giorni infuria la guerra civile. Una nave è riuscita a far salire a bordo un migliaio di persone, in maggioranza egiziani, ed in serata è arrivata a Bengasi. Sono almeno 8 mila i migranti che al porto di Misurata attendono di partire mentre la popolazione...

(16 Aprile 2011)

Nena News

“La guerra che verrà…” L’Unione Europea, la Libia e la continuazione della politica con altri mezzi

La guerra che verrà non è la prima. Prima ci sono state altre guerre. Alla fine dell'ultima c'erano vincitori e vinti. Fra i vinti la povera gente faceva la fame. Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente. Bertolt Brecht L’aggressione alla Libia, ufficialmente cominciata il 19 marzo 2011 con i bombardamenti umanitari della “Coalizione di Volenterosi”,...

(13 Aprile 2011)

Collettivo Politico Fanon Collettivo Autorganizzato Universitario

Libia: mediazione dell'Unione africana

11-04-2011/11:57:34 --- La guerra libica è impantana e si cerca una “soluzione diplomatica”. Sul campo, nonostante il pesante raid della Nato che ieri ha colpito una colonna militare di fedeli a Gheddafi nei pressi di Ajdabiya, la situazione sembra ormai abbastanza definita. Le forze “lealiste” hanno il predominio a terra. Per tutta la giornata di ieri sono continuati...

(11 Aprile 2011)

Redazione Contropiano

Libia, chomsky: "un intervento neo imperiale"

La spietata demistificazione storica fatta dal linguista, filosofo e dissidente americano della nuova "guerra umanitaria" lanciata dagli Usa e le potenze occidentali

INTERVISTA DI PATRICIA LOMBROSO New York, 09 aprile 2011 - «L’attacco militare alla Libia da parte del triunvirato imperiale di Gran Bretagna, Francia e Stati uniti e dei riluttanti "volenterosi" non ha nulla di "umanitario". È una guerra, punto e basta. Le motivazioni addotte dai leader politici ed opinionisti per questo intervento invocando scopi "umanitari" è inesistente,...

(10 Aprile 2011)

Nena News

La guerra finanziaria in Libia

Leggendo i commenti economici e politici sulla stampa nazionale e internazionale, il riferimento al ruolo strategico della Libia nell’estrazione e nell’esportazione del petrolio non manca mai. E’ una delle chiavi di volta per analizzare e commentare, sia in termini critici che in termini positivi, il recente intervento militare occidentale. Che il tema del petrolio e del controllo...

(6 Aprile 2011)

Andrea Fumagalli

Tribolazioni libiche

Cosa succede in libia?

L’opposizione a Gheddafi sta passando un brutto momento nonostante i bombardamenti. Da parte loro, la Casa Bianca e la NATO hanno le loro preoccupazioni: si è scoperto che tra le file dei ribelli vi sono elementi di Al- Qaeda. Lo ha ammesso l’ammiraglio James Stavridis, capo delle operazioni congiunte in Libia, anche se ha aggiunto che “la conduzione è fatta da gente...

(4 Aprile 2011)

Juan Gelman

I bombardamenti fanno strage a Tripoli, ribelli in rotta nonostante l’aiuto militare della Nato

31-03-2011/14:39 --- Un numero imprecisato di agenti della Cia da diverse settimane sta operando in Libia per “aiutare i ribelli” anti-Gheddafi. Lo scrive il New York Times dopo la diffusione della notizia secondo cui lo stesso Barack Obama avrebbe autorizzato missioni segrete di intelligence in territorio libico. Secondo il quotidiano, nei loro incontri con i rappresentanti degli insorti,...

(31 Marzo 2011)

Mila Pernice, Radio Città Aperta

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

282292