il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Libia. 2 Giugno

Libia. 2 Giugno

(3 Giugno 2011) Enzo Apicella
Italia: Festa della Repubblica. Libia: cadono le bombe della Repubblica Italiana

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Imperialismo e guerra (dall'Africa)

La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze

(135 notizie dal 7 Marzo 2011 al 21 Maggio 2014 - pagina 7 di 7)

Un po' di menzogne sulla guerra di libia

Si dice che la prima vittima della guerra sia la verità. Le operazioni militari in Libia e la risoluzione 1973 che ad esse fornisce base giuridica non fanno eccezione a questa regola.

DI THIERRY MEYSSAN * Roma, 31 marzo 2011, Nena News - Per fornire un’immagine a fosche tinte, la stampa atlantista ha fatto credere che le centinaia di migliaia di persone in fuga dalla Libia stiano tentando di sfuggire a una strage. Le agenzie di stampa hanno evocato migliaia di morti e parlato di “crimini contro l’umanità”. La Risoluzione 1973 ha messo in guardia...

(31 Marzo 2011)

Nena News

Uranio impoverito: uno strano modo di proteggere i civili libici

“I missili all’uranio impoverito coincidono perfettamente con la descrizione di bomba sporca... Direi che è l’arma perfetta per uccidere migliaia di persone”. Marion Falk, esperta in fisica chimica (in pensione). Laboratorio, Lawrence Livermore, California (USA). Nelle prime ventiquattro ore di attacchi in Libia, i B-2 degli Stati Uniti hanno sganciato 45 bombe, ciascuna...

(30 Marzo 2011)

>David Wilson - Stop the War Coalition/Rebelion

I ribelli libici: 'rispetteremo i trattati con l’Italia contro gli immigrati'. Oggi manifestazioni no war a Trapani e Roma

29-03-2011/14:37 --- Fino ad ora i ‘ribelli’ libici sono rimasti nell’ombra, rappresentando un'entità politica fantasmagorica che ognuno ha potuto, in mancanza di prese di posizione o smentite ufficiali, assimilare al proprio punto di vista e piegare alle proprie necessità politiche. Per i regimi europei impegnati nei bombardamenti i ribelli rappresentano un’alternativa...

(29 Marzo 2011)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Il volto "umanitario" dei paesi occidentali. Bombe all'uranio impoverito sulla Libia

Uranio impoverito: strano modo di proteggere i civili libici

“I missili che portano rivestimenti di uranio impoverito si adattano perfettamente alla definizione di arma sporca … Io direi che si tratta dell’arma perfetta per ammazzare montagne di persone”. Marion Falk, esperta di fisica chimica (pensionata), Laboratorio Lawrence Livermore, California, USA. Nelle prime 24 ore di attacco alla Libia, i B-2 degli USA hanno buttato 45 bombe...

(28 Marzo 2011)

David Wilson (Stop the war Coalition), da: cubadebate.cu, 27.3.2011

I segni della sconfitta della rivoluzione in Libia

Faccio appello a tutti i popoli perchè ci sostengano: faccio appello agli Egiziani, ai Tunisini, ai Francesi, persino ai Cinesi, a tutti i popoli del mondo, perchè siano benvenuti il loro appoggio e la loro solidarietà In poche ore, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha deciso di dare inizio agli attacchi aerei contro la Libia. La Francia era già pronta la notte...

(26 Marzo 2011)

Saoud Salem,anarchico libico

Sarkozy manovra la rivolta libica

La competizione globale sconquassa ogni equilibrio. E, incredibilmente, a svelare alcuni retroscena della rivolta contro Gheddafi in Libia e quindi a smontare le argomentazioni di quanti sostengono la 'guerra umanitaria' contro Tripoli, ci sono anche alcuni giornali della destra filoberlusconiana, preoccupati per il ruolo della Francia nella nuova aggressione militare in corso. Le risorse petrolifere...

(24 Marzo 2011)

Radio Città Aperta - Roma

Libia. Corsa all’oro nero

È cominciato giovedì 17 dicembre, “giornata della collera” contro la politica autoritaria del Presidente Gheddafi, sull’onda della rivolta che ha investito gran parte del mondo arabo . Le forze di sicurezza hanno aperto il fuoco: 24 morti in due giorni secondo Human Rights Wats, forse 70/80 secondo alcune O.N.G., nel silenzio delle diplomazie mondiali. Si sa che gli...

(23 Marzo 2011)

DirittiDistorti

La guerra in Libia e la fabbrica del falso: la testimonianza di un'italiana scappata da Tripoli

23-03-2011/12:49 --- Ho appena letto il suo articolo. Quello dell'uranio impoverito era un'altra mia preoccupazione...per questo ero andata su Google a cercare qualcosa. (http://www.radiocittaperta.it/index.php?option=com_content&task=view&id=6138&Itemid=9). Sono "scappata" da Tripoli, come molti miei concittadini che vivevano lì. Tutto è iniziato con una serie di notizie...

(23 Marzo 2011)

Marisa

Spirit e tomahawk, in libia si preparano le nuove guerre

ARMI. In fumo centinaia di milioni, mentre Usa e Israele si attrezzano ad affrontare l'Iran

DI MANLIO DINUCCI Il bombardamento aeronavale della Libia ha già mandato in pezzi la risoluzione del Consiglio di sicurezza: la no-fly zone «per proteggere i civili» è già stata imposta, ma i cacciabombardieri continuano ad attaccare. Tra questi i Tornado Ecr italiani che, appena vedono un radar o altro obiettivo «minaccioso», gli lanciano i missili Agm-88...

(23 Marzo 2011)

Nena News

Pioggia di fuoco e uranio impoverito sulla Libia. A La Russa e Bersani non basta. Napolitano benedice la guerra

20-03-2011/15:02 --- "Rivediamo le immagini del lancio del missile Tomahawk dalla nave americana, sono molto belle...”. E’ mezzanotte, almeno 110 missili hanno già centrato altrettanti obiettivi in diverse località della Libia, senza contare i bombardamenti dal cielo. Rainews ha confermato che uno degli attacchi delle forze armate dei paesi che hanno appena scatenato l’ultima...

(20 Marzo 2011)

Marco Santopadre, Radio Città Aperta

Usa e gb lanciano oltre 100 missili contro libia

Usa e GB lanciano 112 missili da crociera contro decine di obiettivi. Jet francesi hanno distrutto 4 tanks. La tv di stato libica riferisce di numerosi feriti e di un ospedale colpito. Secondo la rete satellitare Arabiya e l'agenzia britannica Reuters in azione ci sono anche aerei da combattimento italiani.

Roma, 19 marzo 20110, Nena News - Lanciato dai francesi questo pomeriggio con jet 2 Rafales, 2 Mirages e un Awacs, l'attacco della cosiddetta "coalizione dei volenterosi" contro la Libia cresce d'intensita' con il passare delle ore. Gli Stati Uniti hanno riferito di aver lanciato oltre 110 missili da crociera contro sistemi di difesa aerea e altri snodi di comunicazione, tutti situati sulla costa,...

(20 Marzo 2011)

Nena News

Francia lancia attacco, italia presto in guerra

LIBIA. I primi raid aerei sono della Francia. Sarkozy annuncia soddisfatto che i suoi caccia sono nello spazio aereo libico. Ma in guerra andrà presto anche l’Italia. I nuovi caccia Eurofighter sono schierati assieme ai Tornado a Trapani pronti a levarsi in volo.

Roma, 19 marzo 2011, Nena News - «Già da adesso jet francesi impediscono attacchi contro Bengasi. Altri velivoli francesi sono pronti ad intervenire contro i carri armati che minaccerebbero i civili disarmati». Con queste parole il presidente francese, Nicolas Sarkozy ha annunciato questo pomeriggio l’avvio dell’attacco – con 2 Rafales, 2 Mirages e un Awacs -...

(19 Marzo 2011)

Nena News

Inizia il count down per i bombardamenti sulla Libia. I primi appuntamenti contro l'intervento militare

18-03-2011/16:00 --- Francia e Gran Bretagna accelerano i preparativi per l'attacco militare alla Libia. Gli USA 'esternalizzano' e mandano avanti l'Egitto e il Qatar. Al Jazeera si prepara alla copertura mediatica dell'aggressione nel mondo arabo. Il primo ministro britannico David Cameron, intervenendo questa mattina in Parlamento, ha annunciato che la Gran Bretagna fra poco inizierà a spostare...

(18 Marzo 2011)

Contropiano

I liberal USA vogliono bombardare Tripoli

I rivoltosi di Bengasi godono di appoggi di grandissimo rilievo sul piano internazionale. Addirittura i liberal USA criticano Obama perchè non è accorso con sollecitudine in loro favore magari muovendo le portaerei che stazionano nel mediterraneo. Riviste come New Repubblic e giornali come il NYT (New York Times) e Washington Post lamentano che Obama non abbia mostrato amicizia per gli...

(17 Marzo 2011)

Pietro Ancona

Nessuna complicità con l’interventismo delle potenze della NATO contro la Libia

E’ ormai evidente come per gli Stati Uniti e per le potenze europee la posta in gioco in Libia non siano i diritti del popolo libico quanto gli abbondanti giacimenti e rifornimenti di petrolio e di gas. un obiettivo, ritenuto strategico di fronte all’acutizzazione della crisi economica internazionale. I tentennamenti e i contrasti tra le varie potenze sui tempi e i modi dell’intervento...

(7 Marzo 2011)

La Rete dei Comunisti

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

282293