il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La banda del buco

La banda del buco

(6 Giugno 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo

(177 notizie dal 3 Novembre 2002 al 7 Luglio 2015 - pagina 6 di 9)

La soluzione della crisi sta nelle piazze, non in parlamento

Berlusconi viene oggi “salvato” dal Parlamento, ma sarà sfiduciato domani dalla piazza. La soluzione della crisi politica va affidata non alle alchimie istituzionali, ma alla forza dell'indignazione popolare. La grande manifestazione nazionale di lavoratori e di giovani che domani percorrerà le strade di Roma, può e deve essere l'inizio di una mobilitazione di massa...

(14 Ottobre 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Domani manifestazione nazionale a roma peoples of europe , rise up!

http://15ottobre.wordpress.com Corteo da piazza della Repubblica a Piazza San Giovanni - ore 14.00Dalla Bolivia alla Tanzania, dal Canada, da Tirana in Albania a Tijuana in Messico, dall’Alaska alla Palestina: la Giornata mondiale di mobilitazione di domani, 15 Ottobre, vede 952 città in 82 Paesi uniti per il cambiamento globale (united for global change) come proclama lo slogan condiviso...

(14 Ottobre 2011)

Coordinamento 15 ottobre

15 ottobre. Azioni degne

Viviamo tempi grami. Tempi di guerra. Ogni giorno, in ogni dove, qualcuno muore di lavoro, ucciso da un sistema che divora le vite e favorisce i profitti dei soliti pochi. Ogni giorno, in ogni dove, qualcuno muore in una delle tante guerre che insanguinano il pianeta, ucciso da un sistema che vive di massacri, massacri di povera gente che muore per alimentare i fantasmi della nazione e della religione. Ogni...

(14 Ottobre 2011)

Commissione di Corrispondenza Federazione Anarchica Italiana

15 Ottobre. “ A casa non si torna!”

13-10-2011 --- Dilaga la voglia e la spinta a fare del 15 Ottobre una giornata di mobilitazione vera contro le manovre antisociali dei governi e della Bce. Dalle contestazioni alla Banca d’Italia e dalle università sale il grido “Yes we camp!”. Rimanere, occupare, rilanciare fino a quando le cose non cambiano seriamente. Si chiama “Yes, we camp” un'iniziativa...

(13 Ottobre 2011)

Federico Rucco - Contropiano

15 ottobre. uno scandalo che in italia non si possa manifestare sotto i palazzi del potere

La mobilitazione è forte e non si spegnerà in una giornata

Nazionale – giovedì, 13 ottobre 2011 “La manifestazione nazionale del 15 ottobre si preannuncia partecipata oltre ogni aspettativa”, annuncia Fabrizio Tomaselli, dell’Esecutivo nazionale USB. “Con centinaia di pullman, e con treni ed aerei, arriveranno a Roma in decine di migliaia e si sommeranno ai lavoratori, agli studenti, ai precari, ai migranti, ai pensionati...

(13 Ottobre 2011)

USB Unione Sindacale di Base

Non ci fermiamo! facciamo pagare ai padroni il loro debito!

SCENDIAMO TUTTI/E IN PIAZZA IL 15 OTTOBRE A ROMA APPUNTAMENTO A PIAZZA ESEDRA ALLE 14 NON CI FERMIAMO! FACCIAMO PAGARE AI PADRONI IL LORO DEBITO! La crisi la stiamo pagando principalmente noi lavoratrici e lavoratori dipendenti, precari, donne, immigrati, disoccupati e pensionati a basso reddito. Siamo noi gli unici che andranno veramente in “default” se continueranno ad essere applicate...

(13 Ottobre 2011)

LAVORATORI E LAVORATRICI AUTOCONVOCATI/E

Il 15 ottobre 2011 le lavoratrici e i lavoratori postali partecipano alla mobilitazione europea

Contro la crisi e le manovre economiche dettate dai GOVERNI e DALL’UNIONE EUROPEA. Per il mantenimento del posto di lavoro. Per il futuro. Per i giovani. Contro l’attacco ai diritti, la dismissione dei servizi e i tagli alla spesa pubblica e sociale.

Il percorso da tempo intrapreso da Poste italiane SpA, rientra perfettamente nel più ampio disegno attuato dai governi degli ultimi anni che, per sostenere i profitti delle banche e degli industriali, ci hanno condannato alla disoccupazione, alla precarietà, all’incertezza lavorativa e alle privatizzazioni, come stanno facendo con le poste e già hanno fatto con altri, trasformando...

(13 Ottobre 2011)

Confederazione Cobas

Brevi elementi di riflessione sul 15 OTTOBRE e sulle lotte del prossimo autunno!

La crisi strutturale e sistemica in cui versa il capitalismo internazionale (in particolare statunitense ed europeo), inesorabilmente aggravatasi dalla scorsa estate con le dirette conseguenze sui debiti sovrani dei paesi periferici dell'area euro (tra cui ovviamente l'Italia), è un'occasione straordinaria e irripetibile per scardinare il potere dei lavoratori nei luoghi di lavoro e ridurre...

(13 Ottobre 2011)

CSA VITTORIA-Milano

¡Toma la calle!

Il 15 ottobre scendiamo in piazza!

Il 15 ottobre, raccogliendo il semplice appello dei movimenti spagnoli ¡TOMA LA CALLE! - Prendi la piazza, nelle principali città europee vi saranno manifestazioni e cortei contro le politiche economiche europee di tagli e sacrifici: diminuzione dei salari, licenziamenti e precarietà, tagli alle spese sociali e alle pensioni, alla sanità e all'istruzione, privatizzazioni...

(13 Ottobre 2011)

Centro Popolare Autogestito fi-sud, Collettivo Politico Scienze Politiche, Cantiere Sociale Camilo Cienfuegos, Rete dei Collettivi, Fondo Comunista

Roma, Bologna, Napoli: oggi l’assedio precario a Bankitalia

12-10-2011/14:24 --- Questa mattina i celerini in assetto antisommossa hanno caricato i manifestanti che alle 11 si erano radunati davanti alla sede bolognese della Banca d’Italia, in via Cavour, per una manifestazione pubblica in vista del 15 ottobre. I manifestanti hanno trovato gli ingressi della Banca completamente blindati dai cordoni di Polizia e Carabinieri. Quando le prime file si sono...

(12 Ottobre 2011)

Radio Città Aperta - Roma

15 ottobre: dimettere berlusconi, aprire una pagina nuova.

Il 15 ottobre una grande manifestazione nazionale di lavoratori e di giovani a Roma rivendicherà il diritto a marciare verso i palazzi del potere, come avviene peraltro in tutta Europa. Non si tratta di chiedere a Berlusconi le dimissioni, ma di imporgliele. Se dopo la bocciatura parlamentare del bilancio Berlusconi non si dimette - ed anzi ricorre alla “fiducia” comprata di un...

(12 Ottobre 2011)

Partito Comunista dei Lavoratori

Contro l'europa delle banche. Noi il debito non lo paghiamo. Il 15 ottobre tutti in piazza

Nazionale – mercoledì, 12 ottobre 2011 Il prossimo 15 ottobre saremo per le strade di Roma per manifestare contro il governo Berlusconi ma soprattutto contro il governo della finanza e delle banche europee che stanno strangolando qualsiasi possibilità di sopravvivenza per decine di milioni di cittadini europei. Invece di intervenire positivamente sulle economie e sui debiti dei...

(12 Ottobre 2011)

USB Unione Sindacale di Base

LIBERIAMO IL 15 OTTOBRE!

Da politici, sindacalisti, guardie e pompieri. liberiamo il 15 ottobre.

In un mondo squassato dalla crisi, molti nuovi pescecani competono sul mercato mondiale, tra guerre commerciali, protezionismi e speculazioni finanziarie. All’indebolimento storico Americano si sommano le difficoltà dell’Unione Europea, che non riesce a far corrispondere alla propria unione monetaria quella politica. Manovre continentali, decreti salvastati e vincoli sovranazionali...

(12 Ottobre 2011)

C O M B A T

15 OTTOBRE. Che "paghino" o "non paghino" i loro debiti il padronato e tutti i borghesi Stati di Europa muovono all’attacco delle condizioni della classe operaia.

I lavoratori possono difendersi solo con la loro generale mobilitazione, riorganizzandosi in un vero sindacato, per i loro obbiettivi di classe.

Volantino del PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE Come scientificamente previsto dal comunismo marxista, le contraddizioni interne del regime capitalistico ne stanno determinando la rovina L’attuale crisi economica internazionale non è solo finanziaria ma di sovrapproduzione. Il dissesto del debito e la speculazione non sono la causa ma le inevitabili conseguenze della recessione e del...

(12 Ottobre 2011)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

verso il 15 ottobre... Ma quale debito? Ma quali sacrifici? Il capitalismo è la crisi!

di red-net (rete delle Realtà Studentesche Autorganizzate) La Rete Nazionale delle Realtà Studentesche Autorganizzate (Red-net) nasce nel dicembre 2008 da un'esigenza larga e condivisa, dai singoli studenti ai collettivi di diverse città italiane, di socializzare percorsi di lotta e di analisi politica. Non è un caso che proprio in concomitanza con l’acuirsi della...

(12 Ottobre 2011)

Rete Nazionale delle Realtà Studentesche Autorganizzate

Giovedi 13 - Eat the rich PARTY ...verso il corteo nazionale del 15 ottobre

-->> il ricavato della serata sarà utilizzato per finanziare i bus per la manifestazione nazionale a Roma del 15 Ottobre BIGLIETTI BUS PER ROMA QUI PALAZZO GIUSSO - dalle ore 20 per tutta la notte EAT THE RICH... MAGNAMMECE O PADRONE! on facebook - flyer front - flyer retro Noi non siamo in debito, semmai in credito....

(12 Ottobre 2011)

Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli

15 ottobre, il popolo anti - crisi in marcia

Voi la crisi, noi il cambiamento. La crisi va pagata da chi l’ha provocata

Il 15 ottobre in Europa e nel mondo scenderanno in piazza milioni di persone che non vogliono più pagare la tremenda crisi economica e sociale al posto di coloro che l’hanno provocata, e cioè quei poteri politici, industriali, economici e finanziari che hanno imposto catastrofiche ricette liberiste in tutto il mondo occidentale di qualsiasi 'colore' fossero i partiti al governo. Dalla...

(11 Ottobre 2011)

Confederazione Cobas

15 Ottobre. E’ finita la colpevole benevolenza sulla Banca d’Italia

11-10-2011 Sta morendo un tabù. Al centro delle contestazioni stavolta è finito un tempio della governabilità bipartizan: la Banca d’Italia. A Roma e in diverse città, mercoledì 12 ottobre ci saranno sit in, flash mob e contestazioni alle sedi della succursale italiana della Bce. Nella capitale tensione per la presenza contemporanea di Draghi e Napolitano...

(11 Ottobre 2011)

Sergio Cararo (Contropiano)

La BCE, nello spronare i governi amici, ammette l'indicibile.

In una audizione al Parlamento Europeo, il presidente della BCE, Jean Claude Trichet, ha spronato i governi europei ad affrontare con fare più vigoroso, la attuale crisi economica dell’economia capitalistica. Crisi, che a suo dire, nelle ultime tre settimane, si è acuita al punto da toccare non solo i piccoli paesi europei, ma l’intera Europa. E soprattutto crisi, che oggi...

(11 Ottobre 2011)

Enrico Biso

15 ottobre NO alla piattaforma Rinaldini-Casarini

L’ulteriore aggravarsi della crisi, a partire dalla scorsa estate, ha rappresentato l’occasione per un nuovo pesante attacco alle condizioni di vita e di lavoro ed ai diritti degli operai e di altri strati di lavoratori. L’obiettivo è quello di scaricare su questi settori sociali, che rappresentano la maggioranza della popolazione, la crisi del capitale al fine di salvaguardare...

(10 Ottobre 2011)

coordinamento nazionale SLAI COBAS

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |    >>

224197