">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e ambiente    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • Progetto Comunista
    (numero 134, estate 2024)

    Il mensile delle lotte e del socialismo
    (12 Luglio 2024)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Capitale, ambiente e salute)

    Global Warming

    tra negazionismo e responsabilità del capitale

    (114 notizie dal 5 Gennaio 2010 al 12 Marzo 2024 - pagina 5 di 6)

    In corso cambiamenti climatici molto veloci. Il livello globale degli oceani aumenterebbe di alcuni metri

    Florindo (Ingv) : «Entro il 2100 la temperatura si potrebbe innalzare di oltre 5 gradi»

    A Geoitalia 2013 Florindo ha presentato i dati della sua ricerca sui cambiamenti climatici, di cui è coordinatore; dati che smentiscono clamorosamente le ultime notizie su un presunto “raffreddamento” dei poli circolate negli ultimi giorni. Fabio Florindo è dirigente di ricerca del l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e coordinatore del progetto...

    (17 Settembre 2013)

    greenreport

    Clima, cibi più cari con gli sconvolgimenti meteorologici

    23/08/2013 18:48 Meno cibo e piu' caro per colpa dei cambiamenti del clima, nonostante il taglio di CO2. Riso, grano e cereali, ma anche altre colture alla base della stragrande maggioranza delle diete nel mondo, soprattutto per i poveri, rischiano un forte taglio a causa di alluvioni, esondazioni di fiumi e aumento delle temperature provocati dai cambiamenti climatici. Con una minore produzione...

    (24 Agosto 2013)

    fabrizio salvatori - controlacrisi

    Il mondo è ipocrita, l'Ecuador archivia il progetto Yasuní-It

    «Con profonda tristezza ma con assoluta responsabilità verso il nostro popolo e la storia, ho dovuto prendere la decisione più difficile»: il presidente ecuadoriano Rafael Correa annuncia la fine dell'iniziativa Yasuní-Itt, la «proposta più seria e concreta contro i cambiamenti climatici nella storia umana, che l'Ecuador avanzò al mondo sei anni...

    (17 Agosto 2013)

    Marinella Correggia, il manifesto

    Riscaldamento globale, “a rischio metà delle piante e un terzo degli animali"

    E' la riflessione che si legge in una ricerca scientifica pubblicata nella sezione Climate Change della rivista Nature. Una riduzione delle emissioni nocive del 5% l’anno permetterebbe alle specie animali e vegetali di guadagnare un altro mezzo secolo di vita. Altrimenti lo scenario è un "collasso del sistema A rischio la sopravvivenza della metà delle specie di piante più...

    (14 Maggio 2013)

    Luca Pisapia - Il Fatto Quotidiano

    22 aprile, giornata mondiale della Terra. "Il rischio di un cambiamento climatico è devastante"

    Il 22 aprile del 1970 è stata la prima Giornata della Terra. Preoccupazione principale restava l'inquinamento crescente. Dopo 43 anni il quadro da presentare è preoccupante. Il pericolo difatti è concreto e immediato perché il rischio di un cambiamento climatico è devastante. Si parla della capacità di inaridire le pianure fertili dalle quali dipende anche...

    (22 Aprile 2013)

    controlacrisi.org

    Riscaldamento globale. Verso il picco più alto della storia

    Nei prossimi decenni la Terra si sovrarriscalderà più di quanto non abbia fatto negli ultimi 11.300 anni. Lo rivela una ricerca pubblicata su Science e guidata dallo studioso dell'Oregon State University Shaun Marcott. Gli scienziati hanno analizzato i resti dei fossili in 73 parti del mondo, riuscendo così a ricostruire la storia climatica del nostro pianeta dall'ultima glaciazione,...

    (8 Marzo 2013)

    Redazione Contropiano

    Sull'orlo dell'Abisso Ecologico

    Da Il Manifesto (3/01/2013), traduzione di Antonio Lupo PREVISIONI DEL TEMPO (DOPO DOHA). La realtà mondiale è complessa. È impossibile fare un unico bilancio. Tenterò di farne uno relativo alla macro-realtà e un altro alla micro. Se consideriamo il modo in cui i padroni del Potere stanno affrontando la crisi sistemica del nostro tipo di civilizzazione, organizzata...

    (3 Gennaio 2013)

    Leonardo Boff - scrittore e teologo della liberazione brasiliano

    La battaglia del clima

    Più la scienza del clima si precisa e acquista certezza, «più l'azione politica diventa incerta», scrive Sunita Narain in un commento pubblicato del Centre for Science and Environment, centro di ricerca e di intervento per la giustizia ambientale che ha sede a New Delhi, in India. «Da vent'anni - scrive - il mondo mercanteggia su chi deve tagliare le emissioni di gas...

    (13 Dicembre 2012)

    Giorgia Fletcher - Il Manifesto

    Doha, porta di entrata per un futuro infernale

    Raggiunto in Qatar un obiettivo di basso profilo, il protocollo di Kyoto 2. Ma i paesi partecipanti, tra cui Ue, Svizzera, Australia e Norvegia, rappresentano solo il 15% delle emissioni globali Da Il Manifesto (9/12/2012) È mancata la volontà politica di ridurre drasticamente i gas serra (Usa in testa). Insoddisfatte le richieste che chiedevano ai paesi ricchi di aumentare i fondi per...

    (9 Dicembre 2012)

    FRANCESCO MARTONE (SINISTRA, ECOLOGIA E LIBERTA') E ALBERTO ZORATTI (FAIRWATCH)

    Conferenza clima Doha: nessuno ha ancora accettato di tagli a emissioni

    E' impasse. Le conclusioni rinviate a oggi: manca un accordo sul documento finale che dovrebbe indicare gli impegni futuri Roma, 08 dicembre 2012, Nena News - La Conferenza delle Nazioni unite sul clima, che doveva concludersi ieri sera a Doha, in Qatar, è nell'impasse. I negoziati sono proseguiti tutta la notte, le conclusioni sono rinviate a oggi: manca un accordo sul documento finale, che...

    (8 Dicembre 2012)

    Marinella Correggia e Paola Desai

    Clima formato Doha

    Mentre è in corso a Doha la 18esima conferenza delle parti della Convenzione quadro Onu sui cambiamenti climatici (Unfcc), l'allarme sul caos climatico è un coro assordante come mai prima. Secondo l'ultimo rapporto dell'Unep (Programma Onu per l'ambiente), gli insufficienti impegni attuali di riduzione delle emissioni di gas serra porteranno a un riscaldamento del pianeta fra i 3 e...

    (4 Dicembre 2012)

    Marinella Correggia - Il Manifesto

    Doha: I confini planetari del cambiamento climatico da non oltrepassare

    Da www.asud.net A Doha è in pieno corso la 18° Conferenza delle Parti della Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici che dovrebbe finalmente porre le basi per un accordo ambizioso e vincolante sul clima entro il 2015, ma il gap esistente tra l'avanzamento delle conoscenze scientifiche e l'inazione politica sembra drammaticamente acuirsi, come più volte ho sottolineato nelle pagine...

    (3 Dicembre 2012)

    Gianfranco Bologna

    Qatar, conferenza sul clima nel Paese che inquina

    Inizia oggi in Qatar il vertice ONU sui cambiamenti climatici, che durerà fino al 7 dicembre. Tra le polemiche e le speranze di un nuovo trattato internazionale. di Anna Clementi Roma, 26 novembre 2012, Nena News - Si apre all'insegna del dubbio e dello scetticismo la 18esima conferenza internazionale sul clima (COP18). Quest'anno il vertice ONU sui cambiamenti climatici viene ospitato dal...

    (26 Novembre 2012)

    Nena News

    Come si scioglie in fretta il Perù

    Cosa succede se il Perù si scioglie? Un articolo su Nature (www.nature.com/news/melting-in-the-andes-goodbye-glaciers-1.11759) descrive il lavoro di un team interdisciplinare di scienziati che sta studiando il destino del ghiaccio andino. E dunque delle popolazioni «a valle»: infatti i ghiacciai intrappolano le precipitazioni durante la stagione delle piogge e rilasciano l'acqua...

    (13 Novembre 2012)

    Marinella Correggia - Il Manifesto

    Clima e business, verso il grande crash

    SANDY I COSTI, UMANI E MATERIALI, SONO IMMENSI. E ORA LA POLITICA STATUNITENSE COMINCIA A PAGARE PER NON AVER LAVORATO PER TEMPO A FRENARE IL RISCALDAMENTO DELL'AMBIENTE E A RIVEDERE L'USO DEL TERRITORIO 04 Novembre 2012 Di MIKE DAVIS * Nello spirito di Donald Rumsfeld, potremmo distinguere tra eventi inevitabili naturali e innaturali. Un giorno, ad esempio, il precario pendio del vulcano di Cumbre...

    (4 Novembre 2012)

    Il Manifesto

    Un disastro da clima surriscaldato

    Sandy, l'uragano «post tropicale» che ha investito la costa orientale degli Stati uniti provocando devastazioni a New York, nel New Jersey e in altri 15 stati, riporta alla ribalta l'allarme per il cambiamento globale del clima. Non perché ogni evento estremo come questo sia direttamente «colpa» del riscaldamento dell'atmosfera terrestre - le variazioni estreme della...

    (1 Novembre 2012)

    Paola Desai - Il Manifesto

    Ghiaccio artico addio

    Non porta la firma di Usain Bolt, ma è un record difficile da battere di sicuro, quello toccato domenica dal ghiaccio artico, alla sua estensione minima di sempre. La superficie minima misurata quest'anno, infatti, è di 3,41 milioni di chilometri quadrati, appena il 24% della superficie dell'Oceano Artico. Per fare un paragone il record precedente è del 2007, quando la percentuale...

    (21 Settembre 2012)

    Claudio Magliulo - Il Manifesto

    Groenlandia, Nasa: insolita e troppo rapida fusione di ghiaccio

    25 luglio 2012 Secondo quanto riferito dalla Nasa, nel mese in corso si è sciolta insolitamente una parte molto grande della calotta glaciale della Groenlandia. Si tratta di una fusione di ghiaccio che gli scienziati hanno definito “senza precedenti”, anche perché si è verificata nella stazione di Summit, considerata il luogo più freddo e più alto della...

    (26 Luglio 2012)

    E- il mensile

    DIARIO DA RIO+20 "Il mondo ci guarda"

    «Il mondo ci guarda» Ma il summit sul clima è disertato dai Grandi: Hollande sì, Merkel no 16 Giugno 2012 «Dobbiamo accelerare il lavoro. Abbiamo solo tre giorni per farlo, altrimenti falliremo. Abbiamo una grande responsabilità sulle nostre spalle. Il mondo intero ci guarda». Queste le parole del segretario generale della conferenza di Rio+20, nonché...

    (18 Giugno 2012)

    G. De Marzo / l'Unità

    Rio 20 anni dopo, il pianeta è più malato

    15 giugno 2012 Summit di Rio, tutto è cambiato. La conferenza delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo che si concluderà nella città brasiliana mercoledì prossimo, 22 giugno, sarà molto diversa da quella che si concluse nel giugno 1992. È cambiato l’ambiente. E sono cambiati i parametri dello sviluppo: o meglio, della crescita economica....

    (16 Giugno 2012)

    Pietro Greco - l'Unità

    <<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |    >>

    308782