il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

PRIMA PAGINA

  • ASST Valle Olona, un tunnel senza luce
    (Allarmi, precarietà delle condizioni di lavoro, rischi per utenti e personale…)
    (11 Agosto 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    Imperialismo e guerra (dall'Africa)

    Scenari africani

    Un continente al centro della contesa mondiale, tra lotte sociali e conflitti per il controllo delle risorse

    (204 notizie dal 2 Settembre 2007 al 27 Gennaio 2018 - pagina 1 di 11)

    SUDAN: CROCEVIA DI INTERESSI IMPERIALISTICI

    Dal n. 61 di "Alternativa di Classe" Il Sudan sta vivendo una sempre maggiore crisi, sia dentro che fuori confine. Sul lato interno, dopo anni sotto una dittatura, che ha puntato tutto su corruzione e corsa agli armamenti, le casse dello Stato non sono più state in grado di sostenere la fragile economia del paese. Nei primi giorni del 2018 sono entrate in vigore una serie di leggi che, prevedendo...

    (27 Gennaio 2018)

    Alternativa di Classe

    Kenya: domani urne aperte, ombre sulla trasparenza del voto

    “Incertezza, timori di brogli, fuga dalle aree più a rischio, verso zone sicure”, Tommy Simmons – fondatore di Amref Italia e profondo conoscitore del Kenya – analizza la situazione ad un giorno dal voto. Amref – principale organizzazione che si occupa di salute in Africa – è nata nel 1957 proprio in Kenya, dove risiede il quartier generale di tutta...

    (7 Agosto 2017)

    Nena News

    Israele perde il suo principale alleato in Africa

    Il presidente nigeriano Goodluck Jonathan, sconfitto alle elezioni da Muhammad Buhari, manteneva stretti legami con Tel Aviv. A dicembre si era astenuto sul riconoscimento dello Stato di Palestina al Consiglio di Sicurezza dell’Onu risultando determinante per la bocciatura della richiesta palestinese Il presidente nigeriano Goodluck Jonathan è stato sconfitto alle elezioni da Muhammad...

    (1 Aprile 2015)

    Nena News

    TANZANIA, ARRESTATO SOSPETTO TRAFFICANTE INTERNAZIONALE D’AVORIO

    Un cittadino kenyano, Feisal Ali Mohamed, considerato la ‘mente’ di un enorme traffico internazionale d’avorio, è stato arrestato oggi dalle autorità tanzaniane. Mohammed, che aveva fatto perdere le sue tracce da mesi, era da tempo sulla lista dei più importanti ricercati dell’Interpol per quanto riguarda i crimini ambientali. La notizia è stata...

    (24 Dicembre 2014)

    Misna

    Mali-Guinea, una nuova ferrovia finanziata dalla Cina

    Una ferrovia lunga 900 km tra Bamako (Mali) a Conakry (Guinea) sarà costruita con i finanziamenti messi a disposizione dalla Cina. La realizzazione di questo progetto infrastrutturale cruciale, che costerà circa otto miliardi di dollari, è stata promessa dalle autorità di Pechino al presidente del Mali Ibrahim Boubacar Keita durante la sua ultima visita a Pechino in occasione...

    (25 Settembre 2014)

    Redazione Contropiano

    Aerei made in Italy al Ciad dei diritti umani violati

    Le forze armate del Ciad, uno dei paesi più poveri del continente africano, sta per ricevere dall’azienda italiana Alenia Aermacchi (gruppo Finmeccanica) un nuovo esemplare dell’aereo di trasporto tattico C-27J “Spartan”. In questi giorni, il velivolo da guerra sta effettuando gli ultimo test di volo dall’aeroporto di Torino Caselle; un altro C-27J è stato...

    (19 Settembre 2014)

    Antonio Mazzeo

    IMPORTANTI LEZIONI DOPO I CINQUE MESI DI SCIOPERO DEI MINATORI IN SUD AFRICA

    Da "il Partito Comunista" n. 367, settembre-ottobre 2014

    Lo storico sciopero dei 70.000 minatori delle miniere di platino in Sud Africa, guidato dall’Amcu (Association of Mineworkers and Construction Union) si è concluso dopo ben cinque mesi, il 23 giugno. Come ogni lotta operaia, a maggior ragione per la sua intensità e durata, è ricco di conferme per le tesi comuniste e di insegnamenti per i lavoratori di tutto il mondo. È...

    (18 Settembre 2014)

    PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

    In Niger una nuova base per i droni Usa

    US Africom, il comando delle forze armate statunitensi per il continente africano avrà presto una nuova base in Niger dove dislocare i famigerati droni killer. A conclusione della sua visita a Washington, il presidente del Niger Mahamadou Issoufou ha formalizzato con l’amministrazione Obama l’accordo che autorizza i militari Usa ad utilizzare lo scalo aereo “Manu Dayak”...

    (3 Settembre 2014)

    Antonio Mazzeo

    Nigeria. 60 donne rapite da Boko Haram

    Almeno 60 fra donne e ragazze sono state rapite nel nord della Nigeria da uomini armati sospettati di appartenere al gruppo estremista islamico Boko Haram, lo stesso che ha sequestrato 200 studentesse a Chibook in aprile. Lo scrive il quotidiano Premium Times, riferendo che i sequestri sono avvenuti in diversi villaggi dello stato di Borno, fra giovedì e sabato della settimana scorsa. Il governo...

    (24 Giugno 2014)

    DirittiDistorti

    NIGER, A NIAMEY MARCIA CONTRO IL GOVERNO

    Corruzione, carovita e critiche per la gestione del potere da parte del presidente Mahamadou Issoufou sono state denunciate da migliaia di persone che ieri hanno partecipato ad una marcia pacifica per le strade di Niamey. Dopo due rifiuti delle autorità, per rischio di minaccia all’ordine pubblico, alla fine l’iniziativa indetta da una trentina di partiti di opposizione si è...

    (16 Giugno 2014)

    MISNA

    RAFFORZATA COOPERAZIONE TRA BRAZZAVILLE E PECHINO

    Intensificare i rapporti istituzionali per continuare a costruire “un partenariato globale caratterizzato dalla solidarietà, la fiducia e l’assistenza reciproca”: è l’impegno preso dal presidente congolese Denis Sassou-Nguesso e dal suo omologo cinese Xi Jinping durante la visita in corso a Pechino. Nell’anno in cui ricorre il 50° anniversario dell’allaccio...

    (13 Giugno 2014)

    Misna

    Kenya: contrabbando di avorio e dintorni

    Il rapporto tra l'Africa da un lato e la Cina e i paesi emergenti del sud est asiatico dall'altro, presenta aspetti di notevole complessità. Pochi osservatori hanno potuto negare, negli ultimi anni, che la penetrazione cinese nel continente più martoriato si è basata su uno scambio meno iniquo di quello solitamente proposto dalle potenze europee. Ossia, in cambio della possibilità...

    (7 Giugno 2014)

    Giacinto Calandrucci

    In Sudafrica continua la lotta dei minatori contro governo padroni e sindacati di regime

    Nel silenzio della stampa borghese è in corso in Sudafrica il più lungo sciopero nella storia della classe operaia in quel paese. Ottantamila minatori sono scesi in lotta nella cintura del platino, un’area che si estende dalla provincia di Nord-Ovest, dove operano le tre maggiori compagnie mondiali – la Anglo American Platinum, l’Impala Platinum e la Lonmin, che in Sud...

    (1 Giugno 2014)

    PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

    Nigeria: Il solito gioco delle parti

    La Nigeria è percorsa da bande criminali: “Davano tutti le spalle all’esplosione. Erano al Terminus Market di Jos. Non hanno fatto nemmeno in tempo a sentirla che erano già tutti riversi a terra, con le fiamme che scaldavano la torrida aria della primavera subsahariana. Corpi fumanti e resti dei passeggeri dei vicini autobus sulla terra bruciata. Scaraventati a faccia in...

    (23 Maggio 2014)

    Michele Basso

    Nigeria, tra la barbarie di Boko Haram e le mire dell'imperialismo

    Durante le ultime settimane, le azioni barbare compiute dall’organizzazione islamico nigeriana Boko Haram (il rapimento di oltre 200 ragazze da una scuola e la promessa di venderle come schiave) hanno sconcertato l'opinione pubblica di tutto il mondo. Questi “atti di pura malvagità” sono stati condannati da Obama e dai leader degli altri paesi occidentali… tutti ovviamente...

    (21 Maggio 2014)

    Michele Minà - marxismo.net

    CASO SANKARA: NUOVO DINIEGO DI GIUSTIZIA.
    La mobilitazione continua.

    COMUNICATO STAMPA della Rete internazionale « Giustizia per Sankara. Giustizia per l'Africa» Il 30 aprile 2014, il Tribunale civile di primo grado (TGI) di Ouagadougou si è dichiarato incompetente nell’ordinare una perizia DNA per identificare i corpi seppelliti a Dagnoen. Accogliamo questa decisione con tristezza, delusione e collera ed ormai, rivolta e rabbia ci pervadono....

    (2 Maggio 2014)

    La rete internazionale « Giustizia per Sankara. Giustizia per l'Africa»

    BURKINA FASO, L’OPPOSIZIONE È GIÀ IN CAMPAGNA ELETTORALE

    Un programma social-democratico, pensato per “vincere le elezioni del prossimo anno”, è stato approvato nel corso del primo congresso di un partito di opposizione nato da una scissione nella formazione del presidente Blaise Compaoré. Il programma e la composizione dell’ufficio esecutivo nazionale del Movimento del popolo per il progresso (Mpp) sono stati approvati...

    (7 Aprile 2014)

    Misna

    Senegal. Appello contro il land grabbing, la sottrazione di terre alla popolazione

    "Ci sono aziende che creano sviluppo in modo sostenibile, altre che per il profitto fanno terra bruciata ovunque vadano. E purtroppo, questa volta c'è un'azienda italiana dietro l'ennesimo atto di accaparramento di terre (land grabbing) in Senegal: la Tampieri Financial Group. A diffondere la notizia è Actionaid che, insieme ad altre associazioni lancia un appello contro land grabbing. Grazie...

    (25 Marzo 2014)

    Valentina Valentini - DirittiDistorti

    GIBUTI, DETENUTI POLITICI IN SCIOPERO DELLA FAME

    Ben 35 detenuti politici, tutti esponenti dell’Unione per la salvezza nazionale (Usn), partito di opposizione al presidente Ibrahim Omar Guelleh, hanno cominciato uno sciopero della fame per rivendicare la liberazione di otto compagni, assolti dalla magistratura, ma ancora dietro le sbarre. Lo rende noto ai microfoni delle emittenti radiofoniche locali Abdillali Zakaria, presidente della Lega...

    (17 Marzo 2014)

    Misna

    GAMBIA: MEGLIO LO JOLA CHE L’INGLESE, L’ULTIMA “SVOLTA” DI JAMMEH

    Meglio parlare jola che inglese e, forse, anche meglio la Repubblica popolare cinese di Taiwan e di Sua Maestà la regina: sarebbero queste, secondo il portale di informazione Africa Review, le considerazioni che hanno spinto il presidente Yahya Jammeh a un altro strappo con gli ex colonizzatori inglesi. La svolta, se così si può definire, è stata annunciata con un discorso...

    (12 Marzo 2014)

    Misna

    <<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

    419405