">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Ucraina: un paese conteso

Giochi di potenza, derive reazionarie e necessità di un'alternativa di classe

(203 notizie dal 8 Dicembre 2013 al 17 Giugno 2024 - pagina 9 di 11)

Fermiamo la strage in Ucraina, basta complicità coi golpisti

Grandi città assediate, edifici e convogli bombardati in maniera indiscriminata da elicotteri e caccia da combattimento, civili falciati dai cecchini, soldati sostituiti dalle bande di neonazisti e tagliagole di Pravyi Sektor. Da alcuni giorni ormai milioni di abitanti delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk sono sottoposti a continui e sanguinosi attacchi da parte delle forze fedeli...

(28 Maggio 2014)

Redazione Rete dei Comunisti

La crisi ucraina, le forze in campo e i giochi degli imperialismi

I rispettivi fronti interni e imperialistici che si scontrano su e per le vie della gestione del gas siberiano e per la superiorità geopolitica del centro Europa, hanno prodotto una preoccupante situazione di crisi che potrebbe ulteriormente degenerare da un momento all'altro. L'Ucraina è solo uno dei terreni di scontro. Il proletariato di Kiev e quello europeo le vittime predestinate. Dietro...

(28 Maggio 2014)

Partito Comunista Internazionalista (Battaglia comunista)

Ucraina: vieti nazionalismi per coprire un conflitto fra Imperi

L’Ucraina, per la sua strategica posizione di frontiera tra Europa e Russia, è stata da secoli preda ambita delle entità statali più forti che la circondano, determinate ad assicurarsene il controllo. Pur godendo di terre fertili, e oggi di importanti risorse minerarie e di una struttura industriale di rispetto, anche se in parte antiquata, si trova schiacciata dalla dipendenza...

(27 Maggio 2014)

PARTITO COMUNISTA INTERNAZIONALE

Ucraina, solo i lavoratori possono scongiurare la guerra

Il massacro della Casa dei sindacati di Odessa dove oltre quaranta militanti “filo-russi” sono stati arsi vivi e lasciati morire dalle milizie “filo-ukraine” è il tragico esempio di ciò a cui porta una guerra ormai guerreggiata in nome di un’idea di identità nazionale che già altrove (vedi la ex Iugoslavia) ha prodotto solo odio, lutti, distruzioni...

(16 Maggio 2014)

Fabrizio Burattini - anticapitalista.org

Ucraina: contro UE, USA, NATO a fianco di chi lotta contro il fascismo e l’imperialismo

A seguito del golpe UE-NATO effettuato in Ucraina, settori di popolazione, lavoratori, sindacalisti, comunisti e militanti di sinistra in varie regioni prevalentemente dell'est, hanno ingaggiato una battaglia contro l'auto-proclamato governo di Kiev, formato dai nazisti eredi di Bandera (già collaborazionista dei nazisti tedeschi durante la 2 Guerra mondiale), oligarchi ed elementi vicini agli...

(15 Maggio 2014)

Comitato Comunista "Fosco Dinucci", Firenze

Martedì a Roma in piazza con l’Ucraina antifascista

Così come non sembra più essere possibile manifestare sotto i palazzi del potere nazionali – Camera, Senato, Palazzo Chigi – anche sotto alla sede italiana dell’Unione Europea la Questura di Roma insiste nel non voler concedere la possibilità di esprimere la propria solidarietà con le popolazioni ucraine assediate e assalite dalle truppe di Kiev e dalle...

(12 Maggio 2014)

Contropiano

2014, L’Unione Europea complice del nazismo in Ucraina. Con l’Ucraina antifascista. No Pasaran!

Martedì 13 maggio, dalle 17,30, in via IV Novembre (Roma) Presidio antifascista e internazionalista sotto la sede dell'Unione Europea in contemporanea con l'incontro tra la Commissione Europea e il governo golpista di Kiev Così come l’imperialismo Usa, anche quello europeo non esita a sostenere i nazisti pur di avere a disposizione uno strumento da usare contro chi si oppone...

(8 Maggio 2014)

Appello per un'iniziativa di mobilitazione per l'Ucraina.

La situazione ucraina sta vedendo in questi giorni e in queste ore una precipitazione drammatica, le cui minacce si riflettono sull'intero scenario continentale. Il governo liberalfascista ucraino, prodotto diretto della rivolta reazionaria di Maidan, sta scatenando un'azione armata contro la lotta delle popolazioni russofone dell'Est del Paese per i propri diritti nazionali. I governi "democratici"...

(7 Maggio 2014)

Partito Comunista dei Lavoratori - sez. Vito Bisceglie di Roma

Lista Nato alle europee

Men­tre nella cam­pa­gna elet­to­rale ferve il dibat­tito tra soste­ni­tori e oppo­si­tori dell’Unione euro­pea, pochi si accor­gono che il futuro dell’Europa dipende più da Washing­ton che da Bru­xel­les. L’amministrazione Obama ha già varato il suo pro­gramma per l’Europa, le cui linee sono espo­ste...

(6 Maggio 2014)

Manlio Dinucci, Il Manifesto

In Ucraina Unione Europea e USA sostengono le destre. Fermiamo le stragi naziste!

E' inaccettabile l'indifferenza e l'ipocrisia che hanno accolto la strage compiuta dalle bande di Settore Destro ad Odessa, dove 40 persone – per lo più militanti del Partito Comunista e delle organizzazioni dei lavoratori - sono state bruciate vive nella Casa dei Sindacati assaltata a colpi di arma da fuoco e di molotov dai paramilitari di estrema destra. La strage di Odessa dimostra...

(5 Maggio 2014)

Rete dei Comunisti

LA SITUAZIONE IN UCRAINA: DARE UN SENSO AL CONTROSEMESTRE EUROPEO PONENDO AL PRIMO POSTO IL TEMA DELLA PACE

dal blog http://sinistrainparlamento.blogspot.it Riportiamo di seguito notizie riguardanti la guerra in Ucraina, facendole precedere da una chiara posizione politica. Nell'agenda del controsemestre europeo che si sta organizzando è necessario e urgente (come si diceva una volta) mettere al primo posto dell'agenda, la questione della pace. E' evidente come si tratti di uno scontro tra i due...

(4 Maggio 2014)

Redazione Perchè La Sinistra

Pdci e Cnj: Presidio con l'Ucraina Antifascista a Bologna

Oggi pomeriggio il Partito dei Comunisti Italiani e il Coordinamento Nazionale Jugoslavia hanno fatto un presidio con volantinaggio in Piazza Maggiore per sostenere l'Ucraina che resiste alla violenza barbara della giunta golpista di Kiev. Ieri infatti sono state bruciate vive 40 persone a Odessa, nel più completo silenzio dell'occidente. Nessun mezzo di informazione ha riportato correttamente...

(3 Maggio 2014)

Partito dei Comunisti Italiani Federazione di Bologna, Coordinamento Nazionale Jugoslavia

Odessa, strage alla sede dei sindacati: 38 civili morti nel rogo. Alcuni finiti a colpi di bastone

L'orrenda strage alla sede dei sindacati a Odessa, dove hanno perso la vita 38 civili, è per responsabilità delle forze di Kiev. E' questa la verità che sta venendo fuori dopo che per tutta la serata di ieri i media occidentali l'avevano attribuita ai filorussi. All'origine della tragedia c'è un'incendio che ha letteralmente arse vive una trentina di persone mentre altre...

(3 Maggio 2014)

fabrizio salvatori - controlacrisi.org

CONTRO LA REPRESSIONE DEL GOVERNO LIBERAL FASCISTA DI KIEV

PER I DIRITTI NAZIONALI DELLA POPOLAZIONE RUSSOFONA PER L'AUTONOMIA DALL'IMPERIALISMO RUSSO CONTRO LA GUERRA PER UNA SOLUZIONE PROLETARIA E SOCIALISTA DELLA CRISI UCRAINA

La situazione ucraina è in pieno movimento. Il governo liberal fascista di Kiev, sostenuto dagli imperialismi occidentali, ha avviato un'azione militare repressiva contro la mobilitazione di settori popolari russofoni dell'Est Ucraina. Impiegando allo scopo sia le truppe regolari, sia le milizie fasciste di “Settore Destro”, largamente inquadrate peraltro nella Guardia nazionale...

(28 Aprile 2014)

Marco Ferrando

Non è l’Ucraina la posta in gioco, ma l’Europa

Molti giornalisti e politologi pensano che la politica USA di oggi sia la realizzazione dell’impostazione di Brzezinski. Andrea Minciaroni cita la celebre frase di Mackinder : “Chi controlla l’est Europa controlla l’Heartland, chi controlla l’Heartland comanda l’isola-mondo, chi comanda l’isola-mondo, comanda il mondo”, e aggiunge: “La crisi in...

(26 Aprile 2014)

Michele Basso

Lotte tra imperialismi sulla pelle del popolo Ucraino.

Da tommaso-pirozzi.blogspot.it Di fronte al ripetersi di tensioni internazionali compito della sinistra dovrebbe essere quello innanzitutto di interpretare i fatti ed esprimere posizioni collocandosi dal punto di vista dei suoi naturali settori sociali di riferimento, cioè in primo luogo i lavoratori. In Ucraina non assistiamo allo scontro tra l’imperialismo occidentale e un regime “oggettivamente...

(26 Aprile 2014)

Tommaso Pirozzi

PER UN MOVIMENTO INDIPENDENTE DEL PROLETARIATO UCRAINO

La crisi ucraina conosce una nuova precipitazione. Il distacco della Crimea dall'Ucraina e il suo ritorno alla Russia conforme nella sostanza al suo diritto di autodeterminazione ha sospinto una dinamica di mobilitazione di settori russofoni dell'Est Ucraina ( non maggioritari a differenza che in Crimea) sulle parole d'ordine dell'autonomia federale o della separazione. Con la destituzione di governi...

(18 Aprile 2014)

PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

L’Impero del Caos in cerca del Nobel della stupidità

di Rafael Poch (*) Come l’avventura occidentale in Ucraina contribuisce ad una nuova bipolarità. L’Ucraina conferma che stiamo entrando in pieno nella fase degli “imperi combattenti”, fase superiore della stupidità umana del secolo XXI. In Occidente l’ “Impero del Caos” - con gli Stati Uniti in prima fila (là in vista le sue opere:...

(17 Aprile 2014)

Traduzione di Daniela Trollio, Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli"

Assemblea sulla situazione in Ucraina

A Milano si è tenuta il 16 marzo una assemlea sull’Ucraina. Si è iniziato con una breve resoconto degli avvenimenti che si sono succeduti in questi ultimi mesi, delle proteste, inizialmente studentesche e di settori del ceto medio e della piccola borghesia, contro il governo che stava chiudendo la prospettiva di integrazione del paese nell’orbita dell’UE (da alcuni...

(13 Aprile 2014)

Partito Comunista Internazionalista

CRISI UCRAINA E RUMORI DI GUERRA:
PER UNA RIPRESA DEL MOVIMENTO ANTIMILITARISTA E CONTRO LA GUERRA.

La vicenda ucraina rappresenta solo l’anello più recente di una catena di avvenimenti della politica internazionale in direzione di una crescente conflittualità tra le principali potenze mondiali la cui evoluzione dovrebbe far scattare più di un campanello di allarme tra gli attivisti ed i pacifisti conseguenti. La competizione non si svolge più solo con gli strumenti...

(1 Aprile 2014)

RETE NAPOLI NOWAR

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

270802